Apri il menu principale
Ejército del Perú
Esercito Peruviano
Emblem of the Peruvian Army.svg
Descrizione generale
Attiva1821
NazionePerù Perù
ServizioEsercito
Dimensione78 400 soldati attivi
14 000 riservisti
MottoHasta quemar el último cartucho (Fino a quando l'ultima cartuccia verrà sparata)
ColoriRosso e bianco
Battaglie/guerreIndipendenza del Perù
Guerra grancolombo-peruviana
Guerra della Confederazione
Guerra delle Isole Chincha
Guerra del Pacifico
Guerra colombo-peruviana
Guerra ecuadoriano-peruviana
Conflitto interno peruviano
Guerra del Cenepa
Anniversari9 dicembre, Giorno dell'Esercito
7 giugno, Giorno della Battaglia di Arica e della Bandiera Nazionale
Comandanti
GeneraleJorge Orlando Céliz Kuong
(novembre 2018 - )[1]
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Esercito Peruviano (Ejército del Perú, abbreviato EP) è l'arma delle forze armate peruviane con il compito di salvaguardare l'indipendenza, la sovranità e l'integrità del territorio nazionale in terra attraverso la forza militare. Le missioni includono l'assistenza nella salvaguardia della sicurezza interna, la conduzione in caso di catastrofe le operazioni e la partecipazione ad operazioni internazionali di pace. Celebra l'anniversario della Battaglia di Ayacucho (1824), il 9 dicembre.

Indice

StoriaModifica

Le tradizioni militari in territorio peruviano risalgono al periodo preispanico, andando da piccole bande armate ai grandi eserciti assemblati dagli Inca. Dopo la conquista spagnola, vennero tenute piccole guarnigioni in posizioni strategiche, ma un esercito permanente non esistette fino alle riforme borboniche del XVIII secolo. Lo scopo principale di questa forza era la difesa del Vicereame dai pirati e dai corsari così come dalle ribellioni interne.

IndipendenzaModifica

L'Ejército del Perú venne ufficialmente istituito il 18 agosto 1821, quando il governo del generale José de San Martín istituì la Legión Peruana de la Guardia (Legione Peruviana della Guardia), anche se alcune unità della milizia vennero formate prima. Le truppe peruviane furono i partecipanti chiave nella campagna finale contro il dominio spagnolo in America Latina, sotto la guida del generale Simón Bolívar, che si concluse vittoriosamente nelle battaglie di Junín ed Ayacucho nel 1824.

XIX SecoloModifica

 
Battaglia di Arica, 7 luglio, 1880.
Dipinto di Juan Lepiani

Dopo la Guerra di Indipendenza la forte posizione dell'esercito e la mancanza di istituzioni politiche solide significarono che ogni presidente peruviano fino al 1872 tenne qualche grado militare. L' Ejército del Perú ebbe anche un ruolo importante nella definizione dei confini nazionali, partecipando a numerose guerre contro i paesi vicini. Ciò incluse un conflitto indeciso contro la Gran Colombia (1828-1829), le guerre della Confederazione Perù-Bolivia (1836-1839), due invasioni della Bolivia (1827-1828 e 1841) e una breve occupazione dell'Ecuador (1859-1860). A partire dal 1842, l'aumento delle entrate statali dalle esportazioni di guano permise l'espansione e la modernizzazione dell'esercito, così come il consolidamento del suo potere politico. Questi miglioramenti furono un fattore importante nella sconfitta di una spedizione navale spagnola nella Battaglia di Callao (1866). Tuttavia, gli eccessi di spesa continui e un debito pubblico in crescita portarono ad una crisi fiscale cronica nel 1870, che colpì gravemente i bilanci della difesa. La conseguente mancanza di preparazione militare in combinazione con la direzione difettosa furono le principali cause della sconfitta del Perù contro il Cile nella guerra del Pacifico (1879-1883). La ricostruzione dell'esercito iniziò lentamente dopo la guerra a causa di una generale mancanza di fondi. Una svolta importante in questo processo fu l'arrivo nel 1896 di una missione militare francese contratta dal presidente Nicolás de Piérola. Nel 1900 la forza di pace dell'esercito venne valutata in sei battaglioni di fanteria (circa 2.000 soldati), due reggimenti e quattro squadroni di cavalleria (tra sei e settecento soldati), e un reggimento di artiglieria (poco più di 500 soldati) per un totale di 3.075 soldati.[2] Venne riferita una scuola militare, operante nel Distretto di Chorrillos di Lima e ufficiali francesi continuavano a facilitare la riorganizzazione dell'esercito.

