Drew Gulak

wrestler statunitense
Drew Gulak
Drew Gulak Axxess 2018 crop.jpg
Drew Gulak nell'aprile del 2018
NomeDrew Gulak
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
Luogo nascitaAbington, Pennsylvania
28 aprile 1987 (34 anni)
Ring nameDrew Gulak
The Gobbledy Gooker
Gulak
Soldier Ant
Altezza dichiarata185 cm
Peso dichiarato88 kg
AllenatoreChris Hero
Mike Quackenbush
Skayde
Debutto16 aprile 2005
FederazioneWWE
sito ufficiale
Progetto Wrestling

Drew Gulak (Abington, 28 aprile 1987) è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di Raw.

Gulak ha lottato nel circuito indipendente, come nella Combat Zone Wrestling. In WWE ha detenuto una volta il Cruiserweight Championship (con un regno durato 108 giorni) e sette volte il 24/7 Championship.

CarrieraModifica

Circuito indipendente (2005–2016)Modifica

Gulak iniziò ad allenarsi nel 2004 nella accademia di allenamento della Combat Zone Wrestling. Fece il suo debutto il 10 settembre 2005, durante lo show Down With The Sickness 4-Ever, un tributo al wrestler Chris Cash, vincendo una Battle Royal. Con Andy Sumner, vinse due volte i CZW World Tag Team Championship. Il duo si sciolse poi nel 2009. Quindi, ad inizio 2010, Gulak iniziò a lottare singolarmente, vincendo il CZW Wired Tv Championship contro Tyler Veritas e mantenne il titolo per ben 429 giorni, difendendo la cintura contro nomi come Nick Gage, Zack Sabre Jr., Rich Swann e lo stesso ex compagno Sumner. La gimmick interpretata da Gulak in questo periodo era quella di un attivista politico, nei suoi discorsi parlava spesso di problemi etici e violenza, facendo chiaro riferimento anche all'eccessiva politica di ultraviolenza predicata dalla federazione CZW. Fu in questo periodo che iniziò a sviluppare una faida con Nick Cage, arrestato nel frattempo per una rapina in banca (Kayfabe). Questi suoi atteggiamenti alla lunga infastidirono gli altri lottatori della federazione come Danny Havoc, Jon Moxley e Devon Moore, che iniziarono ad interromperlo durante i suoi discorsi e ad attaccarlo. Ciò spinse Gulak ad assumere Nui Tofiga come suo bodyguard. L'11 giugno 2011, Gulak perse il titolo contro AR Fox durante lo show Prelude to Violence 2. Gulak continuò nel frattempo ad espandere la sua campagna per una migliore Combat Zone Wrestling, reclutando anche Alexander James come suo seguace e Kimber Lee in rappresentanza del roster femminile. Il 10 agosto 2013, durante lo show Tangled Web 6, Gulak sconfisse Masada vincendo il CZW World Heavyweight Championship. Lo perse nel maggio successivo contro Biff Busick.

WWE (2016–presente)Modifica

Cruiserweight Classic (2016)Modifica

Drew Gulak ha partecipato al torneo del Cruiserweight Classic indetto dalla WWE. Nei sedicesimi di finale del 23 giugno Gulak ha sconfitto Harv Sihra; negli ottavi di finale del 14 luglio, però, Gulak è stato eliminato da Zack Sabre Jr. Il torneo, alla fine, è stato vinto da T.J. Perkins, il quale è stato premiato con il Cruiserweight Championship.

