Emendamento

modifica di un testo, soprattutto normativo

Un emendamento è una modifica, più o meno estesa, di un testo, soprattutto normativo.

Indice

Emendamento costituzionaleModifica

In alcuni paesi le modifiche alla costituzione hanno la veste formale di emendamenti alla stessa. In altri paesi, tra cui l'Italia, le modifiche alla costituzione sono, invece, apportate con legge costituzionale.

Negli Stati Uniti d'America gli emendamenti costituzionali (constitutional amendments) sono adottati con procedimento disciplinato dall'articolo V della stessa costituzione. Ad oggi sono entrati in vigore 27 emendamenti, dei quali uno dei più famosi, il XIII Emendamento, approvato nel 1865, abolì la schiavitù. I primi dieci emendamenti costituiscono il cosiddetto Bill of Rights.

Emendamento legislativoModifica

L'"emendamento legislativo" è una proposta di parziale modifica di un disegno di legge in ambito legislativo, prima che esso diventi legge a tutti gli effetti.

In Italia, gli emendamenti vengono presentati per iscritto dai vari componenti, mentre è poi il Presidente della Camera a valutare la relativa ammissibilità: le richieste di modifica possono essere valutate come in contrasto con precedenti disposizioni di rango superiore[1] o estranee alla materia trattata.

Emendamento normativoModifica

Un testo normativo si dice "emendato" quando è modificato o integrato. Si dice "corretto" quando invece vengono modificati solo alcuni dati.

BibliografiaModifica

  • Michele Ainis, Potere di emendamento: la ratio e l'aberratio (a proposito delle leggi nn. 10 e 11/2011 della Regione Lazio), in Rassegna Parlamentare, 2011 fasc. 4, pp. 831 - 841
  • Silvio Traversa, Il potere di emendamento e l'ordine di votazione degli emendamenti, in Rassegna Parlamentare, 2015 fasc. 2, pp. 511 - 520
  • Gianluca Gentili, Il confine tra emendamento e revisione costituzionale in una decisione della Corte suprema della California, in Quaderni costituzionali, 2010 fasc. 3, pp. 601 - 605
  • Alvaro Ancisi, Il diritto politico di emendamento, in Nuova rassegna di legislazione, dottrina e giurisprudenza, 2003 fasc. 15, pp. 1700 - 1701
  • Andrea Pisaneschi, Fondamento costituzionale del potere di emendamento, limiti di coerenza e questione di fiducia, in Diritto e società, 1988 fasc. 2, pp. 203 - 258
  • Corrado Giove, L'emendamento soppressivo-differenze di procedure tra il Parlamento Italiano ed il Parlamento Europeo, in Rivista di diritto europeo, 1982 fasc. 3, pp. 249 - 252

NoteModifica

  1. ^ Giampiero Buonomo, Un sistema a due incognite: autodichia e procedura parlamentare, Forum di Quaderni costituzionali, 13 settembre 2017: "un emendamento ad una legge ordinaria, che intendesse ripristinare la pena di morte, sarebbe correttamente dichiarato inammissibile".

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto