Apri il menu principale

Elisabetta di Clarence

principessa inglese
Regno di Gran Bretagna
Casato di Hannover
Royal Arms of the Kingdom of Hanover.svg

Giorgio I (1714-1727)
Giorgio II (1727–1760)
Giorgio III (1760–1820)
Giorgio IV (1820–1830)
Figli
Guglielmo IV (1830–1837)
Vittoria (1837–1901)

Principessa Elisabetta Giorgiana Adelaide di Hannover (inglese: Elizabeth Georgiana Adelaide; Londra, 10 dicembre 1820Londra, 4 marzo 1821) fu un membro della famiglia reale britannica.

BiografiaModifica

La principessa Elisabetta nacque il 10 dicembre 1820 al Palazzo di St. James dal principe Guglielmo, Duca di Clarence (futuro re Guglielmo IV), terzo figlio del re Giorgio III e di Carlotta di Meclemburgo-Strelitz. Sua madre era la principessa Adelaide di Sassonia-Meiningen, figlia di Giorgio I di Sassonia-Meiningen. Come nipote di un monarca inglese, ottenne il titolo completo di Sua Altezza Reale la Principessa Elisabetta di Clarence.

La nascita della principessa Elisabetta fu un evento significante nel XIX secolo in Inghilterra. Suo padre, infatti, era il secondo in linea di successione al trono dopo la morte della cugina di Elisabetta, la principessa Carlotta del Galles, nel 1817 e del loro nonno Giorgio III nel 1820. Dal momento che i due fratelli maggiori del Duca di Clarence non avevano figli legittimi, ella era dunque destinata un giorno a salire sul trono inglese.

Già l'anno precedente, però, alla coppia dei duchi di Clarence era morta una figlia, Carlotta, ed Elisabetta, che pure in principio sembrava godere di ottima salute, morì nell'infanzia a seguito di un'infezione intestinale il 4 marzo 1821, venendo sepolta nella cappella di San Giorgio al castello di Windsor. Successivamente suo padre ascese al trono, rimanendovi sino al 1837, ed alla sua morte gli succedette la nipote, la famosa regina Vittoria, la quale tenne sempre un busto della piccola principessa Elisabetta nel proprio appartamento privato di Kensington Palace a ricordo di chi, di fatto, con la propria morte, le aveva concesso di ascendere al trono.

Collegamenti esterniModifica