Elvira di Castiglia (regina di Sicilia)

(Reindirizzamento da Elvira Alfonso di Castiglia)
Elvira di Castiglia
Elvira Alfonsez.jpg
Regina consorte di Sicilia
In carica 27 settembre 1130 –
8 febbraio 1135
Incoronazione 25 dicembre 1130
Predecessore sé stessa come Gran Contessa di Sicilia
Successore Sibilla di Borgogna
Gran Contessa consorte di Sicilia
In carica 1117 –
27 settembre 1130
Predecessore Adelasia del Vasto
Successore sé stessa come Regina di Sicilia
Duchessa consorte di Puglia e Calabria
In carica 28 luglio 1127 –
27 settembre 1130
Predecessore Gaitelgrima di Puglia
Successore sé stessa come Regina di Sicilia
Nascita Toledo, 1100 circa
Morte Palermo, 8 febbraio 1135
Casa reale Navarra
Padre Alfonso VI di León
Madre Zaida di Siviglia
Consorte di Ruggero II di Sicilia
Figli Ruggero
Tancredi
Alfonso
Guglielmo
Adelasia
Enrico
Religione Cattolicesimo

Elvira di Castiglia[1] (in spagnolo Elvira de Castilla; 1100 circa – 8 febbraio 1135) prima moglie di Ruggero II d'Altavilla, fu contessa di Sicilia dal 1117 al 1130 e duchessa di Puglia e Calabria dal 1127 al 1130. Infine fu la prima regina consorte di Sicilia dal 1130 al 1135.

OrigineModifica

Era figlia del re di Castiglia Alfonso VI il Valoroso e di Isabella, la sua quarta moglie, che era una principessa araba di Siviglia, poi convertita, di nome Zaida di cui non si conoscono le esatte origini, figlia dell'Emiro di Dénia, Ahmad I, e vedova del principe Al Mamun[2][3][4][5] (figlio del re di Siviglia Muhammad al-Muʿtamid).

Regno di León
León

Garcia I
Ordoño II
Fruela II
Figli
Alfonso IV
Figli
Ramiro II
Ordoño III
Figli
Sancho I
Figli
Ordoño IV
Ramiro III
Figli
  • Ordono
Bermudo II
Figli
Alfonso V
Figli
Bermudo III
Sancha I con Ferdinando I
Figli
Alfonso VI (deposto, nel 1072, per pochi mesi, da Sancho II)
Figli
Urraca I
Figli
Alfonso VII
Ferdinando II
Figli
Alfonso IX
Figli
Sancha II e Dolce I
Modifica

BiografiaModifica

 
Il regno di Sicilia nel 1154

Secondo il Chronicon regum Legionensium[6], nel 1117, Elvira sposò il conte di Sicilia, Ruggero II (1095-1154), figlio del primo conte di Sicilia, Ruggero I e di Adelasia del Vasto (1074-1118), della famiglia degli aleramici marchesi di Savona[7]. Ruggero, che cercava di rientrare in possesso di tutti i feudi degli Altavilla, a causa delle frequenti rivolte nel sud della penisola italiana, molto raramente poté frequentare la moglie che viveva, con i figli, a Palermo la capitale della contea.

Nel 1127 Ruggero, rientrando in possesso di tutti i feudi degli Altavilla, assunse anche il titolo di duca di Puglia e Calabria.

Nel 1130 Ruggero pensò che per legare assieme tutti questi stati, il titolo reale sembrava essenziale e nonostante il papa Innocenzo II fosse contrario, riuscì a farselo conferire dall'antipapa Anacleto II che con una bolla del 27 settembre 1130 nominò Ruggero Re di Sicilia. L'incoronazione di re e regina avvenne a Palermo il 25 dicembre 1130[3].

Elvira morì l'8 febbraio 1135, e la sua morte fece cadere Ruggero in una profonda depressione che lo portò a recludersi per anni confermando che fu un matrimonio felice, allietato dalla nascita di diversi figli.

FigliModifica

Elvira diede a Ruggero sei figli legittimi:[8][9][10]

NoteModifica

  1. ^ Elvira non deve essere confusa con la sorellastra Elvira (ca. 1080-dopo il 1156), che era figlia illegittima di Alfonso VI di Castiglia e della sua concubina, Jimena Muñoz (?-1128), possibile figlia di Ugo Rodriguez di Guzman (?-1040) e della principessa Jimena del León, che sposò il conte di Tolosa e marchese di Provenza Raimondo di Saint-Gilles (ca. 1052-1105).
  2. ^ Al Mamun, emiro di Cordova, era morto alla battaglia del castello di Almodovar, il 26 marzo 1090.
  3. ^ a b (EN) Dinastie reali di Castiglia
  4. ^ (EN) Dinastie reali di Navarra-genealogy
  5. ^ (DE) Alfonso VI genealogie mittelalter Archiviato il 29 settembre 2007 in Internet Archive.
  6. ^ Il Chronicon regum Legionensium è la storia dei re di León, dall'inizio del regno di Bermudo II (982), sino alla morte di Alfonso VI (1109), scritta verso il 1120, dal vescovo e storico, Pelagio da Oviedo, detto il favolista, per le molte invenzioni.
  7. ^ Lo zio di Adelasia del Vasto era Bonifacio del Vasto
  8. ^ (EN) Dinastie reali di Sicilia
  9. ^ (EN) Dinastia degli Altavilla-genealogy
  10. ^ (DE) Ruggero II genealogie mittelalter Archiviato il 29 settembre 2007 in Internet Archive.

BibliografiaModifica

  • Ferdinand Chalandon, La conquista normanna dell'Italia meridionale e della Sicilia, in «Storia del mondo medievale», vol. IV, 1999, pp. 483-529
  • Rafael Altamira, La Spagna (1031-1248), in Storia del mondo medievale, vol. V, 1999, pp. 865-896

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica