Emerillon

lingua
Emerillon
Nomi alternativiEmerilon, Emerion, Mereo, Melejo, Mereyo, Teco, Teko
Luogo d'origineGuyana francese
LinguaEmerillon, francese
Religioneanimismo
Gruppi correlatiWayana
Distribuzione
Francia Francia (Guyana francese) 600

Gli Emerillon sono un gruppo etnico della Guyana francese, con una popolazione totale stimata fra i 250 ed i 600 individui[1].

LinguaModifica

Gli Emerillon parlano la lingua Emerillon, appartenente al gruppo delle lingue tupi-guaraní. La maggior parte di essi è in grado di parlare anche il francese, mentre sono pochi coloro i quali conoscono anche le altre lingue native americane locali, come la lingua wayana e la lingua wayampi.

InsediamentiModifica

La stragrande maggioranza degli Emerillon vive lungo il medio corso dell'Oyapock e verso l'alto Maroni, nei comuni di Maripasoula e Camopi.

Gli Emerillon vivono in villaggi di capanne posti non a ridosso dei fiumi ma a una certa distanza da essi, per evitare l'eccessiva esposizione a raid nemici: rispetto ad altre popolazioni amerindie essi mostrano maggiore tendenza al nomadismo, con frequenti spostamenti dei villaggi dovuti a impoverimento del suolo, scarsità di selvaggina, guerre (molto frequenti fra i vari villaggi, con pratica di cannibalismo sui nemici uccisi) o decessi di personalità di spicco in seno alla tribù[2].

Cenni storiciModifica

Le prime testimonianze di contatto con gli europei risalgono al XVIII secolo, quando il loro numero era paragonabile a quello attuale. Durante il XIX secolo, numerose furono le guerre coi Galibi, che razziavano i villaggi mirando alla cattura di donne e bambini, da imprigionare e vendere come schiavi in nel vicino Suriname: le faide interne e le continue scaramucce portarono l'intero gruppo degli Emerillon ad essere soggiogato dai Wajãpi, mentre contemporaneamente la corsa all'oro ed il contatto con i coloni europei introdussero epidemie, alcolici e nuovi conflitti, il che causò una drastica diminuzione del numero di appartenenti a questa etnia[2].

Attualmente, i capi Emerillon hanno ottenuto l'incorporazione dei propri villaggi nella zona Cœur de parc del Parco amazzonico della Guyana francese, in maniera tale da ottenere maggiori garanzie per i propri diritti e per la sopravvivenza del proprio ambiente vitale.

NoteModifica

  1. ^ Ethnologue.com
  2. ^ a b Wilbert, J. & Levinson, D., Encyclopedia of World Cultures, vol. 7, G. K. Hall, 1994, ISBN 0-8161-1813-2.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica