Eddie Brock

personaggio immaginario dell'universo Marvel
Eddie Brock
UniversoUniverso Marvel
Lingua orig.Inglese
Alter ego
  • Edward Charles Allan Brock (nome completo)
  • Venom (quando è legato con il simbionte)
Autori
EditoreMarvel Comics
1ª app.
  • settembre 1986 (come Eddie Brock)
  • marzo 1988 (come Venom)
1ª app. in
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
Specieumano
SessoMaschio
Luogo di nascitaAmerica
ProfessioneGiornalista

Eddie Brock è un personaggio dei fumetti pubblicati dalla Marvel Comics. È un uomo che è stato cacciato dal suo lavoro da giornalista ed è diventato un vigilante una volta legato al simbionte Venom con cui stringe un'alleanza, inizialmente nemico giurato di Spider-Man, più tardi si evolve in un semplice rivale e occasionale alleato.

BiografiaModifica

Edward Charles Allan Brock ebbe un'infanzia e un'adolescenza molto tristi. La madre morì alla sua nascita e il padre, Carl Brock, si dimostrò sempre freddo e distaccato nei suoi confronti, incolpandolo per la morte della moglie dovuta al parto. Eddie cresce in una chiesa cattolica di San Francisco ed eccelle in campo accademico e sportivo nel tentativo di guadagnare l'approvazione di suo padre ma non ci riesce. Il giovane Eddie fu anche vittima di bullismo e cercò in tutti i modi di acquistare la fiducia e l'attenzione del prossimo ricorrendo sempre più spesso alle bugie e all'inganno.

Dopo la laurea, Eddie, affascinato dal mondo del giornalismo, si trasferisce a New York City ottenendo un lavoro come giornalista per il Daily Globe. In questi anni Eddie riuscì anche a trovare l'amore di una donna, la studentessa di giurisprudenza Anne Weying, affascinata dal suo spirito intraprendente. Anche se si dimostra un giornalista di grande talento, suo padre lo tratta ancora con indifferenza.[1]

Alla ricerca del successo e del riscatto personale, Eddie indaga su un serial killer, il Mangiapeccati, e viene contattato da Emil Gregg, che sostiene di essere l'assassino. Eddie scrisse gli articoli più incisivi della sua vita, che fecero aumentare le vendite del Globe e crescere la sua popolarità come giornalista. Alla fine fu costretto dalla polizia e dal suo editore a rivelare il nome dell'assassino. Tuttavia, il vero Mangiapeccati (il detective Stan Carter) viene catturato dall'Uomo Ragno e si scopre che l'uomo intervistato da Brock era un mitomane. A causa dell'errore, Eddie perse la sua reputazione, venne licenziato dal Globe, sua moglie lo lasciò e suo padre, che negli ultimi tempi si era riavvicinato a lui, lo abbandonò definitivamente. Dovendo ricominciare tutto da capo e incapace di trovare un lavoro stimabile, è costretto a lavorare per le riviste scandalistiche.

Umiliato e disperato, Eddie iniziò a odiare l’Uomo Ragno, incolpandolo per la sua rovina. Brock si occupa di bodybuilding per ridurre lo stress, ma la rabbia e la depressione rimangono. Nel frattempo, l'Uomo Ragno usa i rintocchi delle campane in una chiesa per rimuovere il suo costume nero (in realtà un alieno parassita chiamato "simbionte") dopo aver realizzato che sta tentando di legarsi permanentemente con lui.[2] Data la sua vita professionale e personale in frantumi, Brock va nella stessa chiesa, dove prega il perdono a Dio e con l'intenzione di togliersi la vita. Il simbionte, risentito dopo essere stato rifiutato dall'Uomo Ragno, trovò Eddie Brock e si legò con lui prima di compiere il suo gesto fatale, dandogli poteri sovrumani e rivelandogli l'identità segreta dell'Uomo Ragno.[3]

L'uomo e il simbionte comprendono di avere molte cose in comune (una su tutte, l'odio per Spider-Man) e dall'unione fra i due nasce Venom, un essere altamente letale che somiglia all'eroe in costume nero ma con un aspetto fisico più minaccioso. Tuttavia Venom non uccide per divertimento: segue una logica ferrea quanto distorta nel tentativo di proteggere gli innocenti dalle ingiustizie. Vedono in Spider-Man un simbolo dell'ipocrisia sociale. Inizialmente l'ossessione di Venom fu esclusivamente quella di uccidere l'Uomo Ragno, ma nonostante i loro numerosi scontri, l'arrampicamuri riuscì sempre a cavarsela.

Un giorno un frammento del simbionte si legò con il serial killer Cletus Kasady, creando così il folle Carnage. Venom, sebbene sia suo "padre", lo odia ancora più ferocemente dell'Uomo Ragno (in quanto usa i suoi poteri per il piacere dell'omicidio) e i due simbionti hanno cercato di uccidersi ad ogni loro incontro. Più volte Venom e Spider-Man hanno dovuto fare una tregua e unire le loro forze per fermare la minaccia di Carnage.

Poteri e abilitàModifica

Eddie Brock non ha poteri sovrumani senza il simbionte. Prima di unirsi al simbionte, possiede una forza a livello olimpico, impegnandosi in esercizi di allenamento fisico (in particolare con il sollevamento pesi).[3][4] Dopo essersi separato dal simbionte e aver sofferto di cancro, Brock perde gran parte della sua prestanza e possiede la forza di un umano medio.[5] Il cancro di Brock è curato nel racconto del 2008 "New Ways to Die", e in seguito viene mostrato il suo grande fisico restaurato.[6] Inoltre è un esperto giornalista, oltre ad essere abile nel combattimento corpo a corpo e capace di usare le armi da fuoco.