XX SecoloModifica

Durante i primi anni del XX secolo l'esercito peruviano subì una serie di riforme, sotto la guida della Missione Militare Francese che operò nei periodi 1896-1914, 1919-1924 e 1932-1939. I cambiamenti inclusero la razionalizzazione dello Stato Maggiore, l'istituzione della Escuela Superior de Guerra (accademia militare) nel 1904, la creazione di quattro regioni militari (Nord, Centro, Sud ed Oriente) nel 1905 e una professionalizzazione generale della carriera militare. I miglioramenti di questo tipo furono strumentali nella buona performance dell'esercito nelle schermaglie di confine con la Colombia (1911 e 1932) e un importante guerra contro l'Ecuador (1941).

Anche se l'esercito peruviano non venne coinvolto nella seconda guerra mondiale, questo conflitto ebbe un effetto significativo nel suo sviluppo, soprattutto attraverso la sostituzione dell'influenza militare francese con quella degli Stati Uniti. Una missione militare statunitense iniziò ad operare nel 1945, seguita da un afflusso di surplus di materiale militare americano consegnato come aiuto militare o venduto ad un costo molto basso. Washington si affermò anche come leader di difesa continentale attraverso la creazione del Consiglio di Difesa Interamericano nel 1942 e la firma del Trattato interamericano di assistenza reciproca nel 1947. Uno sviluppo parallelo fu la fondazione nel 1950 del Centro de Altos Estudios Militares (CAEM, Centro di Alti Studi Militari) per la formazione degli ufficiali nei principali problemi della nazione al di là quelli relativi alla sua difesa militare.

L'esercito peruviano fu il protagonista dei Gobierno Revolucionario de las Fuerzas Armadas (Governo Rivoluzionario delle Forze Armate), un governo militare istituzionalizzato che governò il paese tra il 1968 e il 1980. Durante questo periodo, le spese per la difesa furono sottoposte ad una crescita esponenziale che consentì una rapida espansione delle forze armate e un livello senza precedenti di acquisizioni di armi. Nei primi anni '70, l'influenza statunitense sopra l'esercito venne sostituita da un massiccio afflusso di formazione ed equipaggiamento sovietico. Il potere politico venne restituito ai civili nel 1980, ma l'aumento del gruppo di ribelli terroristi Sendero Luminoso (Sentiero Luminoso) richiese l'impiego di diverse unità dell'Esercito nel ruolo di controguerriglia. Violazioni dei diritti umani associate a questo intervento e un netto calo nel bilancio della difesa a causa di una crisi economica generale causarono seri problemi al morale e alla disponibilità dell'Esercito, così come misero a dura prova le relazioni civili-militari.

La presidenza di Alberto Fujimori (1990-2000) vide l'esercito riconquistare il protagonismo nella scena pubblica, ma il suo maggiore potere politico ha portato ad alcuni casi di corruzione. Il conflitto interno cessò per la maggior parte dopo la cattura nel 1992 di Abimael Guzmán, leader del gruppo terroristico Sendero Luminoso, ma una breve guerra di confine con l'Ecuador scoppiò nel 1995. Durante questo periodo, le donne vennero incorporate nell'esercito prima come coscritti nel 1993 e poi come ufficiali nel 1997. I commando dell'Esercito ebbero una partecipazione importante nell'esercitazione Chavín de Huantar , che mise fine alla crisi degli ostaggi all'ambasciata giapponese. Nel 1999, un anno dopo la firma di un trattato di pace con l'Ecuador, la coscrizione venne soppressa e sostituita dal servizio militare volontario.

XXI SecoloModifica

 
La fanteria peruviana sbarca dai veicoli di combattimento della fanteria nell'esercitazione Cruz de Hueso del 2007

La caduta del regime di Alberto Fujimori ha lasciato l'esercito peruviano in uno stato difficile, con alcuni dei suoi ufficiali anziani compromessi in scandali di corruzione e violazioni dei diritti umani. Diverse riforme sono state intraprese durante le presidenze di Valentín Paniagua (2000-2001) e Alejandro Toledo (2001-2006), tra i quali il perseguimento dei casi penali connessi ai militari, la riorganizzazione del sistema dei gradi militari e una maggiore supervisione civile attraverso un rinnovato Ministero della Difesa. Il risultato di questa e di altre iniziative è un fattore importante di ordine, maggiore preparazione, nuove attrezzature e lo sviluppo dell' Ejército del Peru . G-3 America (G3 e Associates International Corporation) ha facilitato l'integrazione di nuove tecnologie per eliminare o ridurre il terrorismo. Ha lavorato tenacemente per ottenere il giusto equipaggiamento per le forze armate mentre lavorava con il Dipartimento di Stato e le compagnie statunitensi per realizzarlo.

OrganizzazioneModifica

 
Reggimento di Cavalleria della Scuola Militare di Chorrillos.

L'attuale comandante generale dell'Esercito peruviano è il generale Ricardo Moncada Oblitas. Le forze terrestri sono subordinate al Ministero della Difesa e, infine, al Presidente come Comandante in Capo delle forze armate. Esse sono organizzate come segue:

Le unità operative sono assegnate ad una delle seguenti regioni militari, che sono direttamente subordinate al Comando Generale dell'Esercito attraverso il Comando delle Operazioni Terrestri.

Región Militar del NorteModifica

Regione Militare Nord e 1ª Divisione, con sede a Piura

Región Militar del CentroModifica

Regione Militare Centro/Centro-sud e 2ª Divisione, con sede a Lima

Región Militar del SurModifica

Regione Militare Sud e 3ª Divisione, con sede ad Arequipa

  • 3ª Brigata Corazzata (Moquegua)
  • 6ª Brigata Corazzata
  • 3ª Brigata di Cavalleria (Tacna)
  • 4ª Brigata di Montagna (Puno)
  • 5ª Brigata di Montagna (Cuzco)
  • 6ª Brigata Forze Speciali
  • 3ª Brigata Comunicazioni Divisionali

Región Militar del OrienteModifica

Regione Militare Orientale e 4ª Divisione, con sede ad Iquitos

  • 5ª Brigata della Giungla (Iquitos)
  • 35ª Brigata della Giungla

Region Militar VModifica

5a (Centro-nord) Regione Militare e Divisione

  • 2ª Brigata di Fanteria
  • 31ª Brigata di Fanteria
  • 32ª Brigata del Genio

PersonaleModifica

 
Ordine di battaglia (clicca per ingrandire)
Personale (a partire dal 2001)[3]
Ufficiali 6,231
Sottufficiali 13,586
Allievi 1,090
Sottufficiali in addestramento 1,000
Arruolati 54,321
Civili 11,480
Totale 76,228 (escl. civili)

Gradi militariModifica

  • Gradi militari di ufficiali, sottufficiali e arruolati dell'Esercito [1]

Ufficiali[4]

Rango Ufficiali generali Ufficiali superiori Ufficiali subalterni
Distintivo di grado                  
Grado General de Ejército Generale di Divisione Generale di Brigata Coronel Teniente Coronel Mayor Capitán Teniente Subteniente o Alférez

Personale Ausiliario o subalterno[4]

Rango Tecnici Sottufficiali
Distintivo di grado                
Grado Técnico Superior General del Ejército[5][6] Técnico Jefe Superior Técnico Jefe Técnico de primera Técnico de segunda Técnico de tercera Suboficial de primera Suboficial de segunda Suboficial de tercera

Truppa e specialisti[4][7]

Rango Truppa specializzata Truppa
Distintivo di grado        
Grado Especialista Superior Especialista de primera Especialista de segunda Especialista de tercera Sargento primero Sargento segundo Cabo Soldado

EquipaggiamentoModifica

Armi di fanteriaModifica

Nome Tipo Calibro Origine Notes
FN Five-seveN Pistola semi-automatica FN 5.7×28mm Belgio
Smith & Wesson M&P9 Pistola semi-automatica 9×19mm Parabellum Stati Uniti
Beretta 92 Pistola semi-automatica 9×19mm Parabellum Italia
Browning Hi-Power Pistola semi-automatica 9×19mm Parabellum Belgio
Stati Uniti
Winchester 1300 Fucile a pompa Calibro 12 Stati Uniti
M16A2 Fucile d'assalto 5.56×45mm NATO Stati Uniti
M4A1 Fucile d'assalto 5.56×45mm NATO Stati Uniti
Zastava M21[8] Fucile d'assalto 5.56×45mm NATO Serbia
F2000 Fucile d'assalto 5.56×45mm NATO Belgio Forze speciali
SAR-21 Fucile d'assalto 5.56×45mm NATO Singapore Forze speciali
FAD Fucile d'assalto, mitragliatrice leggera, fucile di precisione 5.56×45mm NATO Perù
AKM Fucile d'assalto 7.62×39mm Unione Sovietica solo Aviotrasportato
Galil Fucile d'assalto 5.56×45mm NATO Israele
Galil ACE Fucile d'assalto 5.56×45mm NATO Colombia
FN SCAR-L
FN SCAR-H
.[9]
Fucile d'assalto
Fucile da battaglia
5.56×45mm NATO
7.62×51mm NATO
Belgio
FAL 50.00
FAL 50.41/FALO
Fucile da battaglia 7.62×51mm NATO Belgio
G3 Fucile da battaglia 7.62×51mm NATO Germania
Galatz Fucile da precisione 7.62×51mm NATO Israele
Beretta PM12S Pistola mitragliatrice 9×19mm Parabellum Italia
BXP Pistola mitragliatrice 9×19mm Parabellum Sudafrica
MP5A4
MP5A5
MP5SD
MP5K
Pistola mitragliatrice 9×19mm Parabellum Germania
P90 Pistola mitragliatrice 5.7×28mm Belgio
Uzi Pistola mitragliatrice 9×19mm Parabellum Israele
M249
Minimi
Mitragliatrice leggera 5.56×45mm NATO Belgio
Ultimax 100 Mitragliatrice leggera 5.56×45mm NATO Singapore
Mini-SS Mitragliatrice leggera 5.56×45mm NATO Sudafrica
Browning M1919A4
Browning M1919A4A6
Mitragliatrice media .30-06 Springfield Stati Uniti
Heckler & Koch HK21E Mitragliatrice media 7.62×51mm NATO Germania
PK
PKM
Mitragliatrice media 7.62×54mmR Unione Sovietica
MAG Mitragliatrice media 7.62×51mm NATO Belgio
M2 Mitragliatrice pesante .50 BMG (12.7×99mm NATO) Stati Uniti
DShK Mitragliatrice pesante 12.7×108mm Unione Sovietica
MGL Lanciagranate 40mm Sudafrica
Type 87 (lanciagranate) Lanciagranate 35x32mm Cina
MGL-6
XRGL-40
Lanciagranate 40mm Sudafrica
M203 Lanciagranate 40mm Stati Uniti
M65 RPG 88.9 mm Spagna
RPG-22 Neto RPG 72.5 mm Unione Sovietica
RPG-7V RPG 85mm Unione Sovietica Airtronic RPG-7 visto con le forze speciali nella Grande Parata Militare del Perù del 2013.[10]
Alcotán-100 Lanciarazzi anticarro 100mm Spagna 74 lanciatori con 660 razzi, per cavalleria, fanteria di montagna, forze speciali[11]
Panzerfaust 3 Lanciarazzi anticarro 110mm Germania 181 lanciatori con 1,700 razzi, per fanteria corazzata e forze speciali[11]

CorazzatiModifica

Nome Tipo Versione Quantità Origine Notes
T-55 MBT T-55M 69[12] Unione Sovietica 180 mezzi non aggiornati e 24 tra carri recupero e da addestramento.[12]
AMX-13 Carro armato leggero AMX-13/105
ALACRAN
69[12]
24[12]
Francia Acquistati in due lotti: il primo nel 1956, riguardante 30 esemplari armati con cannone da 75 mm, seguiti nel 1968-1969 da 78 carri con cannone da 105 mm.[12] Dei 93 modernizzati e dotati tutti del cannone da 105 mm, 24 sono stati ulteriormente aggiornati nella versione ALACRAN con l'installazione di una nuova torretta dotata di lanciatore per missili 9M113 KORNET-E.[12]
M-113A1 APC M-113A1 130[12] Stati Uniti Dei 140 M-113A1 consegnati nel 1974-1976, 130 esemplari sono stati aggiornati allo standard ARMADILLO 1/2 con l'installazione di cannoni senza rinculo da 73 mm SPG-9 e missili MALYUTKA 2, oppure una mitragliera Orbital-ATK M-230LF da 30 mm, più il lanciamissili binato BARRIER R-2 nazionale.[12]
UR-416 APC UR-416 210 Germania 220 esemplari acquistati nel 1970-1972.[12]
Fiat 6614 APC Fiat 6614-G 45[12] Italia Consegnati 60 esemplari.[12]
BTR-60 APC 12[12] Unione Sovietica
M3 Half-track APC M-3A1 50 Stati Uniti
BRDM-2/Malyutka Autoblindo 30[12] Unione Sovietica Delle 44 consegnate nel1974-1978, 30 sono state modernizzate con l'installazione di missili MALYUTKA 2.[12]
Fiat 6616 Autoblindo Fiat 6616-H ~50[12] Italia Consegnati 70 esemplari.[12]
M8 Greyhound Autoblindo 60 Stati Uniti
M-20 Greyhound Autoblindo 6 Stati Uniti
HMMWV Veicolo utility leggero M1151A1
M1165A1
12[12]
24[12]
Stati Uniti 36 esemplari acquistati nel 2004.[12]

ArtiglieriaModifica

Nome Tipo Versione Quantità Origine Notes
M46 Cannone da 130 mm M46 36 Unione Sovietica
OTO Melara 105mm M56 Obice da 105 mm M56 24 Italia
D30 Obice da 122 mm D30 Lyagushka 36 Unione Sovietica
M101 Obice da 105 mm M-2A1 63 Stati Uniti
Yugoimport M56 Obice da 105 mm M-56 72 Jugoslavia Copia del M101A1
SOFAM Obice da 155 mm SOFAM 12 Francia
M109 Obice semovente da 155 mm M109A2 12 Stati Uniti
RO-107 Lanciarazzi multiplo da 107 mm Denel RO-107 Mechem 4 Sudafrica
BM-21 Grad Lanciarazzi multiplo da 122 mm BM-21 24 Unione Sovietica solo 14 in servizio.
Type 81 Lanciarazzi multiplo da 122 mm Type 90B 40 Cina Rimpiazzante il BM-21.[13][14]
9K132 Lanciatore portatile a tubo singolo Grad-1P Partisan 20 Unione Sovietica
BM-13 Katyusha Lanciarazzi multiplo da 132 mm BM-13 Katyusha 2 Unione Sovietica

Armi anticarroModifica

Nome Tipo Versione Quantità Origine Notes
M40A2 Cannone senza rinculo da 106 mm M40A2 36 Stati Uniti
Carl Gustav M2 Cannone senza rinculo da 84 mm Gustav M2 6 Svezia
SPG-9 Cannone senza rinculo da 73 mm SPG-9 (Копё) 2 Unione Sovietica
9K11 Malyutka Arma guidata anticarro AT-3 Sagger B 1800 missili Unione Sovietica Verrà rimpiazzato dagli ATGM Kornet e Spike
Kornet Arma guidata anticarro Kornet-E 288 missili Russia
Spike Arma guidata anticarro MR
LR
288 missili[15] Israele

Sistemi di difesa antiaereaModifica

Nome Tipo Versione Quantità Origine Notes
ZSU-23-4 Shilka Cannone antiaereo semovente da 23 mm 32 Russia
ZU-23-2 Cannone automatico antiaereo gemello da 23mm 80 Unione Sovietica
Bofors 40 mm Cannone automatico antiaereo L/60 40 28 Svezia
9K38 Igla MANPADS SA-18 Grouse
SA-16 Gimlet
200 missili Russia
QW-1 Vanguard MANPADS CPMIEC QW-18 18 Cina
Grom MANPADS 150 in ordine Polonia 150 set di missili e sistemi di fuoco, più altri 96 missili in contenitori di lancio. Da consegnare nel marzo 2014.[16]
Poprad Veicolo semovente antiaereo 6 in ordine Polonia Ognuno equipaggiato con 4 missili Grom. Da consegnare nel marzo 2014.[16]
S-125 Neva/Pechora SAM 14 Russia
SPYDER SAM 1 batteria in ordine Israele Include 6 camion lanciatori, 1 camion radar, e 1 camion di rifornimento. Da consegnare nel marzo 2014.[16][17]

Mezzi AereiModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[18]
Note Immagine
Aerei da trasporto
Antonov An-32 Cline   Ucraina aereo da trasporto An-32B 3[19][18] 3 An-32B ricevuti alla fine del 1994 e tutti in servizio al luglio 2019.[19]
Beechcraft 1900   Stati Uniti aereo da trasporto B1900D 1[18]
Cessna 208 Caravan   Stati Uniti aereo da trasporto leggero C208 1[18]
Cessna Citation Excel   Stati Uniti aereo da trasporto VIP Citation XLS 1[18]
Beechcraft King Air 350   Stati Uniti aereo da trasporto leggero B350 1[18]
Elicotteri
Mil Mi-17 Hip   Russia elicottero da trasporto Mi-8
Mi-171Sh
44[18]
AgustaWestland AW109   Italia elicottero utility AW109K 2[18]
Enstrom 280   Stati Uniti elicottero da addestramento F-280FX 1[20][18] Uno dei 2 esemplari in servizio al dicembre 2018 è precipitato a gennaio 2019.[20]
Enstrom F-28   Stati Uniti elicottero da addestramento F-28 3[18]
Robinson R44   Stati Uniti elicottero da addestramento R44 1[18]

Equipaggiamento FuturoModifica

Il Perù prevede di acquisire tra i 120 e 170 carri armati, T-90S russi, M1A1 Abrams statunitensi, Leopard 2A4 spagnoli e Leopard 2E6 olandesi, così come i T-64E e i T-84 ucraini sono in studio.[21] A settembre 2013 i Leopard 2A4/6 registrati vennero squalificati a causa della complessità logistiche. I contendenti attuali sono l'ucraino T-84, i T-90S o i T-80 russi, e l'americano M1A1 Abrams.[22] Alla fine di settembre 2013, il sudcoreano K2 Black Panther venne iscritto al concorso.[23] Nel mese di ottobre 2015, la Cina offrì il carro armato MBT-3000 per il concorso.[24]

La Russia sta spingendo per la vendita di 110 veicoli trasporto truppe BTR-80A in Perù. Il Perù sta anche cercando di sostituire i suoi sistemi di difesa aerea SA-3.[25] Il Perù ha chiesto informazioni alla Russia circa il BTR-80A e il BMP-3.[26]

Il Ministero della Difesa peruviano ha assegnato un contratto generale di USD $67.000.000 alla Dynamics Land Systems-Canada per 32 veicoli corazzati leggeri (LAV) per i Marines peruviani. Il contratto è stato firmato con la Canadian Commercial Corporation, una società della Corona del governo del Canada.[27]

Eroi e patroniModifica

Inno dell'EsercitoModifica

Testo spagnolo

El ejército unido a la historia
por fecunda y viril tradición,
se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
El ejército unido a la historia
por fecunda y viril tradición,
se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
Se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
Evocando un pasado glorioso
del Incario su antiguo esplendor,
Ayacucho, Junín, Dos de Mayo
libertad conquistó con valor.
Zarumilla, La Breña y Arica
gestas son que a la historia legó
Bolognesi ¡oh, sublime soldado!
por patrono ejemplar te aclamó.
El ejército unido a la historia
por fecunda y viril tradición,
se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
El ejército unido a la historia
por fecunda y viril tradición,
se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
Se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
Las fronteras altivo defiende
cual guardián del honor nacional
de su pueblo recibe las armas
y es bastión de justicia social.
Soy soldado que en filas milito
y un deber tengo yo que cumplir,
a la patria vivir consagrado
y por ella luchar a morir.
El ejército unido a la historia
por fecunda y viril tradición,
se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
El ejército unido a la historia
por fecunda y viril tradición,
se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.
Se corona con lauros de gloria
al forjar una libre nación.

Traduzione italiana

L'esercito è entrato nella storia
Per tradizione fertile e virile,
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
L'esercito è entrato nella storia
Per tradizione fertile e virile,
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
Evocando un glorioso passato
Dell'Impero Inca al suo antico splendore,' '
Ayacucho, Junin, Dos de Mayo
La libertà ha vinto con coraggio.
Zarumilla, La Brena ed Arica
Azioni sono che la storia ha lasciato in eredità
Bolognesi oh, soldato sublime!
Un padrone esemplare, voi l'avete acclamato.
L'esercito è entrato nella storia
Per tradizione fertile e virile,
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
L'esercito è entrato nella storia
Per tradizione fertile e virile,
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
I confini superbi difende difende
Quale custode dell'onore nazionale
Dal suo popolo riceve le armi
Ed è un baluardo di giustizia sociale.
Sono un soldato che in questi ranghi milito
E io ho il dovere di compiere
Vivere devoto alla patria
Combattere e morire per esso.
L'esercito è entrato nella storia
Per tradizione fertile e virile,
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
L'esercito è entrato nella storia
Per tradizione fertile e virile,
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.
È coronato di alloro di gloria
Per costruire una nazione libera.

