Apri il menu principale
Elio Gabbuggiani
Elio Gabbuggiani.jpg

Presidente della Provincia di Firenze
Durata mandato 9 marzo 1962 –
12 luglio 1970
Predecessore Mario Fabiani
Successore Luigi Tassinari

Presidente del Consiglio regionale della Toscana
Durata mandato 13 luglio 1970 –
21 luglio 1975
Predecessore -
Successore Loretta Montemaggi

Sindaco di Firenze
Durata mandato 22 luglio 1975 –
5 gennaio 1983
Predecessore Antonio Lattarulo
Successore Alessandro Bonsanti

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature IX, X
Gruppo
parlamentare
PCI/PDS
Circoscrizione Toscana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Italiano
Professione impiegato

Elio Gabbuggiani (San Piero a Sieve, 17 giugno 1925Firenze, 24 marzo 1999) è stato un politico e partigiano italiano.

Nacque a San Piero a Sieve (FI) il 17 giugno 1925, ha conseguito il diploma in ragioneria. Durante la Resistenza fece parte delle Squadre di azione patriottica. È stato consigliere alla Provincia di Firenze dal 1960 al 1970, Presidente della Provincia di Firenze 1962 al 1970. Nel suo doppio ruolo di presidente della provincia di Firenze e dell'URPT (Unione Regionale Province Toscane) predispose la struttura della nascente Regione Toscana: la proposta statutaria, gli studi sullo sviluppo economico e sulle strutture ed i servizi regionali.[1]

Nel giugno 1970 è stato eletto consigliere regionale nella circoscrizione di Firenze, nella lista del Partito Comunista Italiano. Per l'intero mandato (1970-1975) fu presidente del Consiglio Regionale.

Rieletto al Consiglio Regionale nel giugno 1975, sempre nella circoscrizione di Firenze, sempre nella lista del Partito Comunista Italiano. Si dimise un mese dopo, quando fu eletto sindaco del Comune di Firenze[2]. Rimase in carica fino al 1983.

Ha fatto parte del comitato centrale del Partito Comunista Italiano. Eletto alla Camera dei deputati nella IX e nella X Legislatura, fece parte della commissione parlamentare d’inchiesta sulla P2.

È deceduto il 24 marzo 1999. Per il suo impegno e per la sua dedizione alla città di Firenze gli è stata intitolata una via nel nuovo insediamento di Porta al Prato, dietro alla omonima stazione, in una zona di recente riqualificazione alle porte del Centro storico di Firenze e del Parco della musica e della cultura.

NoteModifica

  1. ^ P. L. Ballini, M. Degl'Innocenti (a cura di), Il tempo della Regione. La Toscana, Firenze, Giunti Editore, 2005.
  2. ^ Sito ufficiale del Consiglio della Regione Toscana, su consiglio.regione.toscana.it. URL consultato il 17-06-2009 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2012).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie