Elezioni politiche in Italia del 1909

16ª elezione della Camera dei deputati del Regno d'Italia
Elezioni politiche in Italia del 1909
Stato Italia Italia
Data
7, 14 marzo
Legislatura XXIII
Assemblea Camera dei deputati
Affluenza 64,96% (Aumento 2,24%)
Liste
Voti
995 290
54,03%
181 242
9,84%
347 615
18,87%
Seggi
336 / 508
45 / 508
41 / 508
Differenza %
Aumento 3,13%
Aumento 1,46%
Diminuzione 2,98%
Differenza seggi
Diminuzione 3
Aumento 8
Aumento 16
Governi
Giolitti III (1909)
Sonnino II (1909-10)
Luzzatti (1910-11)
Giolitti IV (1911-13)
Left arrow.svg 1904 1913 Right arrow.svg

Le elezioni politiche in Italia del 1909 si sono svolte il 7 marzo (1º turno) e il 14 marzo (ballottaggi) 1909.

RisultatiModifica

Risultati delle elezioni
PartitoRisultatiSeggi
Voti%±Num±
Ministeriali995 29054,03n.d.336n.d.
Partito Radicale Italiano181 2429,84n.d.45n.d.
Partito Socialista Italiano347 61518,87n.d.41n.d.
Opposizione costituzionale108 0295,86n.d.36n.d.
Partito Repubblicano Italiano81 4614,42n.d.24n.d.
Unione Elettorale Cattolica Italiana73 0153,96n.d.16n.d.
Costituzionali indipendenti41 2132,24n.d.10n.d.
Voti dispersi14 3220,78n.d.0n.d.
Iscritti2 930 473100,00
↳ Votanti (% su iscritti)1 903 68764,96n.d.
 ↳ Voti validi (% su votanti)1 842 18796,77
 ↳ Voti non validi (% su votanti)61 5003,23
↳ Astenuti (% su iscritti)1 026 78635,04


I dati sono tratti dalla pubblicazione ufficiale ISTAT[1] e da un'analisi dei risultati per i singoli partiti pubblicata da Alessandro Schiavi nel 1909.[2]

NoteModifica

  1. ^ Statistica delle elezioni generali politiche alla XXIII legislatura (7 e 14 marzo 1909), Roma, 1909.
  2. ^ A. Schiavi, Programmi, voti ed eletti nei Comizi politici del 1909, in La riforma sociale, 1909, pp. 519-566.

BibliografiaModifica

  • Istituto centrale di Statistica del Regno d'Italia, Statistica delle elezioni generali politiche per la XXIII legislatura, Roma, 1909.
  • Piergiorgio Corbetta e Maria Serena Piretti (a cura di), Atlante storico-elettorale d'Italia 1861-2008, 2009.
  • A. Schiavi, Programmi, voti ed eletti nei Comizi politici del 1909, in La riforma sociale, 1909, pp. 519-566.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica