Apri il menu principale

Elezioni legislative in Francia del 1988

Elezioni legislative in Francia del 1988
Stato Francia Francia
Data 5 e 12 giugno 1988
Legislatura IX (1988-1993)
Legge elettorale Scrutinio uninominale maggioritario a doppio turno
Bundesarchiv B 145 Bild-F065127-0013, Köln, SPD Wahlveranstaltung, Jospin (recropped).jpg Jacques Chirac mid-eighties.jpg
Leader Lionel Jospin Jacques Chirac
Partito PS · MRG · DVG RPR · UDF · DVD
Coalizione Maggioranza presidenziale Union du Rassemblement et du Centre
I turno 9.199.202
37,64 %
9.887.053
40,46 %
II turno 9.933.387
48,81 %
9.505.243
46,71 %
Seggi
275
263[1]
Assemblee 1988.png
Assemblée nationale IXe législature.png
Primo ministro uscente
Jacques Chirac (1986-1988, RPR)
Michel Rocard (1988, PS)
Left arrow.svg 1986 1993 Right arrow.svg

Le elezioni legislative francesi del 1988 si sono tenute il 5 (primo turno) e il 12 giugno (secondo turno). Esse sono state delle elezioni anticipate a causa della dissoluzione dell'Assemblée nationale a seguito della rielezione del Presidente della Repubblica François Mitterrand nel 1988. Esse hanno visto la vittoria della Maggioranza presidenziale, nell'ambito di una coalizione di sinistra. Primo ministro è stato quindi riconfermato Michel Rocard, che nel frattempo era stato nominato a questa funzione subito dopo le elezioni presidenziali.

ContestoModifica

ElezioniModifica

RisultatiModifica

I risultati sono relativi a 576 circoscrizioni su 577: Francia metropolitana (555), Guadalupa (4), Martinica (4), Guyana (2), La Riunione (5), Saint-Pierre e Miquelon (1), Wallis e Futuna (1), Polinesia Francese (2) e Nuova Caledonia (2); manca Mayotte (1).

Elezioni legislative del 1988[2]
PartitoCandidatoPrimo turno
5 giugno 1988
Ballottaggio
12 giugno 1988
Voti%Voti%
Partito Socialista (PS)Maggioranza presidenziale8 404 11634,399 077 83444,61
Majorité présidentielle (MAJ) e DVGMaggioranza presidenziale515 7662,11605 8652,98
Movimento dei Radicali di Sinistra (MRG/RDG)Maggioranza presidenziale279 3201,14249 6881,23
Raggruppamento per la Repubblica (RPR)Union du Rassemblement et du Centre4 727 55319,354 705 45623,12
Unione per la Democrazia Francese (UDF)Union du Rassemblement et du Centre4 355 14917,824 163 65020,46
DVDUnion du Rassemblement et du Centre804 3513,29636 1373,13
Partito Comunista Francese (PCF) 2 765 94411,32695 6663,42
Fronte Nazionale (FN) 2 345 4219,60216 7041,06
Estrema sinistra (EXG) 89 0720,36
Ecologisti (ECO) 86 3130,35
Estrema destra (EXD) 40 2170,16
REG 23 7870,10
Iscritti38 019 877100,0030 154 077100,00
↳ Votanti (% su iscritti)24 984 83165,7221 056 53269,83
 ↳ Voti validi (% su votanti)24 437 00997,8120 351 00096,65
 ↳ Voti non validi (% su votanti)547 8222,19705 5323,35
↳ Astenuti (% su iscritti)13 035 04634,289 097 54530,17
La maggioranza assoluta all'Assemblée nationale è di 289 seggi (su 577).
La coalizione Majorité présidentielle ottiene la maggioranza relativa dei seggi (275 su 577)
Il Partito Socialista ottiene la maggioranza relativa dei seggi (258 su 577)

