Apri il menu principale

Efraim Medina Reyes (Cartagena de Indias, 29 giugno 1967) è uno scrittore, poeta, musicista, giornalista, regista, sceneggiatore e drammaturgo colombiano.

Indice

BiografiaModifica

Efraim Medina Reyes vive tra Bogotà e Cartagena. Nel 1988 ha esordito con Seis informes e nel 1995 ha vinto il Premio nazionale per il racconto con la raccolta Cinema albero. Oltre al suo romanzo più famoso, C'era una volta l'amore ma ho dovuto ammazzarlo ha scritto La sessualità della pantera rosa, Tecniche di masturbazione tra Batman e Robin e la raccolta di poesie intitolata Pistoleri/puttane e dementi (Greatest Hits). Ha inoltre diretto il film Esercizio dell'anima e scrive per il teatro. Ha scatenato molte polemiche quando ha sparato a zero sulla tradizione novellistica latino-americana, Gabriel García Márquez compreso[1].

CuriositàModifica

OpereModifica

RomanziModifica

Raccolte di raccontiModifica

  • Cinema Albero (Cinema árbol y otros cuentos, 1996, Fusi Orari 2007, trad. Gina Maneri)

Raccolte di poesieModifica

  • Una pared y otros poemas (1985)
  • El automóvil sepia (1990)
  • Chupa nena, pero despacio (1990)

DrammaturgieModifica

  • Poetas y carniceros (1991)

Libri per bambiniModifica

  • Sarah e le balene (Sarah y las ballenas, Orecchio Acerbo, trad. Gina Maneri)

DiscografiaModifica

SolistaModifica

  • Canciones mediocres (1990)
  • Canciones aún más mediocres (1991)
  • El duelo (1994, con la collaborazione di Carlos Jacquin e Miro Pablo)

Con i 7 Torpes BandModifica

  • La forma del vacío (2010)

FilmografiaModifica

Regista e sceneggiatoreModifica

  • Ejercicios del ansia (1991)
  • Tres horas mirando un chimpancé
  • Eso no me infla la banana
  • Versión de sujetos al atardecer
  • No te aferres a nada que no puedas abandonar en 5 segundos

NoteModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24845365 · ISNI (EN0000 0000 6634 3680 · LCCN (ENno97033952 · BNF (FRcb145751297 (data)