Elezioni parlamentari in Grecia del 2019

Elezioni parlamentari in Grecia del 2019
Stato Grecia Grecia
Data 7 luglio
Affluenza 57,92 % (Aumento 1,35 %)
Kyriakos Mitsotakis (cropped).jpg Alexis Tsipras 2015 (cropped).jpg Fofi Gennimata 2009 (cropped).jpg
Leader Kyriakos Mītsotakīs Alexīs Tsipras Fofi Gennimata
Partito Nuova Democrazia Coalizione della Sinistra Radicale Movimento per il Cambiamento
Voti 2 251 087
39,85 %
1 780 831
31,53 %
457.468
8,10 %
Seggi
158 / 300
86 / 300
22 / 300
Differenza % Aumento 11,76 % Diminuzione 3,91 % Aumento 1,81 %
Differenza seggi Aumento 83 Diminuzione 59 Aumento 5
Greek legislative elections 2019 map.svg
Primo ministro
Kyriakos Mītsotakīs (ND)
Left arrow.svg 2015 (Set.)

Le elezioni parlamentari in Grecia del 2019 si sono tenute il 7 luglio per eleggere i 300 membri del Parlamento ellenico, secondo la Costituzione ellenica.

Un seggio elettorale

Le elezioni si sono tenute pochi mesi prima della naturale scadenza della legislatura, per volere del Primo ministro Alexīs Tsipras a seguito della vittoria del partito d'opposizione di centro-destra Nea Dimokratia alle europee.

I seggi sono stati aperti dalle 7:00 locali (le 6:00 italiane) alle 19:00 locali (le 18:00 italiane).[1]

ContestoModifica

Procedimento elettoraleModifica

I 300 seggi del Parlamento Ellenico vengono distribuiti così: 250 seggi sono assegnati con il metodo proporzionale con una percentuale minima (sbarramento) per accedere al Parlamento del 3%; i restanti 50 seggi sono assegnati automaticamente al partito (non alla coalizione) che riceve più voti.

Per avere la maggioranza parlamentare un partito o una coalizione dovrebbe controllare 151 seggi su 300. Le schede bianche o nulle, così come i voti per le forze politiche che non hanno raggiunto lo sbarramento del 3% non sono conteggiate per l'assegnazione dei seggi.

Parlamento uscenteModifica

Partito 20 set 2015
(Elezioni)
6 lug 2019
(Pre-elezioni)
Coalizione della Sinistra Radicale (SYRIZA)
145 / 300
145 / 300
Nuova Democrazia (ND)
75 / 300
75 / 300
Alba Dorata (XA)
17 / 300
17 / 300
Movimento Socialista Panellenico (PASOK)
17 / 300
17 / 300
Partito Comunista di Grecia (KKE)
15 / 300
15 / 300
To Potami
11 / 300
11 / 300
Greci Indipendenti (ANEL)
10 / 300
10 / 300

SondaggiModifica

Fonte Data SYRIZA ND XA Potami KKE ANEL PASOK EK LAE Altri
Youtrend.it[2] 25/05/2019 27,4 34,8 6,9 1,9 6,4 1,2 7,5 2,2 1,4 10,3
Il Fatto Quotidiano[3] 27/06/2019 24 31 3,5 - 5 - 7 - - 29,5
Money.it[4] 5/07/2019 27 42,5 3,5 - 5,5 - 8 2 - 11,5

RisultatiModifica

Liste Voti % +/- Seggi +/-
Nuova Democrazia (ND) 2 251 411 39,85   11,76 158   83
Coalizione della Sinistra Radicale (SYRIZA) 1 781 174 31,53   3,91 86   59
Movimento per il Cambiamento (KINAL) 457 519 8,10   1,55 22   5
Partito Comunista di Grecia (KKE) 299 592 5,30   0,32 15  
Soluzione Greca 208 805 3,70 nuovo 10 nuovo
Fronte della Disobbedienza Realistica Europea (MeRA25) 194 232 3,44 nuovo 9 nuovo
Alba Dorata (XA) 165 696 2,93   4,06 -   17
Direzione della Libertà 82 640 1,46 nuovo - nuovo
Unione dei Centristi (EK) 70 147 1,24   2,19 -   9
Altri (< 1%) 123 832 2,45
Totale 5 768 512 100 300
Schede bianche e nulle 12 091 2,09%
Votanti 5 768 512 57,92%
Elettori 9 959 633 100%

Fonte: Ministero dell'Interno (Sezioni scrutinate: 21 543 su 21 544)

NoteModifica

  1. ^ Redazione, La Grecia al voto, in 10 milioni chiamati alle urne, in Ansa.it, 6 luglio 2019. URL consultato il 7 luglio 2019.
  2. ^ Redazione, Grecia: al voto con un occhio alle elezioni di Ottobre, in youtrend.it, 25 maggio 2019. URL consultato il 6 luglio 2019.
  3. ^ Francesco De Palo, Elezioni Grecia, per i sondaggi Nea Dimokratia in vantaggio su Tsipras: si va verso governo di larghe intese?, in Il Fatto Quotidiano, 27 giugno 2019. URL consultato il 6 luglio 2019.
  4. ^ Alessandro Cipolla, Elezioni parlamentari Grecia 2019, candidati e sondaggi: Tsipras verso la sconfitta, in Money.it, 5 luglio 2019. URL consultato il 6 luglio 2019.

Altri progettiModifica