NoteModifica

  1. ^ "PERÙ RENUEVA LA CÚPULA MILITAR DE SUS FUERZAS ARMADAS", su infodefensa.com, 1 novembre 2018, URL consultato il 1 novembre 2018.
  2. ^ Keltie, J.S., ed. The Stateman's Year Book: Statistical and Historical Annual of the States of the World for the Year 1900. New York: MacMillan, 1900. p 887. (Retrieved via Google Books 3/4/11.).
  3. ^ Copia archiviata, su resdal.org. URL consultato il 6 maggio 2006 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007)., based on Supreme Decree DS No. 69 DE/SG of 2001.
  4. ^ a b c Grados Militares, Ejército del Perú (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  5. ^ Grado militar honorífico.
  6. ^ Reconocen a Técnico Jefe Superior General del Ejército[collegamento interrotto], Ejército del Perú.
  7. ^ Congreso aprobó ley del soldado especialista, Ejército del Perú.
  8. ^ Blic Online - NATO vojnici nose srpske puške, su Blic Online. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  9. ^ Programas de modernización y principales adquisiciones de las FAS de Perú. defensa.com (2011-05-12). Retrieved on 2011-05-15.
  10. ^ USA Now An Exporter Of The RPG-7 - Thefirearmblog.com, 1 August 2013.
  11. ^ a b Peru receives, displays new anti-tank weapons - Janes.com, 4 August 2013.
  12. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s "Il futuro delle Forze Armate Peruviane" - RID Rivista italiana difesa" N. 12 - 12/2016 pp. 73-76
  13. ^ Peru; Army acquired Chinese 122mm MLRS Archiviato il 22 dicembre 2015 in Internet Archive. - Dmilt.com, 1 January 2014.
  14. ^ Peruvian army selects Chinese Type 90B 122mm MLRS Launch Rocket System to replace BM-21 - Armyrecognition.com, 13 January 2014.
  15. ^ SIPRI arms transfer database, Stockholm International Peace Research Institute, Information generated on 25 August 2011. URL consultato il 25 agosto 2011.
  16. ^ a b c Peru’s Next-Generation Air Defenses, su Defense Industry Daily, 21 marzo 2012. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  17. ^ Peru Goes Wide For Air Defense Needs - Strategypage.com, April 5, 2012.
  18. ^ a b c d e f g h i j k (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 25. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  19. ^ a b "LOS ANTONOV AN-32B EN PERÙ", su defensa.com, 3 luglio 2019, URL consultato il 7 luglio 2019.
  20. ^ a b "DOS MILITARES MUERTOS EN EL ACCIDENTE DE UN ENSTROM F-280FX DE LA AVIACIÓN DEL EJÉRCITO DEL PERÙ", su defensa.com, 23 gennaio 2019, URL consultato il 24 gennaio 2019.
  21. ^ Russia offers T-90S main battle tank to Peruvian Army, su strategicdefenceintelligence.com. URL consultato il 24 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2014).
  22. ^ Peru; Future main battle tank projects lags on despite criticism Archiviato il 28 settembre 2013 in Internet Archive. - Dmilt.com, 2 September 2013.
  23. ^ Peru; Korean contender enters MBT competition Archiviato il 2 ottobre 2013 in Internet Archive. - Dmilt.com, 30 September 2013.
  24. ^ China has offered its VT4 main battle tank to replace old T-55 of Peruvian army - Armyrecognition.com, 12 October 2015.
  25. ^ Russia to promote Pantsir-S1 air defense system to Brazil and T-90S main battle tank to Peru - Armyrecognition.com, 9 October 2013.
  26. ^ Peru; Army mulls BTR-80 and BMP-3 procurement Archiviato il 22 febbraio 2014 in Internet Archive. - Dmilt.com, 5 February 2014.
  27. ^ Nathan Gain, World Defence News: General Dynamics Awarded $67Mn by the Peruvian Ministry of Defence for Light Armoured Vehicles, su worlddefencenews.blogspot.com. URL consultato il 24 dicembre 2014.

BibliografiaModifica

  • (ES) Basadre, Jorge, Historia de la República del Perú. Editorial Universitaria, 1983.
  • (ES) Cobas, Efraín, Las Fuerzas Armadas Peruanas en el Siglo XXI. CESLA, 2003.
  • Cruz, César, "Latin America Air Forces Survey - Peru". Air Forces Monthly 220: 77-78 (July 2006).
  • International Institute for Strategic Studies, The Military Balance 2000-2001. IISS, 2000.
  • (ES) Mejía, Lewis and César Cruz, "La Aviación del Ejército del Perú".
    Defensa 290: 42-48 (June 2002).
  • (ES) Ministerio de Defensa del Perú, Libro blanco de la defensa nacional.
    http://www.mindef.gob.pe/lb_2005/index.htm Archiviato il 7 novembre 2006 in Internet Archive.
  • (ES) Rial, Juan, Los militares tras el fin del régimen de Fujimori-Montesinos.
    https://web.archive.org/web/20070927210407/http://www.resdal.org/art-rial.htm
  • (ES) Tecnología Militar, N°1/2006 ISSN 0722-2904
  • (ES) Marchessini, Alejo, "Plan Bolognesi: Actualidad y Futuro del Ejército del Peru". Defensa 347 (March 2007).
  • Aircraft information files Brightstar publishing File 344 sheet 4

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra