Duca di Romagna

titolo nobiliare
Duca di Romagna
Stemma
Stemma di Cesare Borgia come duca di Romagna
Parìapapale
Data di creazione15 maggio 1501
Creato daPapa Alessandro VI e Concistoro
Primo detentoreCesare Borgia
Ultimo detentoreCesare Borgia
TrasmissioneCasa Borgia

Duca di Romagna è un titolo di nobiltà, originariamente appartenuto alla parìa papale. Fu creato nel 1501[1] dall'autorità apostolica di papa Alessandro VI (Rodrigo Borgia) e del Concistoro[2][3] per Cesare Borgia, duca di Valentinois, dopo la sua conquista della Romagna, Urbino e Camerino.[4]

Dopo la morte di Alessandro VI e la caduta di Cesare Borgia (1503), il titolo rimase vacante.
Nel 1860 e all'interno del Regno d'Italia, papa Pio IX considerò la Romagna come una provincia.[non chiaro] Tuttavia, dopo l'adesione all'Unità d'Italia nel 1860, la Romagna non ricevette uno status separato dai monarchi sabaudi, che temevano una pericolosa destabilizzazione.[senza fonte] Oggi il territorio appartenuto all'antico ducato romagnolo fa parte delle regioni Emilia-Romagna, Marche e Toscana all'interno della Repubblica italiana.

Secondo le leggi della Repubblica italiana, i titoli di nobiltà italiana cessarono di esistere con la caduta della monarchia.

NoteModifica