Enrico Varriale

giornalista e conduttore televisivo italiano

Enrico Varriale (Napoli, 22 gennaio 1960) è un giornalista e conduttore televisivo italiano, vicedirettore di Rai Sport dal gennaio 2019.

CarrieraModifica

Diventa giornalista professionista nel 1985, alternando lo studio universitario al lavoro di redattore presso Il Mattino. Nel 1986 approda alla sede Rai di Napoli, collaborando con il Tg regionale. Nel 1989 passa alla redazione Rai di Roma e lavora nella redazione sportiva del TG3, diretta da Aldo Biscardi, che lo promuoverà come inviato di punta a Il processo del lunedì.

Da metà anni novanta diventa inviato speciale al seguito della nazionale italiana di calcio, che accompagna in quattro campionati del mondo e in due campionati europei. Dal 1994 passa alla Tgs, attuale Rai Sport, e partecipa a programmi come 90º minuto e La Domenica Sportiva in onda su Rai 2. Dal 2008 conduce Stadio Sprint, sempre su Rai 2, affiancato da Bruno Gentili. Nel 2010 è inviato in Sudafrica al seguito della nazionale italiana ai mondiali e nel 2012 è opinionista delle partite degli Europei nella trasmissione Rai condotta da Franco Lauro. Dal 2012 conduce anche Novanta Minuti su Rai Sport 1 insieme a Valeria Ciardiello. Dal settembre 2013 conduce Il processo del lunedì su Rai Sport 1, fino alla chiusura del programma del 2016.

Nel 2010 ha pubblicato A bordo campo: il calcio oltre la linea bianca, con la prefazione di Marcello Lippi, e nel 2011 Napoli 8 e 1/2, dedicato agli 85 anni di rapporto tra la città e la squadra di calcio partenopea, formazione della quale è tifoso.[1] Nominato vicedirettore di Rai Sport nel gennaio 2019[2], dal settembre successivo assume la conduzione di 90º minuto.[3]

PremiModifica

Nel 2003 riceve il Premio Penisola Sorrentina "Arturo Esposito" con la seguente motivazione:

«Ad Enrico Varriale, per l’informazione giornalistica legata al calcio, allo sport, alla nazionale. Una grande macchina di sogni per bambini, un tunnel qualche volta dell’orrore per gli adulti, ma soprattutto il rituale di immagini e di voci bisognose di notizie da urlare in televisione e sui giornali.»

([4])

Nel 2010 ha inoltre ricevuto il Premio Ischia, riservato al miglior giornalista sportivo.[5]

ControversieModifica

Durante la propria carriera, Varriale si è reso protagonista di numerosi diverbi con allenatori:

  • Nell'ottobre 1997 Cesare Maldini, all'epoca commissario tecnico della Nazionale italiana, lo definì «bassottino».[6][7] Due anni più tardi, dopo la qualificazione azzurra all'Europeo 2000, rimarcò in un'intervista a Zoff (allenatore della rappresentativa) la scarsa qualità di gioco incorrendo nella brusca reazione dell'ex portiere.[8]
  • Il 24 novembre 2002, durante una puntata di Stadio Sprint, Carlo Mazzone (tecnico del Bologna) lo richiamò ad un maggior rispetto nei confronti degli intervistati.[9]
  • Nel novembre 2008 litigò dapprima con José Mourinho e successivamente con Walter Zenga: mentre il primo abbandonò l'intervista ritenendosi offeso[10], il secondo scambiò vari insulti col giornalista.[11] I due si riappacificarono pochi giorni più tardi.[12]
  • Ulteriori polemiche hanno interessato i rapporti del giornalista con Enrico Preziosi (dicembre 2009[13]), Alberto Malesani (gennaio 2010[14]) e Claudio Lotito (aprile 2015).[15]

NoteModifica

  1. ^ "Varriale è troppo tifoso del Napoli!", su areanapoli.it, 8 dicembre 2018.
  2. ^ Rai, presentati in CdA i piani per lo sport: nominati anche i vicedirettori, su calcioefinanza.it, 25 gennaio 2019.
  3. ^ Fulvio Bianchi, Rai: Paola Ferrari torna alla Domenica Sportiva, su repubblica.it, 7 agosto 2019.
  4. ^ Motivazione del premio Archiviato il 9 ottobre 2007 in Internet Archive.
  5. ^ Premio Ischia a Carelli, Pansa, Varriale, su lagazzettadelmezzogiorno.it, 12 aprile 2010.
  6. ^ Licia Granello, Maldini, nervi e veleni, in la Repubblica, 28 ottobre 1997, p. 50.
  7. ^ Alberto Cerruti, Nicola Cecere e Alessandro De Calò, C'è un Maldini già all'attacco, in La Gazzetta dello Sport, 28 ottobre 1997.
  8. ^ Gabriella Mancini, Varriale chiede rispetto. Attende un chiarimento, in La Gazzetta dello Sport, 12 ottobre 1999.
  9. ^ Antonio Dipollina, E Mazzone licenzia Varriale, in la Repubblica, 25 novembre 2002, p. 40.
  10. ^ Zittisce i tifosi, lascia gli studi, su repubblica.it, 9 novembre 2008.
  11. ^ Rissa in diretta tra Zenga e Varriale, su repubblica.it, 16 novembre 2008.
  12. ^ Giovanni Finocchiaro, Zenga-Varriale, pace fatta, su gazzetta.it, 17 novembre 2008.
  13. ^ Panucci a Preziosi: «Ti stacco la testa», su ilsecoloxix.it, 6 dicembre 2009.
  14. ^ Antonio Dipollina, Un calmante per Galliani e un'allodola per Henry, in la Repubblica, 25 gennaio 2010, p. 43.
  15. ^ Scontro Lotito-Varriale: "Cerchi la polemica come sempre", su dire.it, 16 aprile 2015.

Altri progettiModifica