Apri il menu principale

Enzo Francescoli

dirigente sportivo ed ex calciatore uruguaiano
Enzo Francescoli
Enzo Francescoli 2011.jpg
Francescoli nel 2011
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 181 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante, centrocampista
Ritirato 1997
Carriera
Squadre di club1
1980-1982 Wanderers (M) 74 (20)
1983-1986 River Plate 113 (68)
1986-1989 RC Parigi 89 (32)
1989-1990 Olympique Marsiglia 28 (11)
1990-1993 Cagliari 98 (17)
1993-1994 Torino 24 (3)
1994-1997 River Plate 84 (47)
Nazionale
1981 Uruguay Uruguay U-20 ? (?)
1982-1997 Uruguay Uruguay 73 (17)
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Oro Copa América 1983
Oro Argentina 1987
Argento Brasile 1989
Oro Uruguay 1995
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Enzo Francescoli Uriarte (Montevideo, 12 novembre 1961) è un dirigente sportivo ed ex calciatore uruguaiano, di ruolo mezzapunta, direttore sportivo del River Plate. Campione sudamericano con la Nazionale uruguaiana nel 1983, 1987 e 1995.

Occupa la 24ª posizione nella classifica dei migliori calciatori sudamericani del XX secolo pubblicata per IFFHS nel 2004. Nello stesso anno è stato inserito nel FIFA 100, una lista dei 125 più grandi giocatori viventi, selezionata da Pelé e dalla FIFA in occasione del centenario della federazione.

È soprannominato El Príncipe.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Nato a Montevideo da famiglia di origine italiana[1], iniziò la carriera professionistica nel Montevideo Wanderers, club di medio-alto livello della sua città, nelle cui giovanili militò dal 1977 al 1979 e nella cui prima squadra tra il 1980 e il 1982. Nell'estate di quell'anno passò agli argentini del River Plate, con cui divenne alla prima stagione capocannoniere del campionato con 24 goal in 32 incontri.

 
Francescoli (in primo piano) capitano dell'Uruguay al campionato del mondo 1990, contrastato dal belga Demol.

L'anno seguente si ripeté, stavolta con 25 centri in 34 match. Stupì tutti quando, nel 1986, lasciò l'Argentina per una modesta squadra francese, il Racing Club de France (che poi assumerà il nome di 'Matra Racing Paris'). Stella assoluta di questa società, dopo tre anni passò all'Olympique de Marseille, con cui giocò 28 partite (condite da 11 gol) nella Ligue 1, vincendola.

Si trasferì in Italia nel 1990, anno in cui venne ingaggiato dal Cagliari insieme ad altri due uruguaiani: "Pepe" Herrera e Daniel Fonseca. Con i rossoblù Francescoli arretrò la sua posizione in campo, perdendo quasi totalmente la sua verve offensiva: in tre anni segnò solo 17 reti in 98 sfide di campionato, ma i tifosi sardi lo ricordano comunque ancora come uno dei più grandi calciatori della storia del Cagliari. Infatti, anche se in Italia non si caratterizzò come un prolifico realizzatore, fu comunque grande il contributo che diede al Cagliari per raggiungere le salvezze nelle stagioni 1990-91 e 1991-92. Ma soprattutto, Francescoli con le sue reti e le sue giocate, diede un fondamentale apporto ai rossoblù per la qualificazione alla la Coppa UEFA nella stagione 1992-93. Indelebile nella memoria dei tifosi del Cagliari, resta il gol contro la Sampdoria campione d'Italia nella prima giornata del campionato 1991-92. Nel 1993 passò al Torino, con cui giocò solo una stagione (24 presenze e appena 3 centri).

 
Francescoli (a sinistra) al tiro con la maglia del Cagliari nel campionato di Serie A 1992-1993, sotto lo sguardo dell'interista e connazionale Sosa.

Nel 1994 tornò al River Plate, il club in cui Francescoli si era meglio espresso. Restò fino al 1997, anno del suo ritiro dall'agonismo, e pur sommerso da infortuni e acciacchi riuscì a tornare grande (19 goal nel 1996). Con il River iniziò la stagione 1997-98, ma la interruppe a dicembre dopo essere sceso in campo sei volte e aver messo la palla in fondo alla rete una volta. A tutt'oggi è il terzo miglior bomber della storia del River Plate.

Molto stimato da Zinédine Zidane (che ha chiamato il suo primogenito Enzo in suo onore), Francescoli era soprannominato El Flaco per la sua magrezza ed era considerato l'alter ego sudamericano di Roberto Baggio. Con la nazionale del suo paese ha disputato sia i mondiali del 1986 che quelli del 1990, riuscendo a riportare il calcio uruguagio a discreti livelli.

Nel marzo 2004 è stato inserito dal grande attaccante brasiliano Pelé all'interno del FIFA 100, la speciale classifica che include i migliori calciatori del mondo di tutti i tempi. A causa della forte somiglianza, il calciatore Diego Milito ha ereditato da lui il soprannome El Príncipe.

DirigenteModifica

Il 18 dicembre 2013 viene nominato dalla nuova presidenza del River Plate direttore sportivo del club.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Uruguay
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-2-1982 Calcutta Uruguay   2 – 2   Corea del Sud Nehru Cup -
22-2-1982 Calcutta Uruguay   0 – 0   Cina Nehru Cup -
25-2-1982 Calcutta Uruguay   3 – 1   India Nehru Cup -
4-3-1982 Calcutta Uruguay   2 – 0   Cina Nehru Cup -
13-10-1983 Lima Perù   0 – 1   Uruguay Coppa America 1983 - Semifinali -
20-10-1983 Montevideo Uruguay   1 – 1   Perù Coppa America 1983 - Semifinali -
27-10-1983 Montevideo Uruguay   2 – 0   Brasile Coppa America 1983 - Finale 1
4-11-1983 Salvador de Bahia Brasile   1 – 1   Uruguay Coppa America 1983 - Finale - 12º titolo
31-10-1984 Montevideo Uruguay   1 – 1   Messico Amichevole -
29-1-1985 Montevideo Uruguay   3 – 0   Germania Est Amichevole 1
3-2-1985 Montevideo Uruguay   1 – 0   Paraguay Artigas Cup 1
6-2-1985 Cochabamba Bolivia   0 – 1   Uruguay Amichevole 1
10-2-1985 Asunción Paraguay   1 – 3   Uruguay Artigas Cup -
24-2-1985 Montevideo Uruguay   3 – 0   Colombia Amichevole 1
27-2-1985 Montevideo Uruguay   2 – 2   Perù Amichevole -
10-3-1985 Montevideo Uruguay   2 – 1   Ecuador Qual. Mondiali 1986 -
24-3-1985 Santiago del Cile Cile   2 – 0   Uruguay Qual. Mondiali 1986 -
31-3-1985 Quito Ecuador   0 – 2   Uruguay Qual. Mondiali 1986 1
7-4-1985 Montevideo Uruguay   2 – 1   Cile Qual. Mondiali 1986 -
21-8-1985 Parigi Francia   2 – 0   Uruguay Trofeo Artemio Franchi -
13-4-1986 Los Angeles Uruguay   0 – 1   Messico Amichevole -
21-4-1986 Wrexham Galles   0 – 0   Uruguay Amichevole -
4-6-1986 Santiago de Querétaro Germania Ovest   1 – 1   Uruguay Mondiali 1986 - 1º turno -
8-6-1986 Ciudad Nezahualcóyotl Uruguay   1 – 6   Danimarca Mondiali 1986 - 1º turno 1
13-6-1986 Ciudad Nezahualcóyotl Uruguay   0 – 0   Scozia Mondiali 1986 - 1º turno -
16-6-1986 Puebla Argentina   1 – 0   Uruguay Mondiali 1986 - Ottavi -
19-6-1987 Montevideo Uruguay   2 – 1   Ecuador Amichevole -
23-6-1987 Montevideo Uruguay   2 – 1   Bolivia Amichevole -
9-7-1987 Buenos Aires Argentina   0 – 1   Uruguay Coppa America 1987 - Semifinali -
12-7-1987 Buenos Aires Uruguay   1 – 0   Cile Coppa America 1987 - Finale - 13º titolo
22-4-1989 Verona Italia   1 – 1   Uruguay Amichevole -
6-7-1989 Goiânia Uruguay   3 – 0   Cile Coppa America 1989 - 1º turno 1
8-7-1989 Goiânia Argentina   1 – 0   Uruguay Coppa America 1989 - 1º turno -
12-7-1989 Rio de Janeiro Uruguay   3 – 0   Paraguay Coppa America 1989 - Girone finale 1
14-7-1989 Rio de Janeiro Uruguay   2 – 0   Argentina Coppa America 1989 - Girone finale -
16-7-1989 Rio de Janeiro Brasile   1 – 0   Uruguay Coppa America 1989 - Girone finale - 2º posto
27-8-1989 Lima Perù   0 – 2   Uruguay Qual. Mondiali 1990 -
3-9-1989 La Paz Bolivia   2 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 1990 -
17-9-1989 Montevideo Uruguay   2 – 0   Bolivia Qual. Mondiali 1990 -
18-5-1990 Belfast Irlanda del Nord   1 – 0   Uruguay Amichevole -
22-5-1990 Londra Inghilterra   1 – 2   Uruguay Amichevole -
13-6-1990 Udine Uruguay   0 – 0   Spagna Mondiali 1990 - 1º turno -
17-6-1990 Verona Belgio   3 – 1   Uruguay Mondiali 1990 - 1º turno -
21-6-1990 Udine Corea del Sud   0 – 1   Uruguay Mondiali 1990 - 1º turno -
25-6-1990 Roma Italia   2 – 0   Uruguay Mondiali 1990 - Ottavi di finale -
17-7-1993 Montevideo Uruguay   3 – 0   Perù Amichevole -
25-7-1993 San Cristóbal Venezuela   0 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 1994 -
1-8-1993 Montevideo Uruguay   0 – 0   Ecuador Qual. Mondiali 1994 -
8-8-1993 La Paz Bolivia   3 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 1994 1
15-8-1993 Montevideo Uruguay   1 – 1   Brasile Qual. Mondiali 1994 -
29-8-1993 Montevideo Uruguay   4 – 0   Venezuela Qual. Mondiali 1994 -
5-9-1993 Guayaquil Ecuador   0 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 1994 -
12-9-1993 Montevideo Uruguay   2 – 1   Bolivia Qual. Mondiali 1994 1
19-9-1993 Rio de Janeiro Brasile   0 – 2   Uruguay Qual. Mondiali 1994 -
18-1-1995 La Coruña Spagna   2 – 2   Uruguay Amichevole -
29-3-1995 Londra Inghilterra   0 – 0   Uruguay Amichevole -
31-3-1995 Belgrado Jugoslavia   1 – 0   Uruguay Amichevole -
28-6-1995 Rivera Uruguay   2 – 2   Nuova Zelanda Amichevole 1
5-7-1995 Montevideo Uruguay   4 – 1   Venezuela Coppa America 1995 - 1º turno 1
9-7-1995 Montevideo Uruguay   1 – 0   Paraguay Coppa America 1995 - 1º turno 1
16-7-1995 Montevideo Uruguay   2 – 1   Bolivia Coppa America 1995 - Quarti di finale -
19-7-1995 Montevideo Uruguay   2 – 0   Colombia Coppa America 1995 - Semifinali -
23-7-1995 Montevideo Uruguay   1 – 1
(5-3 dcr)
  Brasile Coppa America 1995 - Finale - 14º titolo
8-10-1996 Montevideo Uruguay   1 – 0   Bolivia Qual. Mondiali 1998 -
12-11-1996 Santiago del Cile Cile   1 – 0   Uruguay Qual. Mondiali 1998 -
15-12-1996 Montevideo Uruguay   2 – 0   Perù Qual. Mondiali 1998 -
12-1-1997 Montevideo Uruguay   0 – 0   Argentina Qual. Mondiali 1998 -
12-2-1997 Quito Ecuador   4 – 0   Uruguay Qual. Mondiali 1998 -
2-4-1997 Montevideo Uruguay   3 – 1   Venezuela Qual. Mondiali 1998 -
30-4-1997 Asunción Paraguay   3 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 1998 -
20-7-1997 La Paz Bolivia   1 – 0   Uruguay Qual. Mondiali 1998 -
20-8-1997 Montevideo Uruguay   1 – 0   Cile Qual. Mondiali 1998 -
Totale Presenze 72 Reti 15

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

River Plate: 1985-1986, Apertura 1994, Apertura 1996, Clausura 1997, Apertura 1997
Olympique Marsiglia: 1989-1990

Competizioni internazionaliModifica

River Plate: 1996
River Plate: 1997

NazionaleModifica

Copa América 1983
Argentina 1987
Uruguay 1995

IndividualeModifica

1984, 1995
1985, 1995
  • Capocannoniere del campionato argentino: 3
1985, 1986, 1996
  • Miglior calciatore del campionato francese: 1
1990

RiconoscimentiModifica

Il Cagliari lo ha inserito nella sua Hall of Fame.[2]

È inserito nella Top 11 Rossoblù - I più forti di sempre, la formazione votata dai tifosi comprendente i migliori rossoblù di sempre.[3]

NoteModifica

  1. ^ Gianni Mura, La battaglia dei giganti, in repubblica.it, 04 giugno 1986. URL consultato il 12 dicembre 2008.
  2. ^ Hall of fame Cagliari Calcio -[collegamento interrotto] cagliaricalcio.net
  3. ^ La Squadra Dei Sogni, http://www.cagliaricalcio.com/.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica