Eleonora di Trastámara (1402-1445)

Eleonora d'Aragona
D. Leonor de Aragão, Rainha de Portugal - The Portuguese Genealogy (Genealogia dos Reis de Portugal).png
Eleonora d'Aragona in un’illustrazione della Genealogia dos Reis de Portugal (1530/34)
Regina consorte del Portogallo
Brasão de armas do reino de Portugal (1385).svg Arms Aragon-Sicily (Template).svg
In carica 14 agosto 1433 –
9 settembre 1438
Predecessore Filippa di Lancaster
Successore Isabella d'Aviz
Nome completo Eleonora Fernández di Trastámara
Nascita Castiglia, tra il 1400 e il 1402
Morte Toledo, 19 febbraio 1445
Luogo di sepoltura Monastero di Batalha
Dinastia Trastámara
Padre Ferdinando I di Aragona
Madre Eleonora d'Alburquerque
Consorte di Edoardo I del Portogallo
Figli Giovanni
Filippa
Alfonso
Maria
Fernando
Eleonora
Edoardo
Caterina
Giovanna
Religione Cattolicesimo

Eleonora Fernández di Trastámara o Eleonora d'Aragona o Eleonora d'Alburquerque (Leonor in spagnolo, asturiano, in galiziano, in portoghese, in aragonese e in basco, Elionor in catalano. Alienora in latino, Eleanor in inglese e Aliénor o Éléonore in francese, Eleonore in tedesco e Eleonora in fiammingo; Castiglia, 1400/02Toledo, 19 febbraio 1445) è stata principessa della casa reale castigliana, regina consorte del Portogallo dal 1433 al 1438, poi reggente del regno negli anni 1438 e 1439.

Eleonora d'Aragona, regina del Portogallo.

Origini familiari[1][2][3][4]Modifica

Figlia quintogenita (seconda femmina) del principe di Castiglia e León, e futuro re della corona d'Aragona e di Sicilia, Ferdinando (figlio secondogenito di Giovanni I e della sua prima moglie Eleonora di Aragona[5]) e di Eleonora d'Alburquerque (1374 - 1435), figlia secondogenita dell'infante di Castiglia e conte d'Alburquerque, Sancho Alfonso[6] (1342-1375),e della di lui moglie, Beatrice del Portogallo[7] (1347-1381).

BiografiaModifica

Dopo il compromesso di Caspe (1412), suo padre, Ferdinando, divenne re della corona d'Aragona e, di conseguenza, Eleonora divenne infante d'Aragona[1].

 Lo stesso argomento in dettaglio: Compromesso di Caspe.

Dopo che suo padre, Ferdinando divenuto re della corona d'Aragona, dovette lasciare la Castiglia per raggiungere l'Aragona Eleonora seguì i genitori in Aragona mentre i suoi tre fratelli, Alfonso (il futuro re d'Aragona Alfonso V), Giovanni (il futuro re d'Aragona e di Navarra, Giovanni II) ed Enrico, detti gli infanti d'Aragona rimasero in Castiglia

Re d'Aragona
Casa di Trastámara

Ferdinando I
Alfonso V
Figli
Giovanni II
Ferdinando II

Il suo matrimonio con l'erede al trono del Portogallo, Edoardo fu concordato, a Barcellona, nel 1428, da suo fratello, Alfonso V e dal duca di Coimbra, Pietro, fratello di Edoardo, che rientrava nella penisola iberica dopo dieci anni di viaggi in Europa, Anatolia, Terra Santa ed Egitto.
Il 22 settembre del 1428, a Coimbra, Eleonora sposò Edoardo[1], figlio terzogenito del re del Portogallo João I o Giovanni I d'Aviz (figlio del re del Portogallo Pietro I il Giustiziere e della sua amante, Teresa Lourenço, figlia di un mercante di Lisbona, Lourenço Martins, sembra di origine galiziana) e sua moglie, Filippa di Lancaster, figlia Giovanni di Gand, duca di Lancaster (figlio di Edoardo III d'Inghilterra e zio del re d'Inghilterra, Riccardo II) e di Bianca di Lancaster (1345-1369), figlia di Enrico di Grosmont, primo duca di Lancaster.
Come tutte le regine portoghesi ricevette una dote consistente nella città di Santarém, con tutte le sue rendite, ed inoltre Alvaiázere, Sintra e Torres Vedras.

Eleonora divenne regina il 14 agosto 1433[1] quando suo suocero morì di peste.

Il marito, Edoardo, morì di peste, come suo padre, sua madre e sua nonna prima di lui, il 13 settembre del 1438, poco dopo il disastro di Tangeri[8], lasciando il trono al figlio Alfonso, minorenne, che divenne re Alfonso V, sotto la reggenza della madre[1], come da espresso desiderio testamentario di Edoardo, confermato dalle cortes, tenute a Torres Novas ancora nel 1438. Questa decisione non piacque alla popolazione di Lisbona, che iniziò a ribellarsi, ma il cognato di Eleonora, conestabile di Portogallo, Giovanni entrò nella città e riuscì a spegnere ogni tentativo di ribellione, mentre l'altro cognato, Pietro raccoglieva il malcontento intorno a sé, per cui fu richiesto alle cortes di pronunciarsi sulla reggenza:

  • lasciarla ad Eleonora, appoggiata dalla maggioranza dei nobili, come da volontà testamentarie, oppure
  • darla invece a Pietro, Duca di Coimbra, lo zio del re, che aveva l'appoggio di una parte della nobiltà ma soprattutto della popolazione

Le cortes (pare che Pietro riuscisse negli intrighi meglio del fratellastro, Alfonso, conte di Barcelos e futuro duca di Braganza, che parteggiava per la regina madre), riunite a Lisbona, nel dicembre del 1439, si pronunciarono per Pietro.
La regina madre, Eleonora, e Alfonso si rivolsero allora a Giovanni (fratellastro e genero di Alfonso), che aveva il controllo della città di Lisbona, per avere il suo appoggio e poter mantenere la reggenza contro la volontà delle cortes, ottenendone però un rifiuto.
Eleonora, nel 1440, dovette cedere il potere a Pietro e lasciò il Portogallo per ritirarsi a vivere a Toledo in Castiglia, dove morì il 19 febbraio del 1445[1].
Nel 1456 la salma di Eleonora fu traslata al Monastero di Batalha, in Portogallo[1].

Figli[9][3][10][11]Modifica

Eleonora diede a Edoardo nove figli:

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Enrico II di Castiglia Alfonso XI di Castiglia  
 
Eleonora di Guzmán  
Giovanni I di Castiglia  
Giovanna Manuele Giovanni Manuele  
 
Bianca de La Cerda y Lara  
Ferdinando I di Aragona  
Pietro IV di Aragona Alfonso IV di Aragona  
 
Teresa di Entenza  
Eleonora d'Aragona  
Eleonora di Sicilia Pietro II di Sicilia  
 
Elisabetta di Carinzia  
Eleonora di Trastámara  
Alfonso XI di Castiglia Ferdinando IV di Castiglia  
 
Costanza del Portogallo  
Sancho Alfonso d'Alburquerque  
Eleonora di Guzmán Pietro Núñez di Guzmán  
 
Giovanna Ponzia di Lèon  
Eleonora d'Alburquerque  
Pietro I del Portogallo Alfonso IV del Portogallo  
 
Beatrice di Castiglia  
Beatrice del Portogallo  
Inés de Castro Pedro Fernández de Castro  
 
Aldonza Lorenzo de Valladares  
 

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g (EN) Reali di Aragona
  2. ^ (EN) Casa d'Ivrea- genealogy
  3. ^ a b (EN) Enrico d'Aragona PEDIGREE
  4. ^ (DE) Ferdinando I d'Aragona genealogie mittelalter Archiviato il 9 agosto 2004 in Internet Archive.
  5. ^ Eleonora di Aragona era la figlia del re della corona d'Aragona Pietro IV il Cerimonioso e della sua terza moglie Eleonora di Sicilia, figlia del re Pietro II di Sicilia
  6. ^ Sancho Alfonso era figlio del re di Castiglia e León, Alfonso XI, e della sua amante Eleonora di Guzmán e quindi era il fratello di Enrico II di Trastámara e il fratellastro di Pietro I il Crudele.
  7. ^ Beatrice del Portogallo era figlia del re del Portogallo, Pietro I il Giustiziere e della sua amante e poi moglie segreta, Inés de Castro.
  8. ^ L'attacco alla città di Tangeri, in Marocco, ebbe successo, ma a prezzo di alte perdite umane. Il fratello più giovane di Edoardo, Ferdinando d'Aviz (1402–1443), fu catturato, tenuto in ostaggio e morì in seguito in prigionia a Fès.
  9. ^ (EN) Capetingi del Portogallo- genealogy Archiviato il 22 novembre 2010 in Internet Archive.
  10. ^ (EN) Reali di Portogallo
  11. ^ (DE) Edoardo del Portogallo genealogie mittelalter Archiviato il 2 luglio 2008 in Internet Archive.

BibliografiaModifica

  • Rafael Altamira, Spagna, 1412-1516, in Storia del mondo medievale (trad. della Cambridge Medieval History), vol. VII, 1999, pp. 546–575
  • Edgar Prestage, Il Portogallo nel medioevo, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VII, pp. 576–610, Garzanti, 1999

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81187900 · ISNI (EN0000 0000 5679 2976 · LCCN (ENnb2013020846 · GND (DE136924344 · CERL cnp01159464 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2013020846