Apri il menu principale

Enrico d'Orléans (1822)

politico e generale francese
Enrico d'Orléans
Henri d'Orléans, Duc D'Aumale, Studio of Franz-Xaver Winterhalter.jpg
Duca d'Aumale
Nascita Parigi, Francia, 16 gennaio 1822
Morte Lo Zucco, Sicilia, 7 maggio 1897
Luogo di sepoltura Cappella Reale di Dreux, Francia
Padre Luigi Filippo di Francia
Madre Maria Amalia di Napoli e Sicilia
Consorte Principessa Carolina Augusta delle Due Sicilie
Figli Luigi d'Orléans, Principe di Condé
Francesco Luigi, Duca di Guisa
Firma Signature of Prince Henri, Duke of Aumale.png

Enrico Eugenio Filippo Luigi d'Orléans, duca d'Aumale (Parigi, 16 gennaio 1822Lo Zucco, 7 maggio 1897), è stato un politico e generale francese.

BiografiaModifica

 
Enrico d'Orléans con l'uniforme della Legion d'onore ritratto da Léon Bonnat nel 1880

Enrico d'Orléans era figlio di Luigi Filippo d'Orléans (1773-1850), al tempo della sua nascita duca di Chartres, e della principessa Maria Amalia di Borbone-Napoli (1782-1866).

Nel 1830 suo padre divenne re di Francia con il nome di Luigi Filippo I.

Enrico è stato un militare durante il regno del padre, e dopo l'abdicazione di Luigi Filippo (24 febbraio 1848) è stato un rappresentante della monarchia costituzionale e il capo della fazione orléanista tesa a perseguire il ritorno della Casa d'Orléans al potere in Francia.

All'età di otto anni ereditò una grande fortuna: le proprietà e i capitali dell'ultimo Principe Condé di cui era figlioccio.

Fu educato dai genitori con grande semplicità. Studiò al Lycée Henri-IV. All'età di 17 anni entrò nell'esercito col grado di capitano e si distinse nelle campagne di Algeria, legando il suo nome alla conquista della smala di Abd el-Kader (maggio 1843). Governatore d'Algeria nel 1847, si rifugiò in Inghilterra dopo la rivoluzione che rovesciò Luigi Filippo. Si dedicò a studi storici e militari. Come capo della Casa d'Orléans polemizzò con Napoleone III che aveva criticato gli Orléans. Visse spesso in Italia, dove possedeva a Palermo il Palazzo d'Orléans e nei pressi il feudo dello Zucco; il palazzo d'Aumale, a Terrasini è attualmente la sede del Museo Regionale di Storia Naturale.

Allo scoppio della Guerra franco-prussiana (1870) si offrì volontario nell'esercito francese, ma la sua offerta fu declinata. Dopo la Battaglia di Sedan tornò in patria, fu eletto deputato dell'Oise e membro dell'Académie française succedendo a Charles de Montalembert. Nel 1873 riottenne il grado di Generale di divisione e presiedette la corte marziale che condannò a morte François Achille Bazaine. Dopo essere stato nominato comandante del VII corpo d'armata a Besançon, nel 1879 si ritirò dalla vita politica e divenne ispettore-generale dell'esercito. Nel 1883 venne congedato dall'esercito, come tutti i discendenti delle antiche case regnanti francesi. In base alla legge del 23 giugno 1886, come tutti gli appartenenti alle case reali, gli fu vietata l'assunzione di cariche pubbliche; la protesta col presidente Jules Grévy si risolse in un secondo esilio che durò trentadue mesi, fino al marzo 1889. La revoca dell'esilio fu giustificata dall'aver donato nel 1884 il castello di Chantilly, perfettamente restaurato, il relativo parco con scuderie, e una raccolta di quasi mille dipinti di autori famosi, libri antichi e incunaboli (già posseduti da Gaetano Melzi) e numerose altre opere d'arte al Musée Condé.

Morì quello stesso anno nel feudo dello Zucco (vicino al territorio di Giardinello), in Sicilia e fu seppellito a Dreux, nella cappella degli Orléans.

Matrimonio e figliModifica

 
Maria Carolina di Borbone-Due Sicilie

Aveva sposato nel 1844 Maria Carolina (1822-1869), figlia di Leopoldo di Borbone-Napoli principe di Salerno e dell'arciduchessa Maria Clementina d'Austria.

La coppia ebbe quattro figli, ma solo due raggiunsero l'età adulta:

  • Luigi, principe di Condé, nato il 15 novembre del 1845 e morto il 24 maggio del 1866;
  • Enrico, duca di Guisa, nato l'11 settembre del 1847 e morto il 10 ottobre del 1847;
  • Francesco, duca di Guisa, nato l'11 gennaio del 1852 e morto il 15 aprile del 1852;
  • Francesco, duca di Guisa, nato il 5 gennaio del 1854 e morto il 25 luglio del 1872.

OpereModifica

  • Henri d'Orleans, duc d'Aumale, Les zouaves et les chausseurs a pied, Bruxelles: Meline Cans e comp., 1855
  • Henri d'Orleans, duc d'Aumale, Justification de la famille Orleans contre l'attaque du prince Napoleon, Paris: Naumbourg, chez G. Paetz, 1861
  • Henri d'Orleans, duc d'Aumale, Lettre sur l'histoire de France: adressee au prince Napoleon par le duc d'Aumale, Londres: W. Jeffs, 1861
  • Henri d'Orleans, duc d'Aumale, Ecrits politiques 1861-1868: lettre sur l'histoire de France, adressee au prince Napoleon (1861), lettres de Verax, I serie (1865), II serie (1866), lettres de Verax, sur la deuxieme expedition de Rome (1867), Bruxelles: chez tous les libraires, 1868
  • Henri d'Orleans, duc d'Aumale, Les institutions militaires de la France, Bruxelles, Leipzig, Gand: C. Muquardt, 1867
  • Henri d'Orleans, duc d'Aumale, Histoire des princes De Condé pendant les XVI et XVII siecles, Paris: Calmann Levy, 1883
  • Henri d'Orleans, duc d'Aumale, La bataille de Rocroy, Paris: Societe des bibliophiles francois, 1899

AscendenzaModifica

BibliografiaModifica

  • René Vallery-Radot (editor), Correspondance du duc d'Aumale et de Cuvillier-Fleury, 4 voll., Paris: Plon-Nourrit et C.ie, 1910
  • Istitut de France Musée Condé, Chantilly, le cabinet des livres: manuscrits, Paris: Plon-Nourrit
  • Pier Ambrogio Curti, Gli Orleans e i Bonaparte: note intorno alla lettera di Enrico d'Orleans al principe Napoleone, Milano: G. Brigola, 1861

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49304011 · ISNI (EN0000 0001 0898 8955 · LCCN (ENn85048543 · GND (DE104327758 · BNF (FRcb12375307v (data) · ULAN (EN500281097 · BAV ADV10054255 · CERL cnp00367491 · WorldCat Identities (ENn85-048543