Edoardo De Angelis (regista)

regista e sceneggiatore italiano
Edoardo De Angelis

Edoardo De Angelis (Napoli, 31 agosto 1978) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

BiografiaModifica

Nasce a Napoli, dove tuttora vive, trascorre l'infanzia a Portici ma la sua famiglia si trasferisce poi a Caserta.

Dopo essere stato giocatore di pallanuoto, a 19 anni scopre il cinema e realizza i suoi primi cortometraggi tra le cave abbandonate e le campagne di Caserta.

Nel 2006 si diploma in regia presso il Centro sperimentale di cinematografia. Suo saggio di diploma è il cortometraggio Mistero e passione di Gino Pacino, storia di un uomo che sogna di fare l'amore con santa Lucia e perde la vista per il senso di colpa. Questo cortometraggio gli procura il premio della critica presso il 1° Küstendorf Film and Music Festival dove incontra Emir Kusturica e Paula Vaccaro che lo aiuteranno a realizzare il suo primo lungometraggio.

Nel 2011 realizza il suo lungometraggio di esordio Mozzarella Stories. Il regista serbo Emir Kusturica in un'intervista concessa a Il Venerdì di Repubblica ha definito Edoardo De Angelis un "talento visionario"[1][2].

Prodotto da Bavaria Media Italia, Eagle Pictures e Centro Sperimentale di Cinematografia Production. Emir Kusturica è executive producer. Tra gli interpreti Aida Turturro, Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Andrea Renzi e Luca Zingaretti.

Francesco Alberoni, dedica al film un editoriale del Corriere della Sera: "Gli artisti spesso intuiscono il senso dei tempi. Lo ha fatto Edoardo De Angelis nel suo bellissimo e divertente film"[3].

Nel 2014, con la società fondata assieme a Pierpaolo Verga, la O' Groove, scrive dirige e produce il suo secondo lungometraggio: Perez., presentato in selezione ufficiale fuori concorso alla 71ª Mostra del Cinema di Venezia.

Nel 2016 firma l'episodio Magnifico Shock del film in tre episodi Vieni a vivere a Napoli, presentato in anteprima al Bifest.

Nel 2016 firma la regia e la sceneggiatura di Indivisibili, presentato alle Giornate degli autori della Mostra del cinema di Venezia, vincendo il Premio Pasinetti come miglior film e una menzione speciale alle gemelle esordienti Angela Fontana e Marianna Fontana. Il film vince inoltre 6 David di Donatello, 5 Nastri d'argento oltre al Premio Guglielmo Biraghi per Angela e Marianna Fontana e 8 Ciak d'oro[4][5].

Nel 2018 realizza Il vizio della speranza, che vince il premio del pubblico alla Festa del Cinema di Roma oltre al premio per miglior regista e miglior attrice protagonista al Tokyo International Film Festival, 1 David di Donatello, 3 Ciak d'oro e 3 Nastri d'argento.

Dello stesso anno anche il libro dal titolo omonimo, Il vizio della speranza.

Nel 2020 dirige una Tosca per il Teatro di San Carlo di Napoli[6].

Vita privataModifica

È sposato con l'attrice e sceneggiatrice Pina Turco da cui ha avuto un figlio, Giorgio.

FilmografiaModifica

RegistaModifica

CortometraggiModifica

  • Okappa e Kappao (2000)
  • Lo Scambio (2001)
  • Mors Tua (2002)
  • Tropical Snack (La merendina tropicale) (2005)
  • Quanta donna vuoi (2004)
  • Mistero e passione di Gino Pacino (2008)
  • Fisico da spiaggia (2009)

LungometraggiModifica

SceneggiatoreModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Intervista rilasciata a Il Venerdì del 23 settembre 2011
  2. ^ Monica Bellucci sul set per Edoardo De Angelis, in Repubblica.it, 7 agosto 2018. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  3. ^ La crisi e il compito più duro: far nascere un mondo diverso
  4. ^ Tutti i premiati dei CIAK D'ORO 2017, su www.ivid.it. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  5. ^ Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello, su www.daviddidonatello.it. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  6. ^ Sensuale e potente Tosca: al San Carlo un'opera trionfale, su la Repubblica, 24 gennaio 2020. URL consultato il 23 febbraio 2020.
  7. ^ MOZZARELLA STORIES di Edoardo De Angelis (2011) | OPERE PRIME, in OPERE PRIME, 20 gennaio 2017. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  8. ^ MYmovies.it, Indivisibili, su MYmovies.it. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  9. ^ Edoardo De Angelis: 'Il mio nuovo film a Castel Volturno sull'Italia che cambia', su Repubblica Tv - la Repubblica.it, 8 settembre 2018. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  10. ^ David di Donatello 2017 le nomination: testa a testa tra "La pazza gioia" e "Indivisibili", in L’Huffington Post, 21 febbraio 2017. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  11. ^ Mo-Net s.r.l. Milano-Firenze, Premi e nomination di Edoardo De Angelis | MYmovies, su www.mymovies.it. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  12. ^ Ciak d'Oro 2017: tutti i premi - Ciak Magazine, in Ciak Magazine, 8 giugno 2017. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  13. ^ Edoardo De Angelis vince al Festival di Tokyo | Video Sky - Sky TG24 HD, su video.sky.it. URL consultato il 14 febbraio 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN149146331931518692246 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016048778