Elisabetta Pintor

giornalista italiana
Elisabetta Pintor
Firma Elisabetta Pintor.png

Elisabetta Pintor (Carrara, 7 giugno 1953) è una giornalista e traduttrice italiana.

BiografiaModifica

È nata a Carrara (Massa Carrara), ma di origine sarda, laureata in Lingue e letterature straniere moderne - Indirizzo europeo (Inglese) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Pisa, città dove ha vissuto per il periodo degli Studi. Dopo un soggiorno tra Londra e Cambridge (insegna italiano al Queens' College (Cambridge), Inghilterra), lavora negli anni '80 all'Istituto Italiano di Cultura di Madrid, diretto da Marco Miele e frequenta i poeti e gli scrittori della capitale, abitando nella Residencia de Estudiantes. Esordisce nel giornalismo su Alfabeta rivista fondata da appartenenti al Gruppo 63, El Globo e El País, realizzando in seguito da Milano interviste a personalità del mondo dell'editoria, dell'arte e del design. Scrive per La Nazione, l'Unità, Epoca (rivista), Cambio 16 ed altre testate. Fra gli intervistati Igor Mitoraj, Renzo Piano, Vittorio Gassman e Helmut Newton[1]. Nel 1990 approda al Corriere della Sera e scrive articoli di cultura di ambito spagnolo e ispano-americano. Passa nel 1997 a La Stampa di Torino continuando a collaborare a testate estere.

PubblicazioniModifica

  • Pintor E., Camilo José Cela con Elisabetta Pintor, in Panta , rivista quadrimestrale numero 15 - Conversazioni- Milano, Bompiani,1997 (Fundación Cela, Iria Flavia, Padrón, Galicia, il volume è presente anche presso la Biblioteca dell'Istituto Italiano di Cultura di Barcellona)
  • Pintor E., Ballester, Don Juan (interv. a Gonzalo Torrente Ballester) (Conversazioni di varie discipline), Alfabeta, nº 100 (1987) pag. 29 e in "Alfabeta" 1979-1988, Antologia della rivista, a cura di Rossana Bossaglia, Maurizio Ferraris, Carlo Formenti, Clelia Martignoni. Premessa di Maria Corti, Milano, Bompiani, 1996, ristampa marzo 2012, pag. 702 ( Biblioteca dell'Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, Spagna)
  • Pintor E., Una bambina di Valladolid. Incontro con Rosa Chacel, in Linea d'Ombra, n° 19 (1987), pp. 70-71.
  • Pintor E., Vita di Pepe , Manuel Vázquez Montalbán festeggia Carvalho che compie 25 anni..., in Effe, autunno 1997[2]
  • Pintor E., L'intervista... Arrabal, nato per écrire arrabalescos.[3]

Interviste scelte in spagnoloModifica

  • Teresa Berganza entusiasma en la Scala de Milán, El País Cultura, 23 diciembre 1988 [4]
  • Los 70 años de Ettore Sottsass , El Globo (Grupo Prisa), n. 15/ del 15 al 21 de enero de 1988, pp. 92-96, Entrevista, traducción: Jorge Onetti
  • Strehler: Francia condena a la miseria al Teatro de Europa, El Independiente, IV, 16 de Enero de 1988, Entrevista a Giorgio Strehler
  • La pasión por la escultura, El País, sábado 18 de marzo de 1989, p. 8 Artes , Encuentro con Igor Mitoraj
  • Vittorio Gassman - El arte de vivir, Revista Paisajes desde el tren (Comfersa), n°24 de octubre de 1992, pp. 18-21, Entrevista
  • Los 40 años de Krizia, Babelia, El País, n. 128/ jueves 31 de marzo de 1994, Portada y pp. 2-3 Moda, Entrevista[5]
  • La arquitectura es una forma de cambiar el mundo, Babelia, El País, n.144, Sabado 23 de julio de 1994, Portada y pp. 2-3, Entrevista a Vittorio Gregotti[6]
  • "Me horroriza lo efimero", Babelia, El País, Numero 163, 3 de diciembre de 1994, Portada y pp. 2-3, Entrevista a Gae Aulenti[7]
  • Ronconi: El Teatro es un Laberinto, Babelia, El País, n. 447, 17 de junio de 2000, Portada y pp. 20-21 Escenarios, Encuentro con Luca Ronconi[8]
  • Renzo Piano: "La arquitectura está llena de contradicciones que no hay que resolver", ABC Cultural, 8 de marzo de 2003, p.36, Entrevista

TraduzioniModifica

PoesieModifica

  • Clara Janés, (Eros) in Schema, rivista bimestrale di poesia e cultura, Anno V, n. 23-24 febbraio-aprile 1988
  • Luís Antonio de Villena, (Questa amata atmosfera del tango alle tre) in Schema, rivista bimestrale di poesia e cultura, Anno V, febbraio-aprile 1988

RaccontiModifica

  • Javier Marías, Un epigramma di lealtà, in Panta, rivista quadrimestrale numero 2 - Il Denaro - Milano, Bompiani, 1990
  • Eduardo Mendicutti, Ora mi chiamo Rebeca Soler, in Panta, rivista quadrimestrale numero 4 -Sesso- Milano, Bompiani, 1991
  • Enrique Vila-Matas, Dante ti manda i saluti, in Panta, rivista quadrimestrale numero 8 - La Follia- Milano, Bompiani, 1992
  • Andreu Martín, Per il tuo bene, in Panta, rivista quadrimestrale numero 7 - Crimini- Milano, Bompiani, 1992
  • Manuel Vázquez Montalbán, "Dietro il Delitto spunta la Politica", inserto Corriere della Sera Cultura, domenica 20 settembre 1992, pag 1-2
  • Rosa Chacel, Trasfigurazione, in Nuovi Argomenti, Supernova, Milano, Mondadori, gennaio-marzo 2013, 60º anniversario del trimestrale fondato da Alberto Carocci e Alberto Moravia

Collegamenti con altre personalitàModifica

Ha curato per l'inserto Corriere della Sera Cultura, domenica 11 novembre 1990, la conversazione a due voci tra Manuel Vázquez Montalbán e Jorge Semprún, "La Guerra è finita, la Storia no. Franchisti, comunisti: il potere cancella e riscrive".[9]

Ha pubblicato, per la prima volta, la lettera di Mussolini al Console spagnolo di Milano Canthall, conservata a Madrid nell'archivio del Ministerio de Asuntos Exteriores di cui si fa cenno in un saggio dello storico Javier Tusell Gómez[10]

Per il 100º anniversario della nascita di Federico García Lorca ha dato voce alla sorella Isabel[11] ed è uscito l'articolo "García Lorca, poeta, goloso di vita" su "La Nazione"[12]

Fra gli intervistati, i profili e gli autori di libri recensiti sulla stampa italiana Carlos Fuentes[13], Pedro Almodóvar[14], Elena Poniatowska[15], Fernando Savater, Juan Carlos Onetti, Álvaro Cunqueiro, Augusto Monterroso, Julio Cortázar, Juan Benet, Mercè Rodoreda, Almudena Grandes[16], Carmen Martín Gaite[17], Paco Ignacio Taibo II[18], Manuel Vázquez Montalbán[19], Fernando Arrabal ed altri.

Vincenzo Consolo, La calata dei Barbaros in una notte d'estate, Il Messaggero, venerdì 30 Luglio 1993, pp 1-5; nella notte della Strage di Via Palestro a Milano.

Nell'aprile del 2012 ha recuperato e reso possibile il ritorno in Spagna dell'opera su tavola di Gerardo Rueda (Atocha, 1960) esposta alla XXX Biennale di Venezia. Venduta allora dall'artista ad un poeta italiano.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica