Eparchia di Kolomyja

Eparchia di Kolomyja
Eparchia Kolomyiensis
Chiesa ucraina
KolomyjaCerkiew2009.JPG
Suffraganea dell' arcieparchia di Ivano-Frankivs'k
Mappa della diocesi
Eparca Vasyl' Ivasjuk
Presbiteri 252, tutti secolari
938 battezzati per presbitero
Religiosi 5 uomini, 35 donne
Abitanti 1.193.360
Battezzati 236.400 (19,8% del totale)
Superficie 14.000 km² in Ucraina
Parrocchie 228
Erezione 20 aprile 1993
Rito bizantino
Cattedrale Trasfigurazione del Signore
Indirizzo vul. Ivana Franka 29, 78200 Kolomyja, Ukraina
Sito web diocese.ko.if.ua
Dati dall'Annuario pontificio 2020 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Ucraina

L'eparchia di Kolomyja (in latino: Eparchia Kolomyiensis) è una sede della Chiesa greco-cattolica ucraina suffraganea dell'arcieparchia di Ivano-Frankivs'k. Nel 2019 contava 236.400 battezzati su 1.193.360 abitanti. È retta dall'eparca Vasyl' Ivasjuk.

TerritorioModifica

L'eparchia comprende le città di Kolomyja e Jaremče, e i distretti di Kolomyja, Verchovyna, Horodenka, Kosiv, Nadvirna, Snjatyn e Tlumač nella parte meridionale dell'oblast' di Ivano-Frankivs'k, in Ucraina.

Sede eparchiale è la città di Kolomyja, dove si trova la cattedrale della Trasfigurazione del Signore. Fino al 2012 aveva il titolo di cattedrale la chiesa di San Michele Arcangelo,[1] che sorge nella stessa città.

Il territorio si estende su 14.095 km² ed è suddiviso in 228 parrocchie.

StoriaModifica

L'eparchia di Kolomyja-Černivci è stata eretta il 20 aprile 1993, ricavandone il territorio dall'eparchia di Stanislaviv (oggi arcieparchia di Ivano-Frankivs'k).

Originariamente suffraganea del'arcieparchia di Kiev, il 21 novembre 2011 è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcieparchia di Ivano-Frankivs'k.

Il 12 settembre 2017 papa Francesco ha dato il suo assenso alla decisione del sinodo della Chiesa greco-cattolica ucraina di dividere la circoscrizione ecclesiastica in due eparchie, dando origine all'eparchia di Černivci e all'eparchia di Kolomyja.

Cronotassi dei vescoviModifica

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

StatisticheModifica

L'eparchia nel 2019 su una popolazione di 1.193.360 persone contava 236.400 battezzati, corrispondenti al 19,8% del totale.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per presbitero uomini donne
1999 501.176 1.450.000 34,6 181 178 3 2.768 3 188
2000 240.960 1.384.500 17,4 189 187 2 1.274 2 230
2001 240.960 1.384.500 17,4 188 186 2 1.281 2 276
2002 240.900 1.384.500 17,4 192 189 3 1.254 3 276
2003 240.400 1.384.000 17,4 199 196 3 1.208 3 276
2004 240.000 1.384.000 17,3 215 211 4 1.116 4 278
2006 240.000 1.384.000 17,3 208 205 3 1.153 20 28 279
2009 239.300 1.242.400 19,3 221 221 1.082 3 36 279
2013 238.400 1.238.400 19,3 246 246 969 3 36 281
2016 237.700 1.200.000 19,8 216 216 1.100 8 5 35 282
2019 236.400 1.193.360 19,8 252 252 938 5 35 228

NoteModifica

  1. ^ Più precisamente la cattedrale è dedicata a "San Michele Archistratega", titolo di culto bizantino che equivale al titolo latino di "principe delle milizie celesti".

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi