Elezioni comunali in Sicilia del 1946

Le elezioni comunali del 1946 furono le prime dopo la caduta del fascismo in Italia, comportando il ristabilimento di tutte le amministrazioni municipali, dopo che i comuni erano stati retti da sindaci e giunte provvisorie nominate dall'AMGOT al Sud e dal CLN al Nord.

Le elezioni videro dunque il rinnovo dei consigli comunali in cinque tornate: 10 marzo, 17 marzo, 24 marzo, 31 marzo e 7 aprile. Altri comuni furono rinnovati in autunno con altre otto tornate elettorali il 6 ottobre, 13 ottobre, 20 ottobre, 27 ottobre, 3 novembre, 10 novembre, 17 novembre e 24 novembre.

La legge elettorale approvata col decreto legislativo luogotenenziale nº1 del 1946 stabilì il sistema elettorale proporzionale con metodo D'Hondt per i comuni sopra i 30.000 abitanti, e il sistema elettorale maggioritario plurinominale con voto limitato ai quattro quinti dei seggi per gli altri.

Risultati nei comuni capoluogoModifica

MessinaModifica

Liste voti voti (%) seggi
Fronte dell'Uomo Qualunque (UQ) 15.645 30,60 16
Unione Democratica Nazionale (PLI-PDL) 10.721 20,97 10
Democrazia Cristiana (DC) 8.862 17,33 9
Partito Comunista Italiano (PCI) 7.852 15,36 8
Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (PSIUP) 5.245 10,26 5
Partito Repubblicano Italiano - Partito d'Azione (PRI-PdAZ) 2.805 5,49 2
Totale 51.131 100,00 50

PalermoModifica

Liste voti voti (%) seggi
Fronte dell'Uomo Qualunque (UQ) 19.846 24,53 15
Partito Nazionale Monarchico (PNM) 16.051 19,84 12
Democrazia Cristiana (DC) 11.708 14,47 9
Partito Comunista Italiano (PCI) 9.773 12,08 7
Partito Liberale Italiano (PLI) 9.304 11,50 7
Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (PSIUP) 7.942 9,82 6
Unione Democratica Palermitana per la Ricostruzione (UDPR) 3.236 4,00 2
Unione Palermitana Indipendente (UPI) 3.034 3,75 2
Totale 80.894 100,00 60

TrapaniModifica

Le elezioni si tennero il 7 aprile 1946.

Liste voti voti (%) seggi
Democrazia del Lavoro 7.448 12
Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria (PSIUP) 5.204 9
Partito d'Azione (Pd'Az) 4.216 7
Fronte dell'Uomo Qualunque (UQ) 2.807 4
Democrazia Cristiana (DC) 2.231 3
Partito Liberale Italiano (PLI) 1.553 2
Partito Repubblicano Italiano (PRI) 1.336 2
Partito Comunista Italiano (PCI) 857 1
Totale 100,00 40

CataniaModifica

Liste voti voti (%) seggi
Blocco Nazionale Democratico (PLI-UQ-PNM-Combattenti) 20.237 34,99 18
Blocco del Popolo (PCI-PSIUP) 10.742 18,57 9
Democrazia Cristiana (DC) 9.446 16,33 9
Movimento Indipendentista Siciliano (MIS) 8.862 15,32 8
Democrazia del Lavoro 4.470 7,72 4
Combattenti e Reduci 2.209 3,82 2
Altri 797 1,38 -
Totale 57.843 100,00 50

RagusaModifica

Liste voti voti (%) seggi
Blocco del Popolo (PCI-PSIUP) 8.545 40,6 17
Democrazia Cristiana (DC) 6.690 31,8 13
Fronte dell'Uomo Qualunque (UQ) 4.457 21,1 9
Partito Repubblicano Italiano (PRI) 846 4,0 1
Combattenti e Reduci 272 1,3 0
Movimento Indipendentista Siciliano (MIS) 250 1,2 0
Totale 21.060 100,00 40

Risultati negli altri comuniModifica

La normativa elettorale associava ai capoluoghi tutti i comuni che superassero la popolazione di 30 000 unità. Per questi centri, valevano le stesse norme ed erano da eleggersi un numero di consiglieri calcolato in maniera identica a quella degli capoluoghi.

RipostoModifica

Liste voti voti (%) seggi
Sinistre (PSIUP-PCI) 1.740 41,5
Democrazia Cristiana (DC) 1.262 30,1
Partito Liberale Italiano (PLI) 926 22,1
Movimento Indipendentista Siciliano (MIS) 261 6,3
Totale 100,00

CorleoneModifica

Liste voti voti (%) seggi
Sinistre (PCI-PSIUP) 63,1
Democrazia Cristiana (DC) 25,7
Partito Liberale Italiano-Fronte dell'Uomo Qualunque (PLI-UQ) 11,1
Totale 100,00

Cattolica EracleaModifica

Liste voti voti (%) seggi
Sinistre (PCI-PSIUP) 1.841 56,56 24
Democrazia Cristiana - PLI - PDL (DC-PLI-PDL) 1.414 43,44 6
Totale 100,00 30