Dyego Zuffo

giocatore di calcio a 5 brasiliano

Dyego Henrique Zuffo (Palmitos, 5 agosto 1989) è un giocatore di calcio a 5 brasiliano, campione sudamericano con la Nazionale brasiliana nel 2024.

Dyego Zuffo
NazionalitàBandiera del Brasile Brasile
Calcio a 5
RuoloLaterale
SquadraBarcellona
Carriera
Squadre di club
2009-2012Copagril
2013Joinville
2014-Barcellona
Nazionale
2006-2008Bandiera del Brasile Brasile U-20
2010-Bandiera del Brasile Brasile
Palmarès
 Campionato sudamericano Under-20
OroColombia 2008
 Mondiali
BronzoLituania 2021
 Copa América
OroParaguay 2024
Statistiche aggiornate al 14 febbraio 2020

Carriera

modifica

Amico d'infanzia di Bateria, con cui condivide l'intera trafila nel settore giovanile, debutta nelle competizioni senior con la maglia del modesto Copagril[1]. Nel 2010 è protagonista, insieme al compagno Gadeia, della straordinaria cavalcata che consente alla squadra di Marechal Cândido Rondon di qualificarsi per la prima volta nella sua storia alla finale play-off della Liga Futsal. A livello individuale, Zuffo viene premiato come miglior laterale sinistro del campionato[2]. Nella stagione 2013 si trasferisce al Joinville e quindi, nel gennaio del 2014, agli spagnoli del Barcellona.

Nazionale

modifica

Con la Nazionale Under-20 di calcio a 5 del Brasile ha vinto il Campionato sudamericano di calcio a 5 Under-20 2008[3]. Nel novembre del 2010 viene convocato per la prima volta in Nazionale di calcio a 5 del Brasile dal commissario tecnico Marcos Sorato[2]. Il primo torneo internazionale a cui partecipa la Coppa del Mondo 2016 nella quale il Brasile è eliminato negli ottavi di finale dall'Iran.

Palmarès

modifica

Competizioni nazionali

modifica

Competizioni internazionali

modifica

Nazionale

modifica
  1. ^ (PT) Cidade brasileira de 16 mil habitantes tem 2 craques no Barça, su espn.com.br, 6 aprile 2014.
  2. ^ a b (PT) De volta à seleção, Dyego, ex-Copagril, humilha adversário em jogo da Liga, su olhonabola.com.br, 9 luglio 2013.
  3. ^ (PT) Ala Dyego é o novo reforço do futsal de Joinville, su terra.com.br, 27 dicembre 2012.