Enrico Molè

politico italiano
Enrico Molè
EnricoMolè.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature I, II e III
Gruppo
parlamentare
Indipendente, Misto
Collegio Parma (II Leg.), Roma I (III Leg.)
Sito istituzionale

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Democrazia del Lavoro
Collegio XXVIII Catanzaro
Sito istituzionale

Deputato del Regno d'Italia
Gruppo
parlamentare
XXVI e XXVII
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio laurea in Giurisprudenza
Università Università degli Studi di Napoli Federico II
Professione avvocato, giornalista

Enrico Molè (Catanzaro, 7 ottobre 1889Roma, 11 novembre 1963) è stato un politico, giornalista e avvocato italiano.

BiografiaModifica

Fu Ministro dell'Alimentazione nel Governo Parri (21 giugno 1945 - 10 dicembre 1945) e Ministro della Pubblica Istruzione nel primo Governo De Gasperi I (10 dicembre 1945 - 1º luglio 1946), nelle file del Partito Democratico del Lavoro.

Era stato già candidato Deputato al Parlamento nel 1919.[1], eletto nel 1921 con una elezione annullata, poi nel 1923, fu tra i deputati dichiarati decaduti nel 1927 per l'Aventino[2] Nel 1948 fu poi Senatore della Repubblica come senatore di diritto , fu eletto vicepresidente del Senato.

Nel 1944 fondò a Roma il quotidiano L'Indipendente, di cui fu anche direttore ed editorialista[3].

Vita privataModifica

Coniugato con la cantante lirica greca Josephine Calleja è il padre della deputata Elsa Molè.[4]

NoteModifica

  1. ^ Polia Città Greca di Raffaello Molè Ed. Occhiato - Pizzo VV
  2. ^ Treccani
  3. ^ DBI.
  4. ^ Elsa Molè, su eletteedeletti.it. URL consultato il 16/01/21.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica