Emmanuel de Nay, conte di Richecourt

politico francese

Il conte Emmanuel François Joseph Ignace Dieudonné de Nay-Richecourt, conte di Richecourt (Saint-Mihiel, 2 gennaio 1697Nancy, 1768), fu conte di Richecourt e Presidente del Consiglio di Reggenza del Granducato di Toscana dal 1749 al 1757.

BiografiaModifica

Figlio di Charles Ignace de Nay (m. 1732/5), signore di Pont-sur-Meuse e barone di Richecourt e consigliere di stato del duca Leopoldo di Lorena e di sua moglie Barbe-Catherine de Tailfumyer, figlia di Charles de Tailfumyer, signore di Moranville, egli sposerà Jeanne de Bourcier de Villers figlia di Jean Baptiste Joseph de Bourcier, signore di Villers-en-Haye. Nell'aprile 1756 il conte di Richecourt, viene colpito da un colpo apoplettico e ritorna in Lorena.

Massone, fu membro della loggia inglese di Firenze[1]

DiscendenzaModifica

Emmanuel e Jeanne ebbero tra i loro figli:

  • Charles Henri Dominique, conte di Richecourt e marchese sovrano di Treschietto;
  • Louise Charlotte che sposerà nel 1751 François Hyacinthe, conte de la Tour en Voivre;
  • Marie Anne, monaca Visitandina, a Nancy.

NoteModifica

  1. ^ Carlo Francovich, Storia della Massoneria in Italia, i Liberi Muratori italiani dalle origini alla Rivoluzione francese, Milano, Ed. Ghibli, 2013, p. 63.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Santo Stefano Papa e Martire

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN313420199 · WorldCat Identities (ENviaf-313420199