Apri il menu principale

Edna Foster (Boston, 7 aprile 1900 – ...) è stata un'attrice statunitense, attiva come attrice bambina nel cinema muto dal 1911 al 1915 (tra gli 11 e i 15 anni d'età) come interprete e protagonista in numerosi film di David W. Griffith,.

BiografiaModifica

Edna Chapman Foster nasce a Boston, Massachusetts, nel 1900.

Seguendo un apprendistato condiviso da molti altri attori bambini del tempo Edna comincia giovanissima la sua carriera nel vaudeville in coppia con la sorella Flora Foster (nata, sempre a Boston, il 4 marzo 1898, di due anni più grande di lei), per giungere quindi al cinema a undici anni, nel 1911. Il debutto in una piccola parte in Bobby, the Coward (1911) la pone subito all'attenzione del regista David W. Griffith, il quale le affiderà negli anni seguenti numerosi ruoli da protagonista.

Secondo le accettate convenzioni dell'epoca, era comune che in teatro e al cinema ad attrici bambine (da Marie Eline a Violet Radcliffe) si offrissero indifferentemente parti di bambina e di bambino. Il caso di Edna è tuttavia singolare, in quanto ad ella vengono affidate non solo pressoché esclusivamente parti maschili ma la Biograph costruisce su di lei un personaggio di bambino, "Billy", ripetuto in diverse pellicole. È il primo caso nella storia del cinema di un personaggio maschile ad essere creato basandosi su un'interprete femminile.[1] La Biograph nasconde la vera identità dell'attrice e a lungo anche sulla stampa ci si riferisce a "Billy" come ad un attore bambino.

La sorella Flora Foster è presente solo in alcune pellicole. La sua più significata interpretazione resta quella d'esordio, nella quale, impiegata anch'essa in un ruolo di bambino, interpreta nel 1911 il primo David Copperfield della storia del cinema.[2]

Un'intervista alle due sorelle pubblicata nel luglio 1914 sulla rivista Motography rivela che i due "ragazzi della Biograph" ("Billy e Flora") sono in realtà entrambe due ragazze ("Biograph Kids Are Wonderful Girls"). Al giornalista le due sorelle (allora di 16 e 14 anni) appaiono dimostrare entrambe molto meno delle loro età. La star (o "the boss") è chiaramente "Billy" (Edna), che rivela una personalità forte, in linea con il suo personaggio, affermando di preferire ruoli da ragazzo e di non essere diversa nella vita. Dopo la scuola, le piace mischiarsi ai ragazzi del quartiere e giocare con loro a baseball e rugby. È lei ad aver scelto il nome di "Billy" per il personaggio maschile che interpreta sullo schermo e con orgoglio afferma che "da allora Billy è divenuto il soprannome con la quale tutti comunemente mi chiamano". Mostra con soddisfazione i propri muscoli dell'avambraccio a dimostrazione della propria forza. Flora conferma che la sorella "si comporta proprio come un ragazzo" ("she really is just like a boy"), mentre a lei piace cucire e cantare. Anche Flora si rivolge a Edna come "Billy" e rivela di aver interpretato il ruolo maschile di David Copperfield, originariamente destinato a Edna, solo perché "a Billy non piacciono le storie tristi".[3]

Flora Foster muore poco dopo la pubblicazione dell'intervista, il 21 settembre 1914, a Chicago. Edna si ritira non ancora quindicenne dalla scene; sulla sua vita da allora non si hanno altre informazioni.

RiconoscimentiModifica

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Laura Horak, Girls Will Be Boys", pp. 34-35.
  2. ^ "Flora Foster" in "Internet Movie Database".
  3. ^ "Biograph Kids Are Wonderful Girls", Motography 12.1 (4 luglio 1914), pp.3-4.

BibliografiaModifica

  • Laura Horak, Girls Will Be Boys: Cross-Dressed Women, Lesbians, and American Cinema, 1908-1934 (Rutgers University Press, 2016)

Collegamenti esterniModifica