Eccellenza 1999-2000

edizione del torneo calcistico
Eccellenza 1999-2000
Competizione Eccellenza
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore Lega Nazionale Dilettanti
Luogo Italia Italia
Partecipanti 451
Formula 28 gironi all'italiana
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1998-1999 2000-2001 Right arrow.svg

Il campionato di calcio di Eccellenza regionale 1999-2000 è stato il nono organizzato in Italia. Rappresenta il sesto livello del calcio italiano. Il campionato è strutturato su vari gironi all'italiana su base regionale.

Questo è il quadro delle squadre promosse alla Serie D dai vari campionati di Eccellenza regionale. Sono ammesse alla massima categoria dilettantistica italiana le vincenti dei rispettivi campionati regionali più le sette migliori squadre risultanti dai play-off a cui accedono le squadre designate dai vari comitati regionali a seguito dei propri regolamenti.

Per la prima volta vengono effettuati i play-out regionali per designare le retrocessioni in Promozione. Apripista in questo caso sono Piemonte e Sicilia.

CampionatiModifica

Quadro riepilogativo nazionaleModifica

Regione/Girone Sqr 1ª classificata e
promossa in Serie D
Altre promozioni
in Serie D
2ª classificata Vincente Coppa
Abruzzo 18 Morro d'Oro -   Celano Olimpia   Celano Olimpia
Basilicata 16   Materasassi - FC Francavilla   Matera Promos Consult
Calabria 16 Acri - Paolana   Comprensorio Capo Vaticano
Campania Girone A 16   Ercolano -   Napoli Est   Ercolano
Campania Girone B 16 Scafatese Marcianise[1] Marcianise
Emilia-Romagna Girone A 16 Poggese -   Virtus Pavullese Poggese
Emilia-Romagna Girone B 16 Mezzolara - BoCa Granarolo
Friuli-Venezia Giulia 16 Sevegliano Palmanova[1] Palmanova Sacilese
Lazio Girone A 16 Monterotondo Ostia Mare[2] Ostia Mare Ferentino
Lazio Girone B 16 Aprilia - Ferentino
Liguria 16 Savona - Vado Savona
Lombardia Girone A 16 Seregno - Guanzatese Colognese
Lombardia Girone B 16   Bergamasca Zanica - Pro Lissone
Lombardia Girone C 16 Codogno -   U.S.O. Calcio
Marche 16 Real Montecchio - Cagliese Cagliese
Molise 16 Termoli -   San Giorgio Collathia   San Giorgio Collathia
Piemonte Girone A 16 Gravellona - Asti Gravellona
Piemonte Girone B 16 Rivoli Bra[1] Bra
Puglia 16 Ostuni Brindisi[1] Brindisi   Castellaneta
Sardegna 16 Tavolara Arbus[1] Arbus Arbus
Sicilia Girone A 16 Panormus[3] Cephaledium[3]
Orlandina[4]
Cephaledium Orlandina
Sicilia Girone B 16 Paternò -   Villafranca Tirrena
Toscana Girone A 16   Larcianese -   Cappiano Romaiano Scandicci
Toscana Girone B 16 Fortis Juventus -   Valdema
Trentino-Alto Adige 16   Condinese -   Rotaliana Bolzano[5]
Umbria 16 Todi   Cesi[1]   Cesi   Cesi
Veneto Girone A 16   Tezze sul Brenta[6] -   Abano[7] Luparense
Veneto Girone B 17   Bessica[8] Belluno[1]
Luparense[8]
Belluno
Tot. Vincente Fase Nazionale Coppa
28 gironi 451 Orlandina

Play-off nazionaliModifica

Primo TurnoModifica

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Piemonte A
Asti
1 - 2 Piemonte B
Bra
1 - 1 0 - 1
Lombardia A
Guanzatese
3 - 5 Liguria
Vado
2 - 1 1 - 4
Lombardia B
Pro Lissone
3 - 2 Lombardia C
USO Calcio
1 - 0 2 - 2
Veneto A
Abano
1 - 2 Veneto B
Belluno
1 - 2 0 - 0
Friuli-Venezia Giulia
Palmanova
3 - 0 Trentino A.A.
  Rotaliana
1 - 0 2 - 0
Emilia-Romagna A
Virtus Pavullese  
2 - 2
(gfc)
Emilia-Romagna B
BoCa Granarolo
0 - 1 2 - 1
Toscana A
Cappiano Romaiano  
4 - 2 Toscana B
  Valdema
2 - 2 2 - 0
Marche
Cagliese
3 - 4 Sardegna
Arbus
1 - 0 2 - 4
Umbria
Cesi
3 - 0 Abruzzo
  Celano Olimpia
1 - 0 2 - 0
Lazio A
Ostia Mare
1 - 1 Lazio B
Ferentino
0 - 1 1 - 0 dts
(3-1 dcr)
Campania A
Napoli Est  
0 - 3 Campania B
Marcianise
0 - 0 0 - 3
Calabria
Paolana
2 - 1 Basilicata
FC Francavilla
0 - 0 2 - 1
Puglia
Brindisi
3 - 1 Molise
  San Giorgio Collathia
2 - 0 1 - 1
Sicilia A
Cephaledium
1 - 0 Sicilia B
  Villafranca Tirrena
1 - 0 0 - 0

Secondo TurnoModifica

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Liguria
Vado
0 - 1 Lombardia A
Bra
0 - 0 0 - 1
Veneto B
Belluno
3 - 2 Lombardia B
Pro Lissone
1 - 2 2 - 0
Friuli-Venezia Giulia
Palmanova
2 - 2
(gfc)
Emilia-Romagna A
  Virtus Pavullese
1 - 0 1 - 2
Sardegna
Arbus
5 - 5
(gfc)
Toscana A
  Cappiano Romaiano
2 - 1 3 - 4
Lazio A
Ostia Mare
2 - 3 Umbria
Cesi
2 - 1 0 - 2
Campania B
Marcianise
3 - 1 Calabria
Paolana
1 - 0 2 - 1
Sicilia A
Cephaledium
0 - 2 Puglia
Brindisi
0 - 2 0 - 0

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g promossa per aver vinto i Play-Off Nazionali
  2. ^ promossa per ripescaggio
  3. ^ a b In un primo momento la giustizia sportiva aveva promosso la Cephaledium per un presunto illecito sportivo dei palermitani. In seguito la Panormus fu riammessa in serie D, ma a campionato iniziato, costringendola a giocare il mercoledì. Cfr: Amarcord: la curiosa avventura dei dilettanti della Panormus, la squadra che giocava di mercoledì, su mediapolitika.com, 19 febbraio 2018. URL consultato il 28 agosto 2021.
  4. ^ Promossa in Serie D come vincitrice della Coppa Nazionale
  5. ^ Il Bolzano nel 1999 venne ripescato nel C.N.D. ad inizio campionato. Aveva iniziato la coppa regionale che poi vinse ma non venne ammesso alla Fase Nazionale
  6. ^ Tezze sul Brenta, giunta 2ª in campionato, promossa in Serie D dopo squalifica del Lonigo (1°) per decisione Comitato Regionale a seguito di illecito sportivo
  7. ^ giunto 3º in campionato, ha scalato una posizione per la squalifica del Lonigo
  8. ^ a b il Bessica successivamente viene assorbito dalla Luparense, che acquisisce il diritto a disputare la Serie D

BibliografiaModifica

L'Annuario F.I.G.C. 1999-00, Roma (2000) conservato presso:

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio