Apri il menu principale
Enrico Micheli
Enrico Luigi Micheli.jpg

Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri
Segretario del Consiglio dei ministri
Durata mandato 17 maggio 1996 –
21 ottobre 1998
Presidente Romano Prodi
Predecessore Lamberto Cardia
Successore Franco Bassanini

Durata mandato 22 dicembre 1999 –
11 giugno 2001
Presidente Massimo D'Alema
Giuliano Amato
Predecessore Franco Bassanini
Successore Gianni Letta

Ministro dei lavori pubblici
Durata mandato 21 ottobre 1998 –
22 dicembre 1999
Presidente Massimo D'Alema
Predecessore Paolo Costa
Successore Willer Bordon

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato 9 maggio 1996 –
27 aprile 2006
Legislature XIII, XIV
Gruppo
parlamentare
Margherita, DL-L'Ulivo
Circoscrizione Umbria
Collegio 6-Terni
Incarichi parlamentari
  • XIII
    • membro della XIII commissione permanente agricoltura (14 marzo 2001 -)
  • XIV
    • membro della VI commissione finanze (20 ottobre 2005 - 27 aprile 2006)
    • membro della X commissione attività produttive, commercio e turismo (21 giugno 2001 al 20 ottobre 2005)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PPI (1996-2002)
DL (2002-2007)
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università degli Studi di Siena
Professione manager

Enrico Luigi Micheli (Terni, 16 maggio 1938Terni, 21 gennaio 2011[1]) è stato un politico e scrittore italiano, già Ministro dei lavori pubblici nel governo D'Alema I.

BiografiaModifica

Laureato in giurisprudenza a Siena, ha cominciato la sua attività da manager con Alitalia nel 1963 per passare in seguito all'Intersind e all'IRI, dove nel 1980 è diventato vicedirettore responsabile delle relazioni industriali. Dopo pochi anni Micheli arriva a essere condirettore centrale, occupandosi di direzione del personale e politiche del lavoro. Nel febbraio del 1987 è stato nominato direttore centrale, responsabile della direzione politiche del lavoro e sviluppo risorse mentre nel giugno del 1993 Micheli è nominato direttore generale dell'IRI.

Membro del Partito Popolare Italiano, è stato sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri con funzioni di segretario del consiglio durante i governi Prodi I, D'Alema II e Amato II; nel governo D'Alema I fu Ministro dei lavori pubblici; nel governo Prodi II sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega alle informazioni per la sicurezza. Nel 1996 è stato eletto deputato alla Camera tra le file del PPI, confermato alla tornata successiva nelle file della Margherita.

Quale stretto collaboratore di Romano Prodi, Micheli è stato uno dei fondatori dell'Ulivo.

Muore all'età di 72 anni, il 21 gennaio 2011, dopo una lunga malattia.

OpereModifica

  • L'ultimo «liberal». Alla ricerca del cambiamento tra un secolo e l'altro (raccolta di articoli apparsi sulla stampa), Edimond, 2009 ISBN 9788850004447
Romanzi e narrativa

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN56706812 · ISNI (EN0000 0000 6156 6092 · SBN IT\ICCU\LO1V\091505 · LCCN (ENn95084035 · BNF (FRcb12457577t (data) · WorldCat Identities (ENn95-084035