SeggiModifica

Seggi ottenuti all'Assemblée nationale[3][4]
Destra parlamentare
Union du Rassemblement et du Centre
Sinistra parlamentare
Majorité présidentielle
Altri partiti Totale
261 275 39 575[1]
RPR UDF CDS DVD PS MRG / DVG PCF FN DIV Totale
127 81 34 19 258 17 25 1 13 575[1]
Gruppi all'Assemblée nationale (16 luglio 1988[3][4])
# Gruppo parlamentare Lista / partito maggioritario Membri App Totale Tipo
Socialiste (SOC) Partito Socialista (PS) 258 17 275 Maggioritario
Rassemblement pour la République (RPR) Raggruppamento per la Repubblica (RPR) 127 3 130 Opposizione
Union pour la démocratie française (UDF) Unione per la Democrazia Francese (UDF) 81 9 90 Opposizione
Union du centre (UDC) Centro dei Democratici Sociali (CDS) 34 7 41 Minoritario*
Communiste (COM) Partito Comunista Francese (PCF) 24 1 25 Minoritario*
Non inscrit 14 0 14
Sièges vacants[1] 2 collegi invalidati dal Consiglio costituzionale prima della prima sessione della IX legislatura; alle elezioni suppletive di settembre 1988 sono stati poi (ri)eletti due deputati del RPR. 2 0 2
# Totale 540 37 577 #
Nota: sono riportati i gruppi così come formatisi all'indomani delle elezioni, i membri dei gruppi possono variare nell'arco della legislatura; accanto al nome del gruppo è riportato il nome della lista dalla quale provengono maggioritariamente i membri del gruppo; i membri dei gruppi non riflettono quindi perfettamente gli eletti delle liste; i membri "apparentati" sono generalmente gli eletti di liste minori o divers; il "tipo" indica l'appartenenza del gruppo alla "maggioranza" (gruppo maggioritario il gruppo più grande, gruppi minoritari tutti gli altri) o all'"opposizione" (se il gruppo lo dichiara espressamente), un asterisco indica se il posizionamento non è chiaro ma deducibile dalla dichiarazione di creazione del gruppo.

AnalisiModifica

Dalle precedenti legislative del 1986, la destra era maggioritaria e al governo, e il Presidente Mitterrand, con la dissoluzione, prevede di ottenere una maggioranza parlamentare per poter avere un governo socialista e applicare il suo programma presidenziale. La Francia è una repubblica semipresidenziale, e in caso di coabitazione prevale la "linea parlamentare", perché in ogni caso il governo deve essere espressione della maggioranza parlamentare.

La coalizione di sinistra Majorité présidentielle tuttavia non ottenne la maggioranza assoluta e, per tutta la legislatura, fu costretta a cercare l'appoggio esterno o dei comunisti o dei moderati centristi dell'Union du centre (gruppo parlamentare autonomo nato dall'UDF).

Il governo Rocard II – composto all'origine da 49 ministri – comprende personalità provenienti dal Partito Socialista e dal Partito Radicale di Sinistra. Ma, poiché l'alleanza di centro-sinistra PS-PRG non ha la maggioranza parlamentare assoulta, il governo è costretto ad un'apertura verso i centristi. Infatti il governo Rocard II comprende anche alcuni (8) ministri centristi provenienti dal Partito Radicale, dal Partito Repubblicano e dal Centro dei Democratici Sociali; i cui deputati si sono riuniti nel gruppo parlamentare Union du centre. Il Partito Comunista Francese invece non è rappresentato al governo.

NoteModifica

  1. ^ a b c d 2 collegi invalidati dal Consiglio costituzionale prima della prima sessione della IX legislatura; alle elezioni suppletive di settembre 1988 sono stati poi (ri)eletti due deputati del RPR.
  2. ^ Données du Centre de données socio-politiques de Sciences Po: Les données des élections e Elections législatives 1958-2012
  3. ^ a b (FR) Effectif des groupes politiques - Neuvième législature (1988 - 1993), su assemblee-nationale.fr (archiviato il 2 maggio 2003).
  4. ^ a b Assemblée nationale élue en 1988.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica