Apri il menu principale

Elisabetta Rocchetti (Roma, 25 gennaio 1975) è un'attrice, regista e sceneggiatrice italiana.

Indice

BiografiaModifica

Elisabetta Rocchetti, figlia dell'avvocato Nicola Rocchetti, ben conosciuto nell'ambiente dello spettacolo, debutta nel 1996, partecipando al film Compagna di viaggio, regia di Peter Del Monte.

Nel 2003 vince il Globo d'Oro, come migliore attrice esordiente, per il film L'imbalsamatore (2002), regia di Matteo Garrone, in cui è protagonista insieme a Valerio Foglia Manzillo.

Tra gli altri suoi lavori cinematografici, ricordiamo: Il cartaio e Non ho sonno, regia di Dario Argento, L'amore è eterno finché dura, regia di Carlo Verdone, e Ti amo in tutte le lingue del mondo, regia di Leonardo Pieraccioni. Per il piccolo schermo ha lavorato, tra l'altro ne Il bello delle donne, in Ti piace Hitchcock?, Caterina e le sue figlie 2 e Terapia d'urgenza.

Nel 2006 debutta alla regia nel cortometraggio L'ultima seduta con Alessandro Manetti, Valentina Tosti e Giampaolo Morelli. La graduale maturazione artistica raggiunge il culmine quattro anni dopo quando scrive, dirige e produce il suo primo lungometraggio dal titolo Diciottanni - Il mondo ai miei piedi con protagonisti i giovani Marco Rulli, Marco Iannitello e Nina Torresi. Nel settembre 2015 torna dietro alla macchina da presa con Il velo di Maya, le cui riprese si sono svolte a Roma e a Grosseto.[1]

FilmografiaModifica

AttriceModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

RegistaModifica

NoteModifica

  1. ^ Irene Blundo, Grosseto diventa un set cinematografico. Si cercano comparse per il film "Il velo di Maya", La Nazione, 22 settembre 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311626487 · SBN IT\ICCU\RAVV\346392 · GND (DE1061479978