Enio (divinità)

dea greca della guerra e della distruzione, moglie di Ares

[1]

Enio
Image of Enyo the Goddess- 2014-04-16 07-17.jpg
Enio
Nome orig.Ἐνυώ
SessoFemmina
ProfessionePersonificazione dell'urlo della battaglia

Enio (in greco antico: Ἐνυώ, Enūṓ) è una figura della mitologia greca, figlia di Zeus e Era[2], che personifica l'urlo furioso della battaglia.

Si tratta di una divinità femminile associata alla guerra, e in particolare al dio Ares, di cui è sposa e sorella. Non ha una propria mitologia, anche se il figlio Enialio[3] appare in uno stralcio del libro XX dell'Iliade. V'è anche la possibilità che Enialio sia uno pseudonimo dello stesso Ares.

Nella mitologia greca, Enio era a volte assimilata alla dea della discordia Eris. Corrisponde alla dea italico-romana chiamata Bellona, e presenta anche similarità con la divinità anatolica Ma.

NoteModifica

  1. ^ ==Bibliografia==
  2. ^ Quinto Smirneo, 8.424
  3. ^ Eustazio su Omero, 944

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca