Emeterio

San Emeterio - Catedral de Santo Domingo de la Calzada.jpg
Statua di sant'Emeterio sulla Cattedrale di Santo Domingo de la Calzada
 

Martire

 
NascitaIII secolo
Morte3 marzo 328
Venerato daTutte le Chiese che ammettono il culto dei santi,
Ricorrenza3 marzo
Patrono diCalahorra, Santander

San Emeterio (León, III secoloCalahorra, 3 marzo 298) è stato un militare e santo spagnolo.

Fu decapitato insieme al collega San Cheledonio a Calahorra, per essersi rifiutato di ripudiare la sua fede cristiana.

AgiografiaModifica

Emeterio e Cheledonio, probabilmente fratelli, prestavano servizio militare a La Rioja, nell'attuale Spagna, verso la fine del III secolo. Furono incarcerati e posti dinnanzi all'alternativa di rinunciare alla loro fede o alla carriera militare.

Incarcerati nel luogo detto Casa Santa, furono torturati e poi decapitati sulla riva del fiume Cidacos, poco fuori della città di Calahorra, luogo ove molto dopo fu eretta l'attuale cattedrale. La tradizione vuole che le loro teste siano poi giunte nella città di Santander su una barca di pietra e accolte da una comunità monastica ivi insediata, che le avrebbero custodite. È anche possibile che le due teste siano state portate a Santander per proteggerle dall'invasione musulmana, quando questa giunse fino alla zona della valle del Ebro. Oggi le due teste sono custodite presso l'attuale cattedrale costruita sulla vecchia abbazia dai tempi di Alfonso II delle Asturie. Il rimanente dei loro corpi è venerato nella Cattedrale di Calahorra e portati in processione per le sue vie ogni 3 marzo, 15 maggio e 31 agosto.

Noti come i Santi Martiri, Cheledonio ed Emeterio sono patroni di Calahorra (compaiono sul suo stemma), Santander e di altri comuni come San Pedro del Romeral, Roquetas de Mar e Novales.

La memoria liturgica cade il 3 marzo.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica