Apri il menu principale

Elezione del capo provvisorio dello Stato del 1947

2ª elezione del capo dello Stato della Repubblica Italiana
Elezione del capo provvisorio dello Stato del 1947
Stato Italia Italia
Data 26 giugno 1947
Legislatura Assemblea Costituente
Enrico De Nicola.jpg
Eletto Enrico De Nicola
Partito Partito Liberale Italiano
Voti 405
72,8 %
Scrutinio I
Capo provvisorio uscente
Enrico De Nicola
Left arrow.svg 1946 1948 Right arrow.svg

L'elezione del capo provvisorio dello Stato del 1947 si è svolta il 26 giugno dello stesso anno.

Capo provvisorio dello Stato, eletto al I scrutinio, è Enrico De Nicola.

Indice

Aspetti generaliModifica

Il 25 giugno 1947, Enrico De Nicola presenta le sue dimissioni da Capo provvisorio dello Stato, ufficialmente per motivi di salute,[1] secondo taluni per riacquisire legittimità dopo che il termine annuale dell'Assemblea costituente cui era legato anche il suo mandato, era scaduto ma, in realtà, in polemica con le scelte politiche effettuate dal presidente del Consiglio Alcide De Gasperi che aveva mutato composizione alla compagine di governo (da tripartito DC-PSI-PCI a uno schieramento di centro)[2].

La rinuncia dell'incarico non può essere respinta dalla Costituente che, il giorno dopo, rielegge Enrico De Nicola a capo provvisorio dello Stato con 405 voti a favore su 431 votanti e 556 aventi diritto (72,8%).

Non trattasi di elezione presidenziale, poiché tale istituto non esiste ancora; tuttavia, il 1º gennaio 1948, De Nicola assumerà le attribuzioni e il titolo di presidente della Repubblica Italiana a norma della I disposizione transitoria e finale della Costituzione della Repubblica Italiana.

L'elezioneModifica

Preferenze per Enrico De NicolaModifica

Gli aventi diritto al voto sono 556.

Scrutinio Voti Preferenze
I 431 72,8%

26 giugno 1947Modifica

I scrutinioModifica

Per la nomina è richiesta una maggioranza di tre quinti dei 556 membri dell'Assemblea .[3]

Dati votazione Nome Voti
Presenti 431 Enrico De Nicola 405
Votanti 431 Pietro Nenni 2
Astenuti 0 Giuseppe Salvatore Bellusci 2
Maggioranza 334 Cipriano Facchinetti 2
Schede bianche 19
Schede nulle 1

Risulta eletto: Enrico De Nicola

NoteModifica

  1. ^ La Stampa - Consultazione Archivio
  2. ^ Piero Craveri, De Nicola, Enrico, in: Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 38 (1990)
  3. ^ De Nicola rieletto con 405 voti su 431, in La Stampa, 27 giugno 1947.

BibliografiaModifica