Apri il menu principale

Enzo Tarascio

attore e doppiatore italiano

BiografiaModifica

Nato a Torino da famiglia di origine siciliana, attore dalla recitazione calibrata e moderna, di impronta teatrale, è stato molto attivo anche nel cinema e nella televisione. È ricordato per le parti da duro che spesso gli venivano affidate. Fra le sue interpretazioni per il cinema quella in Continuavano a chiamarlo Trinità, western del 1971 diretto da E.B. Clucher, in cui interpretava il ruolo di Mitch, sceriffo della città di San José, e Il conformista, girato nell'anno precedente, diretto da Bernardo Bertolucci ed in cui interpretava il ruolo del professor Luca Quadri[1].

Muore nell'ottobre 2006 all'età di 87 anni.

TelevisioneModifica

 
Enzo Tarascio in A come Andromeda

Per la televisione, si ricorda la sua interpretazione, nel ruolo del Procuratore Villefort, ne Il conte di Montecristo, dal romanzo di Alexandre Dumas padre, diretto da Edmo Fenoglio, in cui recitò accanto ad Andrea Giordana e Giuliana Lojodice. Sempre per la televisione, negli anni settanta, è stato interprete negli sceneggiati A come Andromeda, Joe Petrosino e Accadde a Lisbona. Fra le altre interpretazioni televisive si ricorda quella di Richard Barras, proprietario della miniera nello sceneggiato E le stelle stanno a guardare.

TeatroModifica

Ha lavorato in teatro insieme con altri noti attori, fra cui Tino Buazzelli, Alberto Terrani, Ottavio Fanfani e Carlo Bagno. Sue partner sulla scena sono state, fra le altre, Edmonda Aldini e Anna Proclemer.

Nel 1953, viene scritturato da Giorgio Strehler per il Giulio Cesare di William Shakespeare, iniziando da allora una lunga collaborazione con il regista e con il Piccolo di Milano.

LavoriModifica

Prosa radiofonica RAIModifica

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DoppiaggioModifica

Discografia parzialeModifica

  • 1981 - Autori Vari Le meravigliose avventure del bambino più bello del mondo (Iskon, KC 108001/2, 2LP)

NoteModifica

  1. ^ Fonte: Mymovies.it

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN231114942 · ISNI (EN0000 0000 0340 655X · SBN IT\ICCU\RAVV\308911 · BNF (FRcb146557912 (data) · WorldCat Identities (EN231114942