Apri il menu principale

Episodi de Il giudice Mastrangelo (seconda stagione)

lista di episodi della seconda stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: Il giudice Mastrangelo.

La seconda stagione della serie televisiva Il giudice Mastrangelo, dal titolo Il giudice Mastrangelo 2, andò in onda in prima visione su Canale 5 nel 2007[1], con la regia di Enrico Oldoini. Fra i protagonisti Diego Abatantuono, Amanda Sandrelli, Antonio Catania, Vittoria Piancastelli, e le new entry Alessia Marcuzzi e Fabio Fulco.

Titolo Prima TV Italia
1 Ombre sulla procura 4 maggio 2007
2 Belle maniere con delitto 11 maggio 2007
3 Delitto sul mare 17 maggio 2007
4 La settimana santa 18 maggio 2007

Ombre sulla procuraModifica

Mentre fervono i preparativi per il matrimonio fra Diego Mastrangelo (Diego Abatantuono) e Federica Denza (Amanda Sandrelli), una disgrazia sconvolge la procura di Lecce: il procuratore Di Cesare (Luigi Maria Burruano), è stato assassinato. Oltre al complicato caso da risolvere, per Mastrangelo c'è anche la venuta da Milano del nuovo sostituto procuratore Claudia Nicolai (Alessia Marcuzzi), una sua vecchia conoscenza, che incrinerà e non poco gli equilibri della sua relazione con Federica.

Belle maniere con delittoModifica

Dopo il mancato matrimonio con Federica e la partenza di quest'ultima per gli Stati Uniti, Mastrangelo si butta a capofitto sul lavoro, ma il caso con cui ha a che fare, la morte di un facoltoso giovane sulla spiaggia, riguarda molto da vicino il cognato Gerardo (Dino Abbrescia), che viene accusato di omicidio. Intanto arriva il nuovo commissario che sostituisce il commissario Denza: è il commissario Passani (Fabio Fulco), il marito di Claudia.

La settimana santaModifica

Durante le tradizionali celebrazioni della Settimana Santa il rapimento di un noto chirurgo, il dottor Coviello, e un caso di omicidio richiamano prontamente in azione Mastrangelo. Le indagini si riveleranno più complesse del previsto, ma grazie alla dottoressa Nicolai sarà celato il misterioso intreccio che lega gli eventi.

NoteModifica

  1. ^ Imdb, su imdb.com. URL consultato il 04-03-2010.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione