Apri il menu principale
Elias Ymer
Elias Ymer 6, 2015 Wimbledon Qualifying - Diliff.jpg
Elias Ymer nel 2015
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 18-39 (31,58%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 105º (11 giugno 2018)
Ranking attuale 114º (11 gennaio 2019)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2015)
Francia Roland Garros 2T (2018)
Regno Unito Wimbledon 1T (2015)
Stati Uniti US Open 1T (2015)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 7-7 (50%)
Titoli vinti 1
Miglior ranking 188º (16 ottobre 2017)
Ranking attuale 528º (11 gennaio 2019)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate all'11 gennaio 2019

Elias Ymer (Skara, 10 aprile 1996) è un tennista svedese.

La sua famiglia è di origini etiopi.

Ha due fratelli minori: Mikael, che ha anch'egli intrapreso la carriera tennistica; e Rafael, nato nel 2006, che ha dichiarato di voler seguire le loro orme.

CarrieraModifica

JuniorModifica

A livello giovanile raggiunge la finale dell'Orange Bowl 2012 e nel gennaio successivo ottiene la sua migliore classifica grazie al quinto posto.[1]

ProfessionistaModifica

Nel 2014 vince cinque Futures e guadagna oltre 500 posizioni nella classifica ATP, inizia a giocare tornei del circuito principale nel 2015. La prima possibilità gli viene concessa a Chennai, grazie ad una wild-card,[2] dove elimina Igor Sijsling per poi arrendersi nell'incontro successivo a Gilles Müller. Fa il suo esordio negli Slam a Melbourne dove riesce a superare le qualificazioni senza troppe difficoltà e una volta nel tabellone principale costringe al quinto set il più esperto Soeda prima di arrendersi. Durante il 2015 riesce a superare le qualificazioni per tutti e quattro gli Slam[3], tuttavia non ha mai vinto un incontro nel tabellone principale.

Il 23 ottobre 2016 vince il suo primo titolo in doppio in coppia col fratello Mikael Ymer, al torneo di Stoccolma superando in finale Michael Venus e Mate Pavić con un doppio 6-1.

StatisticheModifica

DoppioModifica

Vittorie (1)Modifica

Legenda doppio
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (1)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 23 ottobre 2016   Stockholm Open, Stoccolma Cemento (i)   Mikael Ymer   Michael Venus
  Mate Pavić
6-1, 6-1

Tornei minoriModifica

SingolareModifica

Vittorie (9)Modifica
Legenda tornei minori
Challenger (4)
Futures (5)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 6 aprile 2014   Egypt F12 Terra battuta   Marko Tepavac 6–2, 6–3
2. 13 aprile 2014   Egypt F13 Terra battuta   Gleb Sakharov 7–5, 6-4
3. 10 maggio 2014   Sweden F2 Terra battuta   Patrik Rosenholm 6–3, 4–6, 7-66
4. 1º giugno 2014   Romania F3 Terra battuta   Jose Hernandez 3–6, 7–66, 7-5
5. 22 giugno 2014   Netherlands F2 Terra battuta   Jorge Aguilar 6–1, 5–7, 6–2
6. 14 giugno 2015   Città di Caltanissetta, Caltanissetta Terra battuta   Bjorn Fratangelo 6–3, 6–2
7. 17 aprile 2016   Open Barletta, Barletta Terra battuta   Adam Pavlásek 7-5, 6-4
8. 20 agosto 2017   Acqua Dolomia Tennis Cup, Cordenons Terra battuta   Roberto Carballés Baena 6–2, 6–3
9. 12 novembre 2017   Internationaux de Tennis de Vendee, Mouilleron-le-Captif Cemento (i)   Yannick Maden 7–5, 6–4
Finali perse (1)Modifica
Legenda tornei minori
Challenger (0)
Futures (1)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 29 settembre 2013   Sweden F6 Cemento (i)   Adrien Bossel 2–6, 6–4, 1–6

DoppioModifica

Finali perse (1)Modifica
Legenda tornei minori
Challenger (1)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 26 luglio 2014   Tampere Open, Tampere Terra battuta   Anton Zaitcev   Ruben Gonzales
  Sean Thornley
7–6(7–5), 6–7(10–12), 6-7(8–10)

NoteModifica

  1. ^ Profilo ITF Junior, itftennis.com. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  2. ^ ATP Chennai, wild card per Elias Ymer, ubitennis.com, 30 dicembre 2014. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  3. ^ 10 cose da sapere in vista degli US Open, ubitennis.com, 30 agosto 2015. URL consultato il 3 ottobre 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica