Earl Hebner

arbitro di wrestling statunitense
Earl Hebner
Earl Hebner 2017.jpg
Earl Hebner in TNA nel luglio del 2016
NomeEarl William Hebner
Ring nameEarl Hebner
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
NascitaRichmond
17 maggio 1949
Altezza dichiarata170 cm
Peso dichiarato70 kg
AllenatoreTommy Young
Debutto1978
Progetto Wrestling

Earl William Hebner (Richmond, 17 maggio 1949) è un arbitro di wrestling ed imprenditore statunitense attualmente sotto contratto con la All Elite Wrestling (AEW).

Hebner ha iniziato la sua carriera da arbitro alla fine degli anni settanta in alcune delle Jim Crockett Promotions (JCP). Nel 1988 è stato ingaggiato dalla World Wrestling Federation (WWF), compagnia in cui ha lavorato fino al 2005. Tra il 2007 e il 2017 ha militato nella Total Nonstop Action (TNA), mentre dal 2019 è sotto contratto con la All Elite Wrestling (AEW).

Il 9 novembre 1997, durante il celebre pay-per-view della WWF Survivor Series, è stato coinvolto nel cosiddetto Screwjob di Montréal, uno degli episodi più controversi nella storia del wrestling professionistico.

BiografiaModifica

Anche suo fratello gemello, Dave, è un arbitro di wrestling ed è stato sotto contratto con la World Wrestling Federation/Entertainment (WWF/E) tra il 1985 e il 2005.

CarrieraModifica

Jim Crockett Promotions (1978–1988)Modifica

Earl Hebner ha arbitrato match di alcune delle Jim Crockett Promotions (JCP) per gran parte degli anni ottanta. Il 28 novembre 1985 è stato il direttore di gara del celebre "I Quit" match tra Tully Blanchard e Magnum T.A. svoltosi a Starrcade.

World Wrestling Federation/Entertainment (1988–2005)Modifica

Hulk Hogan vs. André The Giant (1988)Modifica

Nel gennaio del 1988 Earl Hebner firmò un contratto con la World Wrestling Federation (WWF). Pochi giorni dopo il suo arrivo nella federazione, arbitrò l'incontro per il WWF Championship tra il campione in carica Hulk Hogan e lo sfidante André the Giant, trasmesso in diretta il 5 febbraio 1988 a The Main Event. Secondo la storyline, l'identico fratello gemello di Earl, Dave Hebner, era stato designato per arbitrare la contesa, ma all'insaputa di Hogan, Ted DiBiase lo aveva fatto sostituire dall'allora sconosciuto Earl Hebner in modo da garantire la vittoria di André (che poi gli avrebbe "venduto" la cintura appena conquistata). Quindi Earl effettuò il conteggio di tre a favore di André anche se Hogan aveva chiaramente alzato una spalla dal tappeto mentre veniva schienato dal gigante francese. Mentre André e DiBiase celebravano la vittoria, Dave (che DiBiase aveva chiuso nello spogliatoio prima del match) corse sul ring ed affrontò a viso aperto Earl. I due gemelli litigarono furiosamente al centro del ring arrivando anche alle mani. Hulk Hogan, capendo che il "fratello cattivo" di Dave gli aveva fatto perdere il titolo, scaraventò Earl fuori dal ring gettandolo addosso a DiBiase (ma mancandolo). In realtà era parte del copione che Hogan perdesse la cintura di campione mondiale in modo da potersi dedicare alle riprese del film Senza esclusione di colpi.

Screwjob di Montréal (1997)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Screwjob di Montréal.

L'evento più celebre nel quale fu coinvolto Hebner in carriera, ebbe luogo durante le Survivor Series del 1997 in quello che da allora venne definito lo "Screwjob di Montréal". Durante il match per il WWF World Heavyweight Championship tra l'allora campione Bret Hart e Shawn Michaels, Earl Hebner ordinò di suonare il gong determinando la fine del match in quanto Hart aveva ceduto per dolore mentre Michaels lo teneva imprigionato nella mossa di sottomissione Sharpshooter (tra l'altro la caratteristica mossa finale di Bret Hart); sebbene Hart non avesse ceduto. Michaels divenne quindi il nuovo campione WWF World Heavyweight. Questa non era però la conclusione del match che Hart aveva pianificato con la dirigenza. Hebner aveva, su ordine di Vince McMahon, "imbrogliato" Hart scippandolo del titolo. La ragione di tutto era che Hart, il quale avrebbe comunque lasciato la federazione il mese successivo per entrare nella World Championship Wrestling, non era d'accordo di perdere la cintura contro Michaels in Canada. Anche se Hart disse che avrebbe reso vacante il titolo la sera seguente a Raw, McMahon temeva che Bret potesse lasciare la compagnia portandosi dietro la cintura, portandola nella WCW, e disprezzandola come aveva già fatto in precedenza Madusa nel 1995 con il WWF Women's Championship, gettando la cintura nel bidone dei rifiuti durante una puntata di WCW Monday Nitro. Quindi presumibilmente decise di togliere il titolo a Bret in maniera precauzionale senza il suo consenso istruendo Hebner sul da farsi.

Licenziamento (2005)Modifica

Il 18 luglio 2005 Earl Hebner venne licenziato per giusta causa dalla WWE per aver venduto merchandise ufficiale della federazione senza permesso. Hebner svolse l'attività incriminata presso un negozio di Saint Louis (Missouri) del quale era comproprietario insieme ad un uomo di nome Nick Ridenour.[1]

Total Nonstop Action (2007–2017)Modifica

All Elite Wrestling (2019–presente)Modifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica