Enrico Raspe III

aristocratico tedesco

Enrico Raspe III (115518 luglio 1180), membro della dinastia Ludovingia, fu conte di Gudensberg in Assia.

BiografiaModifica

Enrico Raspe III era il secondogenito del langravio di Turingia Ludovico II il Ferrato, e di Giuditta di Svevia, sorellastra dell'imperatore Federico Barbarossa. Come da consuetudine nella dinastia, un cadetto era investito della contea di Gudensberg in Assia, eredità da parte di sua nonna. Ricevette quindi il titolo di conte di Gudensberg o "Conte in Assia", e divenne anche vogt dell'abbazia di Hersfeld, situata vicino a Bad Hersfeld, che deteneva vaste proprietà in Assia e nella parte occidentale della Turingia. Enrico Raspe fu un fedele sostenitore dello zio l'imperatore durante i suoi scontri con Enrico il Leone.

Federico Barbarossa rafforzò la posizione dei Ludovingi dando ad Enrico Raspe, nel 1170, Creuzburg, che in precedenza apparteneva all'abbazia di Fulda, dando maggior continuità territoriale tra le varie aree controllate dalla dinastia nella contea d'Assia e nel langraviato di Turingia. L'azione di Enrico Raspe come governatore di Hersfeld fu probabilmente decisiva per l'alienazione di altri domini feudali dell'abbazia, tra cui Melsungen, che si trova sulla via di accesso principale tra Gudensberg e la Turingia. Con la costruzione di un castello da parte di Enrico Raspe e il successivo rapido sviluppo di una città (burgus) ai suoi piedi, vi fu una significativa riduzione dei possedimenti di Hersfeld.

Enrico Raspe restaurò nel 1170 il castello di Windeck nel distretto di Reno-Sieg situato nelle aree allodiali dei Gisoni. Nel 1174 diede il castello, infeudandolo, ad Engelberto I di Berg, a condizione che quest'ultimo non avrebbe dato la possibilità a nessuno di usare il castello contro di lui, ad eccezione dell'imperatore e dell'arcivescovo di Colonia.

Gli Annales Sancti Petri Erphesfurdenses ci dà notizia della morte di Heinricus come Luodewici lantgravii germanus nel 1180, senza aver mai avuto mogli o figli.

BibliografiaModifica

  • (DE) Hilmar Schwarz: Die Ludowinger. Aufstieg und Fall des ersten thüringischen Landgrafengeschlechts, Eisenach 1993.
  • (FR) Jiří Louda e Michael Maclagan Les dynasties d'Europe, Bordas 1995, ISBN 2-04-027115-5 «Brabant, Thuringe, Hesse», tavole nº107-108.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86107244 · GND (DE137944853 · CERL cnp01172319