Grazie alla sua unione con il simbionte, formando Venom, il personaggio acquisisce un'ampia varietà di superpoteri. Il parassita infatti, essendosi legato con l'Uomo Ragno, ha copiato i suoi stessi poteri: forza, resistenza ai danni e alla fatica, agilità e velocità sovrumane, ma con un livello di forza maggiore che può essere aumentato ulteriormente, e persino la capacità di aderire alla maggior parte delle superfici solide e arrampicarsi sui muri. Altre abilità trasmesse a Eddie dal simbionte sono: la capacità di produrre e lanciare ragnatele (simili a quelle dell'Uomo Ragno) a un ritmo istantaneo, la capacità di aumentare la sua massa corporea, assumere l'aspetto di qualsiasi vestito e mimetizzarsi (rendendosi invisibile), la creazione di tentacoli e appendici dal corpo simbiotico, un fattore di guarigione sovrumano, la capacità di vedere al buio e la capacità di non attivare il senso di ragno di Spider-Man.

Altri mediaModifica

CinemaModifica

  • Nel film del 2007 Spider-Man 3, Eddie Brock è interpretato da Topher Grace, e ricopre il ruolo di antagonista principale. Nel film Brock è un fotografo freelance rivale di Peter Parker, oltre ad avere più o meno la sua età, mentre nei fumetti è sulla quarantina e molto più muscoloso. Ha inoltre un interesse per Gwen Stacy, che però non esiste nel fumetto. Incastra Spider-Man con una foto truccata che lo ritrae come un ladro, ma Peter espone l'inganno di Eddie, facendolo licenziare. Rimasto solo e pieno di odio per Peter Parker, Brock incontra il simbionte in una chiesa e diventa il malefico Venom. Dopo aver appreso che Parker è Spider-Man, Venom rapisce la sua amata Mary Jane Watson e stringe un'alleanza con l'Uomo Sabbia per uccidere Spider-Man. Alla fine, Spider-Man strappa il simbionte da Brock e lo distrugge con una bomba. Brock tenta di ricongiungersi con esso e muore nell'esplosione. Questa versione venne criticata dai fan per la mancanza di scrupoli, la giovane età, il fisico meno prestante, il rapporto con Gwen Stacy e il fatto che Eddie e il simbionte non si esprimono insieme pronunciando la frase "Noi siamo Venom".
  • Nel film del 2018 Venom, Eddie Brock è interpretato da Tom Hardy e ricopre il ruolo di protagonista. Eddie Brock è un brillante giornalista che viene licenziato dopo che ha cercato di sventare i piani del perfido direttore della Life Foundation, Carlton Drake, il quale intende attuare un'invasione di simbionti (una razza aliena) per distruggere l'umanità, tuttavia un giorno si lega a un simbionte di nome Venom e i due stringono un'alleanza per sconfiggere Drake prima che sia troppo tardi. Questa è finora la versione cinematografica più fedele, ritraendo Eddie Brock come un giornalista e un eroe-antieroe, oltre al fatto che Eddie e il simbionte dialogano insieme, rispetto dal film precedente.

Cartoni animatiModifica

  • Eddie Brock compare nella serie animata Spider-Man - L'Uomo Ragno come uno dei principali antagonisti dell'Uomo Ragno. Eddie inizialmente lavora come reporter al Daily Bugle venendo però licenziato quando confeziona un falso scoop sull'identità dell'Uomo Ragno e incolpando quest'ultimo dei suoi guai, dopo aver perso un secondo lavoro. Riprende a lavorare per il Bugle accusando l'Uomo Ragno per il furto di una pietra spaziale (commesso in realtà da Rhino), venendo licenziato di nuovo dopo che John Jameson, figlio del direttore del giornale, e l'Uomo Ragno rivelano la verità dei fatti. Tornato disoccupato, cerca di eliminare l'Uomo Ragno anche con l'aiuto del simbionte che, in un primo momento, è stato il costume nero dell'Arrampicamuri. È doppiato in inglese da Hank Azaria, mentre in italiano da Marco Bolognesi.
  • In Spider-Man Unlimited Eddie/Venom e Cletus Kasady/Carnage partono insieme verso la Contro-Terra, con l'intento di invaderla riproducendo altri simbionti. È doppiato in inglese da Brian Drummond, e in italiano da Riccardo Lombardo.
  • In The Spectacular Spider-Man Eddie è diverso rispetto all'originale: matricola del dottor Curtis Connors e amico di Peter Parker fin dalla preadolescenza, i suoi genitori erano scienziati morti nello stesso incidente aereo che ha ucciso anche quelli di Peter. Dopo aver perso il lavoro si unisce con il simbionte, creando il malefico Venom, e cerca di vendicarsi di Peter. È doppiato in inglese da Ben Diskin, e in italiano da Davide Albano.

NoteModifica

  1. ^ Venom: Lethal Protector 3 (aprile 1993), Marvel Comics
  2. ^ Web of Spider-Man 1 (aprile 1985), Marvel Comics
  3. ^ a b Amazing Spider-Man 300 (maggio 1988), Marvel Comics
  4. ^ Venom: Lethal Protector 4 (maggio 1993), Marvel Comics
  5. ^ New Avengers Annual 1 (novembre 2011), Marvel Comics
  6. ^ The Amazing Spider-Man Presents 1 (novembre 2009), Marvel Comics

Collegamenti esterniModifica

  Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics