Episodi di Cold Case - Delitti irrisolti (seconda stagione)

lista di episodi della seconda stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: Cold Case - Delitti irrisolti.

La seconda stagione di Cold Case - Delitti irrisolti viene trasmessa sul canale statunitense CBS dal 3 ottobre 2004 al 22 maggio 2005. In Italia, invece, è stata trasmessa in prima visione in chiaro su Rai 2 dall'11 marzo al 20 maggio 2006.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Badlands Triplo omicidio 3 ottobre 2004 11 marzo 2006
2 Factory Girls Il passato di Alice 10 ottobre 2004
3 Daniela Fuori dalle regole 17 ottobre 2004 18 marzo 2006
4 The House Il tunnel della morte 24 ottobre 2004
5 Who's Your Daddy? Il bracciale d'oro 31 ottobre 2004 25 marzo 2006
6 The Sleepover La dimora del male 7 novembre 2004
7 It's Raining Men Segreti di famiglia 14 novembre 2004 1º aprile 2006
8 Red Glare Caccia alle streghe 21 novembre 2004
9 Mindhunters Prima dell'alba 28 novembre 2004 8 aprile 2006
10 Discretion Il ricatto 19 dicembre 2004
11 Blank Generation La prima generazione 9 gennaio 2005 15 aprile 2006
12 Yo, Adrian Patto di sangue 16 gennaio 2005
13 Time to Crime Tragica fatalità 30 gennaio 2005 22 aprile 2006
14 Revolution Vittime di guerra 20 febbraio 2005
15 Wishing Desideri 6 marzo 2005 29 aprile 2006
16 Revenge La vendetta di Archie 13 marzo 2005
17 Schadenfreude Un domani migliore 20 marzo 2005 6 maggio 2006
18 Ravaged Amicizie del liceo 27 marzo 2005
19 Strange Fruit Strano frutto 3 aprile 2005 13 maggio 2006
20 Kensington Kensington 24 aprile 2005
21 Creatures of the Night Un bagliore nella notte 1º maggio 2005 20 maggio 2006
22 Best Friends La mia migliore amica 8 maggio 2005
23 The Woods Il bosco 22 maggio 2005

Triplo omicidioModifica

  • Titolo originale: The Badlands
  • Diretto da: Tim Matheson
  • Scritto da: Chris Mundy

Il triplice omicidio del 2003 non ha ancora un colpevole e il sospettato principale dimostra di avere un alibi di ferro. Lily ritorna ad occuparsi del caso per trovare il colpevole del triplice omicidio di un cameriere e i due gestori di un ristorante oin un sobborgo malfamato di Philadelphia.

    • Canzone iniziale: Still Fly dei Big Tymers
    • Canzone finale: If I Ain't Got You di Alicia Keys
  • Questo delitto è stato mostrato brevemente all'inizio del primo episodio.
  • Colpevole del delitto è il fratello di una delle tre vittime: in un delirio da drogato, ha ucciso i gestori del ristorante mentre era stato sorpreso a rubare i soldi e quando il fratello si è dimostrato più legato a loro che per lui, volendo chiedere aiuto per una delle vittime che dava ancora segni di vita, per rabbia e paura ha ucciso anche lui.
  • Lilly e Jeffries vedono le vittime durante la reinaugurazione del loro locale.

Il passato di AliceModifica

  • Titolo originale: Factory Girls
  • Diretto da: David Von Ancken
  • Scritto da: Meredith Stiehm & Stacy Kravetz

La squadra riapre il caso dell'operaia di una fabbrica bellica morta nel 1943, per il quale si è sempre creduto a una caduta incidentale, ma una nuova testimonianza fa riaprire il caso.

    • Canzone iniziale: Rosie The Riveter dei Four Vagabonds
    • Canzone finale: Don't Fance Me In di Bing Crosby
  • Colpevole dell'omicidio è il marito della vittima: l'ha uccisa perché lei desiderava avere una vita come operaia.
  • Lilly vede la vittima nell'archivio, vestita come se dovesse andare al lavoro, sistemandosi la bandana.

Fuori dalle regoleModifica

  • Titolo originale: Daniela
  • Diretto da: David Barrett
  • Scritto da: Veena Cabreros Sud

Il ritrovamento di un vecchio filmato del 1979 mostra una ragazza che risulta scomparsa proprio in quell'anno, ma della quale non era stato ritrovato il cadavere; la squadra decide di indagare.

    • Canzone iniziale: Bad Girls di Donna Summer
    • Canzone finale: Goodbye Girl di David Gates
  • Nessun colpevole, la vittima si era suicidata dopo che il suo ragazzo l'aveva respinta con la forza davanti a suo padre.
  • Il suo ragazzo vede la vittima dove hanno ballato insieme per la prima volta e vestita come sarebbe dovuta andare al ballo della scuola, e insieme danzano per un'ultima volta.

Il tunnel della morteModifica

  • Titolo originale: The House
  • Diretto da: Alex Zakrzewski
  • Scritto da: Sean Whitesell

Quando i resti di un prigioniero vengono scoperti fuori dal penitenziario, la squadra decide di riaprire un caso del 1968 in cui un ragazzo è fuggito di prigione due volte prima di morire e che risultava già morto.

    • Canzone iniziale: Folsom Prison Blues di Johnny Cash
    • Canzone finale: Flesh and Blood di Johnny Cash
  • Questo è il primo episodio che presenta tutte canzoni di un singolo artista, ovvero di Johnny Cash.
  • Il colpevole l'ha ucciso per legittima difesa e quindi non viene arrestato.
  • Scotty vede la vittima accendersi una sigaretta fuori le rovine del penitenziario.

Il bracciale d'oroModifica

  • Titolo originale: Who's Your daddy?
  • Diretto da: Greg Yaitanes
  • Scritto da: Tyler Bensinger

Quando una ragazza trova in un'asta su internet un bracciale d'oro che crede sia appartenuto a sua madre, chiede di riaprire il caso dell'omicidio dei suoi genitori, due emigrati cambogiani, avvenuto nel 1991 a causa forse di una rapina.

    • Canzone iniziale: Sadness dei Enigma
    • Canzone finale: Send Me An Angel dei Scorpions
  • Colpevole dell'omicidio è il datore di lavoro del marito: li ha uccisi perché la donna rifiutava di avere rapporti con lui.
  • Lilly vede le vittime nel riquadro di una finestra nel quartiere dove si è consumato il delitto.

La dimora del maleModifica

  • Titolo originale: The Sleepover
  • Diretto da: Emilio Estevez
  • Scritto da: Liz W. Garcia

Un omicidio recente di una ragazza diciannovenne sembra avere degli aspetti in comune con un delitto del 1989, in cui una ragazzina di dodici anni che aveva partecipato a un pigiama party era stata ritrovata morta in un bosco con strani segni sulle gambe.

    • Canzone iniziale: Stand dei R.E.M
    • Canzone finale: Circle di Edie Brickell
  • Liberamente basato sull'omicidio di Shanda Sharer, anche se il caso viene ispirato dall'episodio Disprezzo dalla serie Law & Order - Unità vittime speciali.
  • Colpevole dell'omicidio è la sua compagna di classe: l'ha uccisa per rabbia e disprezzo dopo che la leader del loro gruppo le aveva cacciate di casa.
  • Lilly, appena uscita dalla casa della madre della vittima, la vede correre in bicicletta.

Segreti di famigliaModifica

  • Titolo originale: It's Raining Men
  • Diretto da: Paul Holahan
  • Scritto da: Jan Oxenberg

Un ragazzo sopravvissuto all'AIDS chiede di indagare sull'omicidio del suo fidanzato avvenuto nel 1983, per ritrovare la serenità prima del suo imminente matrimonio e per riabilitare il suo nome essendo stato il sospettato principale del delitto.

