Apri il menu principale
Elena Moretti
ElenaMorettiJudo.JPG
Atleta di Judo Elena Moretti
Nazionalità Italia Italia
Altezza 163 cm
Peso 48 kg
Judo Judo pictogram.svg
Categoria -52 kg.
Società Fiamme Azzurre
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Pescara 2009 -48 kg
Transparent.png Europei U23
Oro Antalya 2009 -48 kg
Transparent.png Tornei Internazionali
Bronzo World Cup Rome 2009 -48 kg
Bronzo World Cup Madrid 2009 -48 kg
Bronzo Grand Prix Baku 2011 -48 kg
Bronzo Grand Slam Mosca 2011 -48 kg
Oro World Cup Rome 2011 -48 kg
Bronzo IJF Masters 2012 -48 kg
Oro World Cup Rome 2012 -52 kg
Transparent.png Italiani Assoluti
Oro Genova 2008 -48 kg
Oro Crotone 2009 -48 kg
Oro Novara 2011 -52 kg
Oro Catania 2013 -52 kg
Bronzo Asti 2014 -52 kg
Transparent.png Italiani Under 23
Oro Aci Castello 2008 -48 kg
Bronzo Torino 2009 -48 kg
Transparent.png Coppa Italia
Bronzo Roma 2005 -52 kg
Oro Lanciano 2008 -48 kg
Transparent.png Campionati Nazionali Universitari
Oro Salsomaggiore Terme -52 kg
Statistiche aggiornate al 4-12-2013

Elena Moretti (Brescia, 29 giugno 1987) è una judoka italiana, cintura nera 5º Dan, atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre dal 2009 con il grado di Assistente; combatte attualmente nella categoria di peso -52 Kg.

Indice

BiografiaModifica

Si avvicina sin da giovanissima al mondo del judo, iscrivendosi, a soli 8 anni, alla palestra Judo Yokohama A.S.D. di Marone, suo paese d'origine.

Dopo alcuni anni di formazione e dopo aver ottenuto le prime medaglie a livello nazionale ai Campionati Italiani Esordienti e Cadetti, si trasferisce, nel 2004, all'Associazione Sportiva Dilettantistica Judo Club Capelletti di Brescia, guidata dal maestro Franco Capelletti, attualmente cintura nera 9° Dan di judo. Qui inizia ad affrontare i primi tornei internazionali, e colleziona risultati sempre più importanti a livello nazionale, culminati nel 2008 con la conquista di tutte le medaglie d'oro in palio nella categoria -48 Kg: si classifica infatti al primo posto al Campionato Italiano Assoluto, al Campionato Italiano Under 23 ed alla Coppa Italia. Sempre nel 2008, ottiene anche una medaglia di bronzo alla World Cup disputata a Roma.

A partire dal 2009 entra a far parte del G.S. Fiamme Azzurre, ottenendo in questo stesso anno buoni risultati: dopo aver vinto il suo secondo titolo italiano consecutivo ed ottenuto due medaglie di bronzo al Campionato Italiano Under 23 ed alla World Cup di Madrid, il 2 luglio conquista la medaglia d'oro ai XVI Giochi del Mediterraneo disputati a Pescara, e pochi mesi dopo, il 20 novembre, ad Antalia si laurea campionessa d'Europa Under 23, battendo in finale l'olandese Brigit Ente. Grazie a questi risultati, a Moretti viene assegnato l'Oscar CONI dello sport bresciano 2009 come miglior Atleta Judo. La cerimonia di premiazione, patrocinata dal Comune di Brescia e dalla Provincia di Brescia, si è svolta nella prestigiosa sala del Vanviltelliano di Palazza Loggia in Brescia.

Moretti entra a far parte stabilmente della Nazionale di Judo, ed i risultati negli anni continuano ad arrivare: Elena ottiene nel 2011 il suo terzo titolo italiano, stavolta eccezionalmente nella categoria -52 Kg, e si classifica al terzo posto nei tornei "Grand Prix" di Baku e "Grand Slam" di Mosca, oltre a conquistare la World Cup di Roma battendo in finale l'altra atleta azzurra in gara, Valentina Moscatt.

La marcia di avvicinamento al sogno olimpico culmina ad Almaty nel gennaio 2012, dove Elena ottiene il terzo posto nell'IJF Masters, gara ad inviti riservata ai migliori 16 atleti della World Ranking List e che per entità dei punteggi è inferiore soltanto alle Olimpiadi ed al Campionato del Mondo. Questo risultato permette all'atleta di fare un passo decisivo nella conquista della qualificazione olimpica.

Il 7 maggio 2012 viene ufficialmente selezionata come una dei 9 judoka che rappresenteranno l'Italia ai Giochi della XXX Olimpiade di Londra. Il 28 luglio debutta alle Olimpiadi affrontando nei sedicesimi di finale della categoria -48 kg la judoka argentina Paula Pareto dalla quale viene sconfitta per yuko dopo un equilibrato incontro. La judoka argentina, già medaglia di bronzo ai Giochi olimpici di Pechino 2008, si classificherà successivamente al 5º posto nella competizione.

Il nuovo quadriennio olimpico segna il definitivo passaggio di Elena Moretti nella categoria di peso -52 kg, dove ottiene subito una medaglia d'oro nella World Cup di Roma battendo in finale la kosovara Majlinda Kelmendi, numero uno del Ranking Mondiale. Successivamente, ad aprile 2013, Moretti ottiene il suo quarto titolo italiano assoluto battendo in finale la promettente atleta campionessa d'Europa juniores 2013 Odette Giuffrida, ed a giugno dello stesso anno viene sconfitta nella finale per il terzo posto ai XVII Giochi del Mediterraneo di Mersin dalla padrona di casa turca Ayse Saadet Arca.

A dicembre 2013 Moretti annuncia di aspettare una bambina, e prende pertanto un periodo di pausa dall'attività agonistica.[1] Il 15 aprile 2014 diventa mamma dando alla luce la piccola Gaia, ed il 30 novembre dello stesso anno torna sul tatami in occasione del 48º Campionato Italiano Assoluto Femminile di Asti, mostrandosi subito in discreta forma e classificandosi al terzo posto nella categoria -52 kg.[2]

Nel 2015 Moretti si riaffaccia sulla scena internazionale, arrivando ai piedi del podio al Grand Prix di Budapest, torneo di qualificazione olimpica, dopo una sfortunata finale 3/5º posto contro l'ostica spagnola Gomez. Il 24 maggio l'Atleta partecipa per la prima volta al Campionato Nazionale Universitario e conquista abilmente la medaglia d'oro, spalancando così le porte per la partecipazione all'Universiade di Gwanju 2015, dove viene eliminata agli ottavi di finale dall'Atleta brasiliana Valentim.

PalmarèsModifica

Giochi del MediterraneoModifica

Campionati Europei Under 23 di judoModifica

Tornei Internazionali di judoModifica

Campionati Italiani Assoluti di judoModifica

Campionati Italiani Under 23 di judoModifica

Coppa Italia JU/SE di judoModifica

Campionati Nazionali Universitari di judoModifica

  •   Oro nella categoria 52 kg (Salsomaggiore Terme 2015)

NoteModifica

  1. ^ corriere.it, >Ciao tatami, ci rivediamo, su archiviostorico.corriere.it, 04-12-2013. URL consultato il 10-12-2013 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  2. ^ italiajudo.com, http://www.italiajudo.com/assoluti-conferme-novita-ad-asti/.

Collegamenti esterniModifica