Varie faide (2016–2018)Modifica

 
Drew Gulak durante la sua campagna "No-Fly Zone" nel 2017

Nonostante la sconfitta nei quarti di finale nel Cruiserweight Classic, Gulak è stato assegnato al roster di Raw. Il suo debutto è avvenuto nella puntata di Raw del 26 ottobre dove lui e Lince Dorado sono stati sconfitti da Cedric Alexander e Rich Swann. Il 20 novembre nel Kick-off di Survivor Series, Gulak, Tony Nese e Ariya Daivari vengono sconfitti da Noam Dar, Rich Swann e TJ Perkins. Dopo essersi alleato con il Cruiserweight Champion Enzo Amore, Gulak si unisce al gruppo di quest'ultimo, chiamato "The Zo-Train", assieme ad altri vari wrestler della divisione dei pesi leggeri. Nella puntata di Raw del 4 dicembre Gulak ha sconfitto Cedric Alexander, Mustafa Ali e Tony Nese in un Fatal 4-Way match per determinare uno dei due sfidanti che si sarebbero affrontati per definire il primo sfidante al Cruiserweight Championship di Enzo Amore. A Raw del 18 dicembre Gulak viene però sconfitto. Nella puntata di Raw del 25 dicembre Gulak, Ariya Daivari e Enzo Amore sono stati sconfitti da Akira Tozawa, Cedric Alexander e Mustafa Ali in un Six-man Tag Team Miracle on 34th Street Fight. In seguito al licenziamento di Enzo Amore, Gulak torna a combattere in singolo. Il 28 gennaio nel Kick-off della Royal Rumble, Gulak, Gentleman Jack Gallagher e TJP vengono sconfitti da Gran Metalik, Kalisto e Lince Dorado. A 205 Live del 20 marzo Gulak viene sconfitto da Mustafa Ali nella semifinale del torneo per la riassegnazione del Cruiserweight Championship. Il 27 aprile, a Greatest Royal Rumble, partecipa al Royal Rumble match a 50 uomini entrando col numero 23 venendo eliminato da Tucker Knight (appartenente al roster di NXT).

Cruiserweight Champion e ritorno ad NXT (2018–2019)Modifica

Il 9 giugno Gulak partecipa ad un torneo per determinare il primo sfidante al WWE United Kingdom Championship detenuto da Pete Dunne ma viene eliminato negli ottavi di finale da Gentleman Jack Gallagher. Nella puntata di 205 Live del 24 luglio Gulak vince un Fatal 4-Way match che include anche Hideo Itami, Mustafa Ali e TJP, diventando il contendente numero 1 al Cruiserweight Championship di Cedric Alexander. Il 19 agosto, nel Kick-off di SummerSlam, Gulak affronta Cedric Alexander per il titolo ma viene sconfitto. Gulak ha poi continuato a combattere incontri di scarsa importanza, sempre accompagnato da Gentleman Jack Gallagher, spesso contro il loro ex-compagno The Brian Kendrick.

Il 26 febbraio 2019 Gulak sconfigge The Brian Kendrick nei quarti di finale per determinare lo sfidante di Buddy Murphy per il Cruiserweight Championship a WrestleMania 35 ma, la settimana dopo, viene sconfitto da Tony Nese, venendo eliminato dal torneo. Il 23 giugno, nel Kick-off di Stomping Grounds, Gulak sconfigge Tony Nese e conquista il Cruiserweight Championship in un Triple Threat match. Il 14 luglio, nel Kick-off di Extreme Rules, difende con successo il titolo nel rematch con Tony Nese. L'11 agosto, nel Kick-off di SummerSlam, difende con successo il titolo contro Oney Lorcan. Dopo un'altra difesa con Oney Lorcan nella rivincita di SummerSlam, il 15 settembre, nel Kick-off di Clash of Champions, sconfigge Humberto Carrillo e Lince Dorado in un Triple Threat match. Nella puntata di NXT del 9 ottobre Gulak perde il titolo (ora noto come NXT Cruiserweight Championship) contro Lio Rush dopo 108 giorni di regno.

Varie faide e alleanza con Daniel Bryan (2019–2020)Modifica

Per effetto del Draft, il 13 ottobre 2019 Gulak passa al roster di SmackDown.[1] Esordisce nella puntata del 18 ottobre dove fu sconfitto da Braun Strowman.[2] La settimana seguente, egli cercò di mostrare una presentazione in PowerPoint dove illustrava che Braun Strowman avrebbe potuto perdere contro Tyson Fury, prima del suo match con Kalisto, ma fu brutalmente aggredito da Strowman.[3] Il 15 novembre a SmackDown, Gulak insieme al B-Team (Curtis Axel & Bo Dallas) presero in giro Strowman per la sconfitta rimediata con Tyson Fury, ma Strowman li attaccò tutti e tre.[4]

Successivamente, Gulak comincia un feud con Daniel Bryan.[5][6] Il 6 marzo a SmackDown, Bryan sfida Gulak a un match da disputarsi all'evento Elimination Chamber. Gulak viene sconfitto.[7][8]

In seguito Gulak formò un'alleanza con Daniel Bryan dopo che entrambi gli uomini si erano mostrati rispetto a vicenda, effettuando un turn face nel processo. Gulak e Bryan sconfiggono Cesaro e Nakamura in un tag team match.[9] Il 27 marzo a SmackDown, Gulak sconfigge Nakamura e fa guadagnare a Bryan un match per il titolo Intercontinental Championship con Sami Zayn a WrestleMania 36.[10] Durante la prima serata di WrestleMania il 4 aprile, Gulak viene sconfitto da Cesaro nel pre-show mentre Bryan non riesce a conquistare il titolo contro Zayn nello show principale.[11] Il 15 maggio a SmackDown, partecipa al torneo per l'assegnazione del vacante titolo Intercontinentale, ma viene eliminato da Bryan nel primo round.[12] Dopo il match, il giorno dopo, il contratto di Gulak con la WWE scade.[13]

Ritorno a Raw (2020–presente)Modifica

Il 10 ottobre, per effetto del Draft, Gulak passò al roster di Raw. Il 25 ottobre, nel Kick-off di Hell in a Cell, Gulak affrontò R-Truth per il 24/7 Championship ma venne sconfitto. Nella puntata di Raw del 2 novembre Gulak schienò R-Truth, grazie all'aiuto di Bobby Lashley, conquistando il 24/7 Championship per la quarta volta. Nella puntata di Raw del 9 novembre Gulak venne attaccato dall'Hurt Business (Bobby Lashley, Cedric Alexander, MVP e Shelton Benjamin), e poco dopo perse il 24/7 Championship dopo che R-Truth lo ha schienato; subito dopo, Gulak riconquistò la cintura schienando Erik in un match multiplo, perdendola contro Tucker poco dopo per due volte. Nella puntata speciale WrestleMania SmackDown del 9 aprile Gulak partecipò all'André the Giant Memorial Battle Royal ma venne eliminato da Mace e T-Bar. In seguito, Gulak ebbe anche una piccola faida con Angel Garza, venendo sempre tuttavia sconfitto. Riconquistò poi il 24/7 Championship da Akira Tozawa per la settima volta ma lo riperse poco dopo a causa di R-Truth.

Vita privataModifica

Drew Gulak ha un fratello minore, Rory, che è anch'egli un wrestler.

PersonaggioModifica

Mosse finaliModifica

SoprannomiModifica

  • "University City Stretcher"
  • "Legal Eagle"
  • "Regal Beagle"
  • "Game Changer"
  • "Trail Blazer"
  • "Wild Card"
  • "The Human Torture Device"
  • "The Master of the PowerPoint Presentation"
  • "Torture Machine"

Musiche d'ingressoModifica

Titoli e riconoscimentiModifica

1 Gulak vinse il titolo una settima volta (che renderebbero le totali vittorie del titolo otto), travestito da The Gobbledy Gooker. Tuttavia, la WWE non riconosce questo come un settimo regno per Gulak ma come per un singolo regno per Gooker.
2 Dal 2 ottobre 2019, il titolo venne rinominato NXT Cruiserweight Championship.

Altri progettiModifica

NoteModifica

  1. ^ Jordan Garretson, Crews among additional picks as Raw and SmackDown continue to build their rosters, in WWE. URL consultato il 13 ottobre 2019.
  2. ^ Jason Powell, 10/18 WWE Friday Night Smackdown results: Powell's review of Shinsuke Nakamura vs. Roman Reigns for the Intercontinental Championship, Miz TV with Bayley, a six pack challenge for a shot at the Smackdown Women's Championship, eight-man tag match, in Pro Wrestling Dot Net, 18 ottobre 2019. URL consultato il 19 ottobre 2019.
  3. ^ Friday Night SmackDown: Oct. 25 2019, in WWE, 25 ottobre 2019. URL consultato il 31 ottobre 2019.
  4. ^ Roy Nemer, WWE SmackDown Results – 11/15/19 (Tag Team Title rematch, Survivor Series build), in WrestleView, 15 novembre 2019. URL consultato il 15 novembre 2019.
  5. ^ Jason Powell, 2/21 WWE Friday Night Smackdown results: Powell's review of Goldberg's appearance, Naomi vs. Carmella for a shot at the Smackdown Women's Championship at WWE Super ShowDown, eight-man tag match, The Bellas on A Moment of Bliss, in Pro Wrestling Dot Net, 21 febbraio 2020. URL consultato il 7 marzo 2020.
  6. ^ Jake Barnett, 2/28 WWE Friday Night Smackdown results: Barnett's review of John Cena's return, Goldberg's first appearance since winning the WWE Universal Championship at WWE Super ShowDown, in Pro Wrestling Dot Net, 28 febbraio 2020. URL consultato il 29 febbraio 2020.
  7. ^ Jason Powell, 3/6 WWE Friday Night Smackdown results: Powell's review of a tag team gauntlet match, the NWO on A Moment of Bliss, Bray Wyatt's Firefly Funhouse, Bayley and Sasha Banks vs. Lacey Evans and Naomi, final hype for WWE Elimination Chamber, in Pro Wrestling Dot Net, 6 marzo 2020. URL consultato il 7 marzo 2020.
  8. ^ Jason Powell, WWE Elimination Chamber results: Powell's live review of Shayna Baszler vs. Asuka vs. Ruby Riott vs. Liv Morgan vs. Sarah Logan vs. Natalya in an Elimination Chamber match for a shot at the Raw Women's Championship at WrestleMania 36, Smackdown Tag Title Elimination Chamber match, in Pro Wrestling Dot Net, 8 marzo 2020. URL consultato l'8 marzo 2020.
  9. ^ Jason Powell, 3/20 WWE Friday Night Smackdown results: Powell's review of Rob Gronkowski's appearance, Goldberg and Roman Reigns contract signing for WrestleMania 36, The Miz and John Morrison vs. Heavy Machinery in a non-title match, in Pro Wrestling Dot Net, 20 marzo 2020. URL consultato il 30 marzo 2020.
  10. ^ Jason Powell, 3/27 WWE Friday Night Smackdown results: Powell's review of Big E and Kofi Kingston vs. The Usos for a shot at the Smackdown Tag Titles at WrestleMania, Drew Gulak vs. Shinsuke Nakamura, Asuka vs. Alexa Bliss, Bray Wyatt's Firefly Funhouse, in Pro Wrestling Dot Net, 27 marzo 2020. URL consultato il 28 marzo 2020.
  11. ^ Kevin Powers, Cesaro def. Drew Gulak (Kickoff Match), in WWE, 4 aprile 2020. URL consultato il 4 aprile 2020.
  12. ^ Jake Barnett, 5/15 WWE Friday Night Smackdown results: Barnett's review of Money in the Bank winner Otis on Miz TV, Charlotte Flair's return, the beginning of the Intercontinental Title tournament, in Pro Wrestling Dot Net, 15 maggio 2020. URL consultato il 25 maggio 2020.
  13. ^ Robert Defelice, Drew Gulak Released By WWE, in Fightful, 16 maggio 2020. URL consultato il 16 maggio 2020.

Collegamenti esterniModifica