    • Canzone iniziale: It's Raining Men delle Weather Girls
    • Canzone finale: When i'm With You dei Sheriff
  • Quest'episodio ha registrato il più alto ascolto negli Stati Uniti, avendo totalizzato circa 18 milioni di telespettatori.
  • Colpevole dell'omicidio è suo fratello: l'ha ucciso per non far rivelare al padre la sua esperienza omosessuale.
  • Il fidanzato vede la vittima durante le sue nozze.

Caccia alle stregheModifica

  • Titolo originale: Red Glare
  • Diretto da: Tim Matheson
  • Scritto da: Jay Beattie & Dan Dworkin

Un omicidio del 1953 di un maestro che potrebbe essere stato un simpatizzante comunista viene riaperto su richiesta del figlio minore, che non sapeva dell'omicidio del genitore.

    • Canzone iniziale: Your Mouth's Got A Hole In It di Buddy Morrow
    • Canzone finale: I Believe di Frankie Laine
  • Colpevole dell'omicidio è il suo amico: l'ha ucciso per evitare che la ragazza che amava fosse denunciata ai federali.
  • Lilly vede la vittima fuori dalla stazione di polizia.

Prima dell'albaModifica

  • Titolo originale: Mind Hunters
  • Diretto da: Tevin Brayim Matheson
  • Scritto da: Veena Cabreros Sud

La squadra inizia la caccia a un serial killer, quando le indagini su una donna scomparsa nel 1985 portano alla scoperta dei resti di altre otto donne, tutte decapitate.

    • Canzone iniziale: Only The Young dei Journey
    • Canzone finale: Long, Long Way To Go di Phil Collins
  • Questo caso continua nell'episodio finale Il bosco
  • Liberamente basato al caso del serial killer Robert Hansen
  • La vittima non appare a nessuno, poiché il suo assassino non viene assicurato alla giustizia. La figlia, posto un mazzo di fiori nel luogo in cui è stata uccisa, vede solamente del sole filtrare fra le foglie.
  • Il titolo originale dell'episodio è Mind Hunters: Kathryn Morris, che interpreta il detective Lilly Rush, ha girato un film omonimo (noto in Italia come Nella mente del serial killer)

Il ricattoModifica

  • Titolo originale: Discretion
  • Diretto da: James Whitmore, Jr.
  • Scritto da: Henry Robles

La squadra indaga sull'omicidio di un assistente procuratore di New Haven ucciso nel 2000, quando all'epoca era stato coinvolto in uno scandalo.

    • Canzone iniziale: Kryptonite dei 3 Doors Down
    • Canzone finale: Why Does It Always Rain On Me? dei Travis
  • Liberamente basato sul caso di Jonathan Luna
  • Colpevole dell'omicidio è il poliziotto che indagò sull'omicidio di un'adolescente: l'ha ucciso perché voleva salvare un ragazzo innocente da un'ingiusta condanna per omicidio di una ragazza e quindi far radiare il poliziotto che l'ha fatto confessare con la forza.
  • Scotty vede la vittima quando accompagna la madre dal ragazzo ingiustamente incriminato.

La prima generazioneModifica

  • Titolo originale: Blank Generation
  • Diretto da: David Barrett
  • Scritto da: Chris Mundy

La squadra riesamina il suicidio di un membro di una setta avvenuto nel 1978, quando emergono nuovi indizi riguardo alla sua morte.

    • Canzone iniziale: Surrender dei Cheap Trick
    • Canzone finale: Peace, Love and Understanding di Elvis Costello
  • Colpevole dell'omicidio è la sua amante su ordine del capo della setta: l'ha ucciso perché si voleva distaccare dalla setta.
  • Lilly vede la vittima in archivio.

Patto di sangueModifica

  • Titolo originale: Yo, Adrian
  • Diretto da: James Whitmore, Jr
  • Scritto da: Sean Whitesell

La confessione di un arbitro in punto di morte fa riaprire il caso di un pugile morto nel 1976 durante un incontro sul ring, perché qualcuno ha pagato per far durare l'incontro più del dovuto.

    • Canzone iniziale: Philadelphia Freedom di Elton John
    • Canzone finale: Baby, I Love Your Way di Peter Frampton
  • Liberamente ispirato al film Rocky.
  • Nessun colpevole perché la vittima ha causato la propria morte, in quanto non voleva che l'arbitro fermasse l'incontro.
  • La fidanzata vede la vittima e il padre (l'arbitro) nel bar frequentato dagli appassionati di pugilato, durante una commemorazione per il padre.

Tragica fatalitàModifica

  • Titolo originale: Time to Crime
  • Diretto da: Tim Hunter
  • Scritto da: Tyler Bensinger

Viene effettuata da una macchina una sparatoria che porta all'uccisione di una bambina afroamericana. Nell'ambito di una campagna di prevenzione viene portata un'arma in centrale che si scopre essere quella della sparatoria.

    • Canzone iniziale: Higher Love di Steve Vinwood
    • Canzone finale: Man in the Mirror di Michael Jackson
  • Colpevole dell'omicidio è suo fratello maggiore, che l'ha uccisa per errore: il bersaglio era in realtà l'uomo che aveva una relazione con sua madre.
  • Lilly vede la vittima mentre deposita l'arma incriminata nel deposito delle armi della polizia.

Vittime di guerraModifica

  • Titolo originale: Revolution
  • Diretto da: Alex Zakrzewski
  • Scritto da: Liz W. Garcia

Nel 1969 una ragazza venne trovata strangolata in un appartamento. L'assassino viene individuato dopo anni durante la fuga in quanto disertore, ma in realtà aveva un alibi la sera del delitto.

    • Canzone iniziale: Do You Believe in Magic dei The Lovin' Spoonful
    • Canzone finale: Say a Little Prayer di Aretha Franklin
  • Colpevole dell'omicidio è suo fratello: l'ha uccisa perché lei voleva trasferirsi con il suo fidanzato in Canada e lui era rimasto solo dopo essere ritornato invalido dal Vietnam.
  • Il fidanzato vede la vittima con la valigia pronta a partire davanti al suo appartamento.

DesideriModifica

  • Titolo originale: Wishing
  • Diretto da: Emilio Estevez
  • Scritto da: Karin Lewicki

Sulla tomba di un ragazzo disabile, morto apparentemente suicida sotto un treno nel 1993, vengono rinvenuti da diversi anni nel giorno dell'anniversario dei disegni che sembrano mostrare come in realtà sarebbe stato buttato sotto a un treno.

    • Canzone iniziale: These Are Days dei 10,000 Maniacs
    • Canzone finale: Over The Rainbow di Israel Kamakawiwo'ole
  • Liberamente ispirato dal romanzo Uomini e topi.
  • Colpevole dell'omicidio è il suo amico-tutore: l'ha aiutato a suicidarsi perché sua madre stava morendo e lui sarebbe finito in un ospedale psichiatrico.
  • Lilly vede la vittima quando esce dalla centrale, in compagnia del suo fido peluche, Mr.Wilson.

La vendetta di ArchieModifica

  • Titolo originale: Revenge
  • Diretto da: David Von Ancken
  • Scritto da: Dan Dworkin e Jay Beattle

La squadra riapre il caso inerente alla morte di un bambino di 9 anni nel 1998, nel corso delle indagini si scopre che la vittima era stata rapita da un pedofilo, morto assassinato poco dopo il ritrovamento del ragazzino.

    • Canzone iniziale: The Impression That I Get dei The Mighty Mighty Bosstones
    • Canzone finale: Don't Go Away dei Oasis
  • Colpevole dell'omicidio del ragazzino è il figlio del pedofilo, che l'ha ucciso per gelosia perché temeva che il ragazzino avesse preso il suo posto nel cuore del padre e lo ha spinto a nuotare fino a casa, sapendo che non avrebbe potuto riuscirci. Colpevole dell'omicidio del pedofilo è il padre del ragazzino, che l'ha ucciso per vendetta.
  • Lilly vede la vittima al porto che si incammina verso il mare.

Un domani miglioreModifica

  • Titolo originale: Schadenfreude
  • Diretto da: Tim Matheson
  • Scritto da: Gina Gionfriddo

La squadra riapre un caso del 1982 riguarda all'omicidio di una parrucchiera, del quale suo marito era stato sempre accusato di omicidio, ma aveva sempre incolpato del delitto una donna bionda e un uomo losco, che erano spariti nel nulla. Al dito di una donna bionda, morta da poco è stato trovato un anello appartenente alla vittima.

    • Canzone iniziale: Under Pressure dei Queen
    • Canzone finale: Don't Stop Believing dei Journey
  • Liberamente ispirato al caso di Sam Sheppard.
  • Colpevole dell'omicidio è la sua collega: l'ha uccisa perché la vittima aveva denigrato la sua amicizia dopo essersi venduta a un delinquente per lei.
  • Lilly vede la vittima per la strada mentre esce dalla parrucchieria dell'assassina.

Amicizie del liceoModifica

  • Titolo originale: Ravaged
  • Diretto da: James Whitmore. Jr
  • Scritto da: Meredith Stiehm e Henry Robles

Il caso del 1995 riguarda all'omicidio di un'alcolista viene riaperto quando la sorella, vecchia conoscenza del detective Vera, sostiene di aver saputo da uno sconosciuto che la donna passò tutta la notte a bere con un gruppetto turbolento di studenti del college.

    • Canzone iniziale: As I Lay Me Down di Sophie B. Hawkins
    • Canzone finale: Secret Garden di Bruce Springsteen
  • Colpevole dell'omicidio è l'uomo che avrebbe dovuto aiutarla: l'ha uccisa perché lei aveva rifiutato le sue avances offendendolo.
  • Nick Vera vede la vittima mentre la sorella, nonché fidanzata del liceo di Vera, si allontana dalla centrale di polizia.

Strano fruttoModifica

  • Titolo originale: Strange Fruit
  • Diretto da: Paris Barclay
  • Scritto da: Veena Cabrenos Sud

La squadra riapre l'omicidio di un ragazzo afroamericano, avvenuto nel 1963, per desiderio di Jeffries, che, bambino, trovò all'epoca il cadavere e non ha mai dimenticato la vicenda.

    • Canzone iniziale: One Fine Day dei The Chiffons
    • Canzone finale: Strange Fruit di Nina Simone
  • Liberamente ispirata al caso di Emmett Till.
  • Colpevoli dell'omicidio sono i tre amici razzisti del marito della donna con cui il ragazzo aveva fatto amicizia: l'hanno ucciso per ripudiare la sua razza e per non essere denunciati pubblicamente del pestaggio ai danni della vittima, essendo il padre loro capo.
  • Jeffries vede la vittima dove la ritrovò quarantadue anni prima, mentre lo era andato a commemorare.

KensingtonModifica

  • Titolo originale: Kensington
  • Diretto da: Bill Eagles
  • Scritto da: Sean Whitesell

La squadra riapre il caso sull'omicidio di un impiegato di una fabbrica, ucciso nel 1984 probabilmente per rapina, ma suo nipote, facendo una seduta di gruppo con altri detenuti, scopre che un prigioniero vent'anni prima vide il cadavere e decise di rubargli il portafoglio con tutti i soldi dentro, capendo così che non si trattò di omicidio a scopo di rapina.

    • Canzone iniziale: Jack e Diane di John Mellencamp
    • Canzone finale: Small Town di John Mellencamp
  • Tutte le canzoni di questo episodio sono di Johm Mellencamp.
  • Colpevole dell'omicidio è il suo amico che, provocato per motivi futili dal terzo componente del gruppo, ha affondato il coltellino mentre la vittima si è messa da scudo fra i due.
  • La vittima si intravede nei flash dei ricordi dei vari personaggi.
  • Tutte le canzoni di questo episodio sono di John Mellencamp.

Un bagliore nella notteModifica

  • Titolo originale: Creatures of the Night
  • Diretto da: Alex Zakrzewski
  • Scritto da: Tyler Bensinger

La squadra riapre il caso sull'omicidio di un portiere di un albergo avvenuto nel 1977. L'omicidio potrebbe essere collegato a un assassino seriale che sta per essere rilasciato dopo 25 anni a causa del suo patteggiamento.

    • Canzone iniziale: Time Warp di Charles Gray, Patricia Quinn, Neil Campbell e Richard O'Brien
    • Canzone finale: Over At The Franknstein Place di Susan Sarandon, Barry Bostwick e Richard O'Brien.
  • Tutte le canzoni di questa puntata sono tratte dal musical The Rocky Horror Picture Show.
  • Liberamente ispirato al caso di Carl Eugenie Watts.
  • Colpevole dell'omicidio è lo stesso serial killer: l'ha ucciso per follia e poiché la vittima e il serial killer erano innamorati della stessa donna.
  • Lilly vede la vittima fuori dall'hotel dove lavorava mentre gli fa un cenno di saluto o di ringraziamento col cappello.

La mia migliore amicaModifica

  • Titolo originale: Best Friends
  • Diretto da: Mark Pellington
  • Scritto da: Liz W. Garcia

Viene ripescato dal fiume un furgone risalente al 1932. Dentro al furgone ci sono i resti di una donna. La squadra indaga sulla sua morte.

    • Canzone iniziale: I Got Rhythm di Ethel Waters e Ben Slavin
    • Canzone finale: Best Friends di Michael Levine
  • L'episodio è stato insignito dal GLAAD Meida Awards.
  • Nessun colpevole, la vittima si era suicidata insieme alla sua amante per sfuggire dal fratello violento di quest'ultima, anche se questa alla fine si salvò.
  • La fidanzata vede la vittima nel parco dove la prende per mano e l'accompagna, forse nell'aldilà.

Il boscoModifica

  • Titolo originale: The Woods
  • Diretto da: Nelson McCormick
  • Scritto da: Veena Cabresos Sud

Il ritrovamento di nove teschi umani porta Lily a confrontarsi ancora una volta con il serial killer che non era riuscita ad incriminare per i delitti di nove giovani donne. Lilly scopre che la madre fu uccisa in casa sua a seguito di un tentativo di stupro e che il delitto rimase irrisolto. Nel corso delle indagini, Lilly verrà a conoscenza di un terribile segreto riguardante il suo nemico e si ritroverà nuovamente faccia a faccia con quest'ultimo.

  • Canzone iniziale: Sunshine On My Shoulders di John Denver
  • Canzone finale: Behind Blue Eyes dei The Who
  • È il seguito dell'episodio Prima dell'alba.
  • Liberamente ispirato al serial killer Robert Hansen.
  • Colpevole dell'omicidio è il figlio nonché serial killer: l'ha uccisa perché ha scelto di far stuprare lo stesso figlio per evitare lei le violenze.
  • Lilly, appena uscita dopo l'uccisione di George, vede George dodicenne e la mamma alla finestra della soffitta.
  • Durante uno dei flashback il serial killer, da ragazzino stava ascoltando una canzone di John Denver, intitolata Sunshine On My Shoulders, ma il flashback è del 1972 e la canzone è dell'anno dopo.

Collegamenti esterniModifica