Enrico I di Mödling

Enrico di Mödling, soprannominato il Vecchio, (11581223) fu "duca" di Mödling dal 1177 alla morte. Fu il secondo figlio di Enrico II di Babenberg. Le sue terre si estendevano da Liesing a Piesting e Bruck an der Leitha. Il primo utilizzo noto del titolo "duca di Mödling" risale al 1205.[1]

Enrico I di Mödling
"Duca" di Mödling
Stemma
Stemma
In carica1177-1223
SuccessoreEnrico III di Mödling
Nascita1158
Morte1223
Luogo di sepolturaAbbazia di Heiligenkreuz
DinastiaBabenberg
PadreEnrico II di Babenberg
MadreTeodora Comnena
ConiugeRicheza di Boemia
FigliEnrico III di Mödling

Biografia Modifica

Enrico fu nominato cavaliere con suo fratello Leopoldo V nel 1174.[1]

Alla morte del padre, Enrico II d'Austria, ricevette le terre di Mödling da suo fratello Leopoldo V d'Austria intorno al 1177. L'omonimo castello divenne la sua sede del potere.

Andò a Vienna il 25 agosto 1190 per salutare suo fratello prima che questo partisse per la terza crociata mentre si recava in Italia per fare da rappresentante dei Babenberg all'incoronazione di Enrico VI, imperatore del Sacro Romano Impero nella primavera del 1191.[2]

  Lo stesso argomento in dettaglio: Crociata del 1197.

Egli prese parte alla crociata tedesca del 1197 con suo nipote Federico I d'Austria e Volchero, vescovo di Passau. Il 6 giugno 1197 si trovava nell'accampamento della corte imperiale a Castro San Giovanni e pochi giorni dopo, assieme al duca Federico, a Linaria. Quando lasciarono la Puglia per raggiungere la Sicilia, due navi affondarono in mare con sopra gli abati di Werd e Beuern.[3] L'imperatore assunse quindi il pieno comando e ordinò a Corrado, arcivescovo di Magonza e cancelliere di Germania di guidare la flotta sul Mediterraneo. Salparono all'inizio di settembre del 1197 e arrivarono ad Acri poche settimane dopo.[4][5]

Il ramo della linea Babenberg da lui fondato non si concentrò su questioni inerenti alla guerra, ma si interessò principalmente alle arti. Il suo cognome è alquanto confuso, poiché Mödling non era un ducato separato, ma un ducato subordinato e governato dai Babenberg a Vienna. Il territorio da lui retto conobbe in questo periodo prosperità marginale. Durante il suo governo, costruì il castello di Mödling nel XII secolo. L'ospite più importante fu il menestrello Walther von der Vogelweide nel 1219. Fu sepolto con suo fratello Leopoldo V d'Austria e suo nipote Federico I d'Austria nell'abbazia di Heiligenkreuz.

 
Tomba di Enrico nell'abbazia di Heiligenkreuz.

Matrimonio e figli Modifica

Sposò Richeza di Boemia († 19 aprile 1182), figlia di Vladislao II, duca di Boemia della dinastia Přemyslide e di Giuditta di Turingia della dinastia Ludovingia. Essi ebbero:

Ascendenza Modifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Leopoldo II di Babenberg Ernesto di Babenberg  
 
Adelaide di Eilenburg  
Leopoldo III di Babenberg  
Ida di Formbach-Ratelnberg Rapoto IV di Cham  
 
Mathilde  
Enrico II di Babenberg  
Enrico IV di Franconia Enrico III il Nero  
 
Agnese di Poitou  
Agnese di Waiblingen  
Berta di Savoia Oddone di Savoia  
 
Adelaide di Susa  
Enrico I di Mödling  
Giovanni II Comneno Alessio I Comneno  
 
Irene Ducaena  
Andronikos Comneno  
Piroska d'Ungheria Ladislao I d'Ungheria  
 
Adelaide di Rheinfelden  
Teodora Comnena  
 
 
 
Irene  
 
 
 
 

Note Modifica

  1. ^ a b Lyon 2013, p. 124.
  2. ^ Lyon 2013, p. 125.
  3. ^ Juritsch 1894, pp. 353
  4. ^ Leeper 1941, p. 286.
  5. ^ Juritsch 1894, pp. 354
  6. ^ Lyon 2013, p. 242.

Bibliografia Modifica

Altri progetti Modifica

Collegamenti esterni Modifica