Apri il menu principale
Dipinto di Lucas Cranach il Giovane, 1564.

Elisabetta di Sassonia (Wolkenstein, 18 ottobre 1552Heidelberg, 2 aprile 1590) è stata una principessa sassone e contessa palatina di Simmern.

BiografiaModifica

Era la figlia del principe elettore Augusto I di Sassonia (1526-1586), e di sua moglie, Anna (1532-1585), figlia del re Cristiano III di Danimarca.

MatrimonioModifica

Sposò, il 4 giugno 1570 a Heidelberg, Giovanni Casimiro del Palatinato-Simmern (1543-1592). Ebbero sei figli:

Con questo matrimonio Augusto sperava di far convertire Giovanni al luteranesimo, ma non ci riuscì. I cattolici tedeschi consideravano il matrimonio come una provocazione contro gli Asburgo.

MorteModifica

Nel mese di ottobre 1585, è stata arrestata e accusata di adulterio e di un complotto omicidio contro il marito. Anche suo fratello, principe elettore Cristiano I, era convinto della sua colpevolezza. Si convertì al calvinismo e morì poco dopo.

Controllo di autoritàVIAF (EN199181565 · ISNI (EN0000 0003 5788 6570 · GND (DE174047304 · BAV ADV12508308 · CERL cnp01417459 · WorldCat Identities (EN199181565
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie