Apri il menu principale

StoriaModifica

Nel 1970 viene fondata da Gianfranco Viviani con l'obiettivo di avvicinare i lettori di lingua italiana alla fantascienza e al fantasy, due generi letterari all'epoca quasi assenti nelle librerie.

Viviani si mette in proprio dopo aver lavorato alla Mursia, si avvale della consulenza di Renato Prinzhofer per selezionare i primi romanzi da pubblicare, e, dal 1971, affida la direzione delle collane principali a Riccardo Valla.[1] Valla tiene contatti tra la Nord e l'Agenzia Letteraria Internazionale di Erich Linder, e numerose agenzie e autori internazionali del mondo anglofono,[2] firma numerose traduzioni e prefazioni, e spesso rivede le traduzioni affidate ad altri collaboratori.[3]

Nell'aprile del 2002 la casa è stata acquisita dal Gruppo Longanesi di Stefano Mauri, modificando sia l'ambito editoriale - la cui gestione viene affidata a Stefano Res - sia l'aspetto finanziario e commerciale affidato a Marco Tarò, con un progetto editoriale tendente a riflettere la progressiva sfumatura nella caratterizzazione dei generi, come la narrativa di tipo avventuroso con il giallo, l'horror con l'azione, il fantastico con il noir. Entrano così a far parte del catalogo alcuni popolari autori contemporanei come Frank Schätzing, Laurell K. Hamilton, Susana Fortes, James Rollins, Steve Berry, Glenn Cooper.

Nell'ottobre 2005 la Casa Editrice Nord è entrata a far parte del Gruppo editoriale Mauri Spagnol (GeMS), la nuova holding editoriale nata dall'accordo tra le famiglie Mauri e Spagnol, controllata da Messaggerie Italiane, dalla famiglia Spagnol e da Andrea Micheli, che include oltre alla Casa Editrice Nord le altre sigle: Longanesi, Garzanti, Vallardi, Guanda, Corbaccio, TEA, Salani, Ponte alle Grazie.

Nello stesso anno l'ex direttore e fondatore Gianfranco Viviani entra a far parte della Delos Books.

Principali collaneModifica

NoteModifica

  1. ^ Iannuzzi, Giulia, Distopie, viaggi spaziali, allucinazioni. Fantascienza italiana contemporanea, Milano-Udine, Mimesis, pp. 56-57, ISBN 9788857527659, OCLC 925733594. URL consultato il 10 marzo 2019.
  2. ^ Giulia Iannuzzi, Un laboratorio di fantastici libri. Riccardo Valla intellettuale, editore, traduttore. Con un’appendice di lettere inedite a cura di Luca G. Manenti, Solfanelli, 2019, pp. 55-102.
  3. ^ Giulia Iannuzzi, Traduttore, consulente editoriale, intellettuale: Riccardo Valla e la fantascienza angloamericana in Italia, in EUT Edizioni Università di Trieste, 2017, DOI:10.13137/2421-6763/17363. URL consultato il 10 marzo 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2010194777 · WorldCat Identities (ENno2010-194777