Duisbergia

genere di pianta della famiglia ? Pseudosporochnaceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Duisbergia
Duisbergia mirabilis.jpg
Ricostruzione di Duisbergia mirabilis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Pteridophyta
Classe Cladoxylopsida
Ordine ? Pseudosporochnales
Famiglia ? Pseudosporochnaceae
Genere Duisbergia

La duisbergia (gen. Duisbergia) è una pianta estinta appartenente alle licofite. Visse nel Devoniano medio (circa 365 milioni di anni fa) e i suoi resti sono stati ritrovati in Europa.

DescrizioneModifica

Questa pianta era alta circa due metri, e possedeva un fusto robusto e slanciato, privo di rami e con una base a forma di mazza. L'apice era ricoperto da una densa corona di foglie, disposte lungo una stretta elica, a lamina laciniata e ristretta alla base. Gli ultimi segmenti consistevano in foglie a ventaglio, lunghe circa 5 centimetri. Sembra che in alcuni esemplari la corona di foglie si biforcasse in due. Il sistema vascolare di Duisbergia era probabilmente polistelico, e fossili ben conservati provenienti dalla Germania indicano che vi era uno xilema secondario disposto ad anello.

ClassificazioneModifica

 
Fossile di Duisbergia mirabilis

In generale, alcuni aspetti di Duisbergia ricordano licopsidi successive come Sigillaria e Pleuromeia, ma altre caratteristiche la allontanano dalle licopsidi. Altri studiosi ritengono che Duisbergia possa essere avvicinata al genere Pseudosporochnus, anch'esso del Devoniano. Altri ancora ritengono che da Duisbergia possano essere derivate le piante cladoxilali o le noeggeratiali. Le specie più note di Duisbergia erano D. mirabilis e D. macrociccatricosus.

BibliografiaModifica

  • 1997.- Berry, C. M. & Fairon-Demaret, M. - A reinvestigation of the cladoxylopsid Pseudosporochnus nodosus Leclercq et Banks from the Middle Devonian of Goé, Belgium. Int. J. Plant Sci., 158 (3): 350-372.
  • R. Krausel and H. Weyland. 1929. Beitrage zur Kenntnis der Devonflora III. Abh. sencknenberg. naturforsch. Ges. (Frankfurt am Main). 41:315-360

Collegamenti esterniModifica