Apri il menu principale
Elmo frigio
Elmo di tipo frigio e corazza, da italia meridionale, 350-300 ac. ca, coll. privata di firenze 04.JPG
Elmo frigio da Italia meridionale, 350-300 a.C. circa, collezione privata
Zona protettatesta
Materialemetallo
OrigineGrecia Grecia
Impiego
UtilizzatoriFanteria
Produzione
Entrata in usoAntica Grecia
voci di armature presenti su Wikipedia

L'elmo frigio[1] era un tipo di elmo di origine greca[2] in uso nella Grecia classica (compresa la Macedonia), Tracia, Dacia, mondo Ellenistico e Italia nella seconda metà del I millennio a.C.. Deve il suo nome alla somiglianza con il berretto frigio, simbolo tra l'altro dei rivoluzionari francesi.

Forse creazione siracusana[3], era in dotazione nell'esercito di Alessandro Magno[4] e veniva utilizzato prevalentemente dalla fanteria. È noto anche come elmo tracio, da non confondere con quello indossato dai gladiatori durante i combattimenti.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Rome's Enemies (1): Germanics and Dacians (Men at Arms Series, 129) di Peter Wilcox e Gerry Embleton, 1982, pg. 20,"... people, as were the Phrygians and those Thracians living north ... the solid crest of a 'Phrygian'-type helmet as a running pattern, as shown on the pedestal reliefs; ..."
  2. ^ "Terms such as Illyrian and attic are used in archeology for convenience to denote a particular type of helmet and do not imply its origin"(Vedi pg. 60 ,Peter Connoly, Greece & Rome at War, ISBN 1-85367-303-X)
  3. ^ Castrizio D., L'elmo quale insegna di potere
  4. ^ The Army of Alexander the Great (Men at Arms Series, 148) di Nicholas Sekunda e Angus McBride, 1992,pg. 6,"... Philip gave them heavy armour-cuirasses and helmets of the `Phrygian' type-and he further developed the new tactical formations Jason of Pherai ..."

BibliografiaModifica

Fonti
Studi
  • Hanson VD (1989), The Western Way of War : Infantry Battle in Classical Greece, New York, Alfred A. Knopf, ISBN 0-394-57188-6.
  • Lendon JE (2005), Soldiers and Ghosts : A History of Battle in Classical Antiquity.
  • Sekunda N (2000), Greek Hoplite, 480-323 BC, Osprey Publishing, ISBN 1-85532-867-4.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica