Apri il menu principale

Elisa Penna (giornalista)

giornalista e fumettista italiana
(Reindirizzamento da Elisa Penna (fumettista))

Elisa Penna (Cusano Milanino, 24 novembre 193030 aprile 2009) è stata una giornalista e fumettista italiana vicedirettrice dal 1972 al 1994 della rivista Topolino, ispiratrice del personaggio di Paperinik e ideatrice della collana del Manuale delle Giovani Marmotte.

Indice

BiografiaModifica

Laureata in storia e filosofia, entrò alla Mondadori nel 1959 come redattrice di Epoca e, nel 1962, divenne caporedattrice di Topolino contribuendo negli anni allo sviluppo e al successo del fumetto disneyano in Italia, divenendone attorno al 1972 vicedirettrice e collaboratrice del direttore Mario Gentilini; rimase in carica fino al 1994 sotto la gestione di Gaudenzio Capelli.[1]

Nel 1969 suggerì al fumettista Guido Martina di creare un personaggio ispirato ai fumetti neri italiani, cosa che portò alla nascita di Paperinik che ebbe notevole successo nei decenni successivi.[2][3][4] Fu anche autrice ella stessa di soggetti e sceneggiature di storie a fumetti per Topolino oltre che l'ideatrice della serie di volumi I manuali delle Giovani Marmotte, pubblicati sempre da Mondadori, e insieme ad altri curò il Manuale di Nonna Papera.[1][5]

Morì il 30 aprile del 2009.[1]

RiconoscimentiModifica

Su Topolino n. 2791 le sono state dedicate due pagine nella rubrica da lei gestita, Qui... Paperino Quack!.

NoteModifica

  1. ^ a b c Elisa Penna, la «mamma» dell'eroe a fumetti Paperinik, su web.archive.org, 27 settembre 2015. URL consultato il 3 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2015).
  2. ^ Paperino il perseguitato muore e..., su Fumettologica, 11 dicembre 2014. URL consultato il 29 maggio 2019.
  3. ^ Andrea Bramini, BreVisioni - Paperinik – Le origini, vol. 1 (Martina, AA.VV.), su Lo Spazio Bianco, 20 giugno 2017. URL consultato il 29 maggio 2019.
  4. ^ Approfondimenti - Pikappa chi sei? (prima parte), su Lo Spazio Bianco, 11 ottobre 2012. URL consultato il 29 maggio 2019.
  5. ^ Il ritorno del Manuale di Nonna Papera, 13 ottobre 2015. URL consultato il 31 dicembre 2018.

Collegamenti esterniModifica


Controllo di autoritàVIAF (EN90129602 · ISNI (EN0000 0004 1970 0680 · SBN IT\ICCU\CFIV\028507