Egor Kuz'mič Ligačëv

politico sovietico
Egor Kuz'mič Ligačëv
Yegor Ligachyov.jpg
Ligačëv a Neuzelle nel 1989

Secondo Segretario del Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Durata mandato 10 marzo 1985 –
14 luglio 1990
Predecessore Michail Gorbačëv
Successore Vladimir Ivaško (come Vice-segretario generale)

Capo del Dipartimento di lavoro organizzativo del Comitato centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Durata mandato 29 aprile 1983 –
23 aprile 1985
Predecessore Ivan Kapitonov
Successore Georgij Razumovskij

Primo Segretario del Comitato Regionale di Tomsk del Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Durata mandato 26 novembre 1965 –
29 aprile 1983
Predecessore Ivan Marcenko
Successore Aleksandr Melnikov

Deputato del Soviet dell'Unione del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature VII, VIII, IX, X, XI
Circoscrizione Oblast' di Tomsk

Dati generali
Partito politico Partito Comunista dell'Unione Sovietica
(1944-1990)
Partito Comunista della Federazione Russa
(dal 1993)
Università Istituto dell'Aviazione di Mosca

Egor Kuz'mič Ligačëv (in russo: Егор Кузьмич Лигачёв?; Dubinkino, 29 novembre 1920) è un politico sovietico dal 1991 russo.

BiografiaModifica

Nato nel Governatorato di Tomsk, terminò nel 1943 l'Istituto aeronautico Ordžonikidze di Mosca e iniziò a lavorare a Novosibirsk, dove fu attivo nel Komsomol e poi nel PCUS. Fece parte della Segreteria del Comitato partitico regionale dell'Oblast' di Novosibirsk dal 1958 al 1959, e successivamente fu Primo segretario del Comitato dell'Oblast' di Tomsk (1965-1983). Divenne membro del Comitato Centrale del PCUS nel 1976, della Segreteria nel 1983 e del Politburo nel 1985,[1] dopo l'elezione a Segretario generale di Michail Gorbačëv. Nella dirigenza dell'epoca della Perestrojka, Ligačëv si distinse per la linea moderata e più conservatrice rispetto a quella radicale di Aleksandr Jakovlev, mentre Gorbačëv si poneva fra i due in una posizione intermedia.[2]

Egor Ligačëv si ritirò dalla scena politica nel 1990.[1]

OnorificenzeModifica

  Ordine di Lenin (2)
— 1970, 1980
  Ordine della Rivoluzione d'ottobre
— 1976
  Ordine della Bandiera rossa del lavoro (2)
— 1948, 1967
  Ordine del distintivo d'onore
— 1957

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (RU) A. B. Bezborodov, N. V. Eliseeva (a cura di), Istorija Kommunističeskoj partii Sovetskogo Sojuza [Storia del Partito comunista dell'Unione Sovietica], Mosca, Političeskaja ėnciklopedija, 2014, pp. 671, ISBN 978-5-8243-1824-1.
  • (RU) Ligačëv Egor Kuz'mič, su Spravočnik po istorii Kommunističeskoj partii i Sovetskogo Sojuza 1898-1991. URL consultato il 17 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2017).

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN12409244 · ISNI (EN0000 0001 1038 6443 · LCCN (ENn87855091 · GND (DE118896423 · BNF (FRcb124837620 (data) · NDL (ENJA00470485 · WorldCat Identities (ENlccn-n87855091