Apri il menu principale

Episodi de L'ispettore Derrick (terza stagione)

lista di episodi della terza stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: L'ispettore Derrick.

La terza stagione della serie televisiva L'ispettore Derrick, composta da 14 episodi, è stata trasmessa in Germania dall'11 gennaio al 28 novembre 1976 sul canale ZDF.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV Germania Prima TV Italia
1 Tod der Kolibris Fine di un colibrì 11 gennaio 1976 15 settembre 1983
2 Tod des Trompeters Morte di un trombettista 8 febbraio 1976 8 marzo 1979
3 Angst Paura 7 marzo 1976 22 febbraio 1979
4 Tote Vögel singen nicht Il caso Annie Rothe 4 aprile 1976 20 ottobre 1983
5 Schock Shock 2 maggio 1976 1º novembre 1983
6 Kalkutta Calcutta 30 maggio 1976 7 ottobre 1983
7 Kein schöner Sonntag Una brutta domenica 27 giugno 1976 10 ottobre 1983
8 Auf eigene Faust Stanza n. 48 11 luglio 1976 17 luglio 1980
9 Ein unbegreiflicher Typ Chi è Joseph Koller? 15 luglio 1976 4 ottobre 1983
10 Das Bordfest Festa a bordo 8 agosto 1976 1º marzo 1979
11 Das Superding Colpo grosso 5 settembre 1976 11 gennaio 1979
12 Risiko Rischio 19 settembre 1976 25 ottobre 1983
13 Pecko Il campione 3 ottobre 1976 18 gennaio 1979
14 Der Mann aus Portofino L'uomo di Portofino 28 novembre 1976 25 gennaio 1979

Fine di un colibrìModifica

  • Titolo originale: Tod der Kolibris
  • Diretto da: Dietrich Haugk
  • Scritto da: Herbert Reinecker

TramaModifica

I coniugi Gubeck restano senza fiato quando scoprono che nel bagagliaio della loro auto qualcuno ha nascosto il cadavere di una giovane asiatica. Una telefonata anonima invita l'ispettore capo Derrick ad interrogare un personaggio molto in vista in città: il dottor Scheibnitz. Derrick dapprima esita, quindi decide di recarsi a fare visita a Scheibnitz e lì ha una sorpresa…

Morte di un trombettistaModifica

TramaModifica

Derrick riceve nel suo ufficio una telefonata anonima: un uomo chiede di incontrare l'ispettore e gli dà appuntamento davanti al museo delle armi di Monaco. Quando il poliziotto arriva, però, ode solamente uno sparo e un grido di aiuto: davanti a lui giace esanime Heinz Sorek, il giovane trombettista di un complesso rock. Poco dopo il proprietario di un supermercato viene rapito…

PauraModifica

TramaModifica

Il dottor Hertel (Hans Dieter Zeidler) uccide la giovane amante Irene Kronach (Uschi Glas), in procinto di lasciarlo per un altro uomo. Hertel convince sua moglie (Heidelinde Weis) a costruire un alibi, testimoniando alla polizia l'estraneità al delitto. L'ispettore Derrick non vi crede ed ingaggia con lui un duello psicologico estenuante. Epilogo tragico e carico di sospensione.

  • L'incipit della sigla iniziale, ripetuto ad libitum in una scena, crea fortissima tensione nello spettatore.

Il caso Annie RotheModifica

TramaModifica

Una graziosa diciannovenne, Annie Rothe (Eva Bergmanova), è scomparsa nel nulla. Il padre, preoccupato per la mancanza di notizie, si reca al commissariato centrale di Monaco per denunciarne la scomparsa, quando incontra l'ispettore Derrick che sta indagando su un cadavere ritrovato in una discarica. Il genitore dalle fotografie non può che riconoscerne la ragazza. Derrick indagando scopre che Annie, malgrado il suo aspetto innocente, aveva lavorato per qualche tempo come showgirl in un locale di Monaco.

ShockModifica

TramaModifica

Una banda di ladri d'auto è in azione a Monaco. Una sera uscendo di casa, il dottor Schöller (Dieter Eppler) trova uno di essi che sta armeggiando all'interno della sua auto e con un'abile mossa tenta d'immobilizzarlo ma resta ucciso da un colpo di pistola. L'ispettore capo Derrick si mette sulle tracce della banda criminale alla ricerca dell'assassino.

CalcuttaModifica

  • Titolo originale: Kalkutta
  • Diretto da: Alfred Weidenmann
  • Scritto da: Herbert Reinecker

Anita Wenger chiama la polizia da un locale notturno asserendo di essere in pericolo di vita e pochi istanti dopo, una volta in strada, viene investita mortalmente da un'auto. Le indagini di Derrick ed il suo vice Klein, portano ad individuare nel retro del locale una sala da gioco clandestina.

Una brutta domenicaModifica

TramaModifica

Il signor Schirmer (Ullrich Haupt) confida al proprio figlio Jürgen di avere sottratto dalle casse della ditta in cui lavora circa 100.000 marchi e di temere che ora, con l'approssimarsi di una revisione contabile, l'ammanco possa essere scoperto. Il ragazzo, deciso ad aiutare suo padre, decide di simulare un furto negli uffici della ditta ma colto sul fatto da una guardia privata, fugge via scaraventando l'agente giù dalle scale. Per l'ispettore Derrick è evidente che chi si è introdotto negli uffici conosceva bene l'edificio.

Stanza n. 48Modifica

  • Titolo originale: Auf eigene Faust (traduzione: Per proprio conto)
  • Diretto da: Zbyněk Brynych
  • Scritto da: Herbert Reinecker

TramaModifica

Horst Winterstein, un funzionario di polizia, viene ucciso sotto gli occhi dei colleghi proprio davanti al commissariato centrale di Monaco. L'ispettore Derrick ed il suo assistente Harry Klein scoprono che il collega era da tempo sulle tracce di una banda internazionale di falsari. Per cercare l'assassino di Winterstein, Derrick cerca di infiltrarsi nella banda.

Chi è Joseph Koller?Modifica

  • Titolo originale: Ein unbegreiflicher Typ (traduzione: Un tipo incomprensibile)
  • Diretto da: Theodor Grädler
  • Scritto da: Herbert Reinecker

TramaModifica

Joseph Koller è un signore di mezza età che conduce una vita quanto meno misteriosa. In città incontra un vagabondo che ospita generosamente nel suo albergo, poi si incontra con un certo Schündler, un losco uomo d'affari dal quale riceve una valigia piena di denaro ed infine scompare senza lasciare traccia. Nella camera d'albergo la polizia ritrova il corpo senza vita del vagabondo. Quando le indagini della squadra omicidi sembrano essere ad un punto morto, Schündler si presenta da Derrick fornendo delle informazioni…

Festa a bordoModifica

TramaModifica

Festa aziendale per i dipendenti di una industria tessile di Monaco. I due soci, Kettwig (Wolfgang Reichmann) e Solms, hanno organizzato per i loro collaboratori un'escursione in battello sul Lago di Starnberg. Tra canti, balli e fiumi di alcool, la cerimonia giunge al suo termine verso le 23, ora in cui Solms, al momento di sbarcare si accorge che il suo socio è scomparso. Le ricerche non danno esito fino a quando, il mattino seguente, la polizia ripesca dalle acque del lago il corpo senza vita di Kettwig. L'ispettore capo Derrick cerca di individuare i potenziali colpevoli del delitto ed inizia ad indagare nella vita privata della vittima.

Colpo grossoModifica

  • Titolo originale: Das Superding (traduzione: Supercolpo)
  • Diretto da: Wolfgang Becker
  • Scritto da: Herbert Reinecker

TramaModifica

Una telefonata anonima avverte il signor Veicht, direttore di una grossa banca di Monaco, che qualcuno sta progettando una rapina ai danni dell'istituto. La voce misteriosa chiede di poterlo incontrare con la massima discrezione, all'insaputa della polizia. Davanti alla banca, vengono esplosi alcuni colpi di pistola da un'auto in corsa e che uccidono un certo Eberhard Witte. L'ispettore capo Derrick identifica la vittima come il misterioso telefonista e, per trovare i suoi assassini, inizia ad indagare nella sua vita privata. Fa la comparsa un ex docente universitario di Matematica ora gestore di una discoteca chiamata Rock Shop, costretto a lasciare la cattedra in seguito ad un brutto incidente.

  • Prima italiana assoluta de L'Ispettore Derrick (1979); interpretazione del celebre attore Horst Buchholz, il primo accreditato nella rivista RAI TV Radiocorriere.

RischioModifica

TramaModifica

Una notte, due camionisti diretti per Monaco si fermano per prestare soccorso ad una ragazza in strada ma si tratta di un'esca per una rapina e durante l'azione uno dei due autisti viene ucciso. Nella stessa notte, in un quartiere signorile, si compie un altro omicidio ai danni dello studente Horst Habinger. Svolgendo le proprie indagini, l'ispettore scopre un collegamento tra i due delitti.

Il campioneModifica

TramaModifica

Quattro amici che stanno giocando in un cortile condominiale a bike polo, si lasciano sfuggire la palla oltre un muro di cinta. Pecko (Pierre Franckh), uno dei ragazzi, entra in un cortile attiguo per recuperarla quando ode un grido straziante: qualcuno ha ucciso una giovane ballerina. Alla polizia egli si chiude in un muro di omertà e l'ispettore capo Derrick ritiene che il ragazzo sappia più di quanto non dica.

L'uomo di PortofinoModifica

  • Titolo originale: Der Mann aus Portofino
  • Diretto da: Dietrich Haugk
  • Scritto da: Herbert Reinecker

TramaModifica

Max Sieburg, detenuto in attesa di giudizio per il furto di un'auto, riesce ad evadere con l'aiuto di alcuni complici, per essere da essi stessi ucciso e gettato nel fiume Isar. L'ispettore capo Derrick e Harry risalgono al proprietario della vettura rubata, un medico italiano di nome Pinaldi, del quale da tempo si sono perse le tracce. I due detective si recano nel luogo dove è stato visto per l'ultima volta, riscontrando un collegamento con altri delitti accaduti tempo prima nella Riviera Ligure.

  • Terzo episodio trasmesso in Italia. Apparizione del divo italiano del dopoguerra Amedeo Nazzari, come il personaggio stanco e logorato dalla malattia, quale era anche l'attore. Audio in presa diretta ed inquadratura in soggettiva, espediente per permettergli dei dialoghi in Italiano con un interlocutore fuori campo. Celeberrimo tema musicale per chitarra dal film Giochi proibiti. La scena italiana è stata girata effettivamente a Portofino, nel celebre Molo Umberto Primo.

NoteModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione