Elettrometro

strumento per misurare cariche elettriche

Un elettrometro è uno strumento elettrico usato per misurare la carica elettrica o la differenza di potenziale elettrico.[1] Ne esistono di diverse tipologie, che vanno dagli storici strumenti meccanici fatti a mano ai dispositivi elettronici di alta precisione. I moderni elettrometri basati su tubo a vuoto o tecnologia allo stato solido possono essere utilizzati per effettuare misure di tensione e carica con correnti di dispersione molto basse, fino a 1 femtoampere. Uno strumento più semplice ma correlato, l'elettroscopio, funziona su principi simili ma indica solo le grandezze relative di tensioni o cariche.

Elettrometro di Volta
Elettrometro di Kolbe, strumento che usa una sottile foglia d'oro. Questo ha una leggera paletta in alluminio imperniata appesa accanto a una piastra metallica verticale. Quando caricata, la paletta viene respinta dalla piastra e si blocca ad angolo.

Elettrometri storiciModifica

Elettrometri moderniModifica

NoteModifica

  1. ^ Fleming, John Ambrose (1911). "Electrometer" . In Chisholm, Hugh (ed.). Encyclopædia Britannica. 9 (11th ed.). Cambridge University Press. pp. 234–237.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Elettrochimica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di elettrochimica