Episodi di R.I.S. - Delitti imperfetti (prima stagione)

lista di episodi della prima stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: R.I.S. - Delitti imperfetti.

La prima stagione della serie televisiva R.I.S. - Delitti imperfetti è stata trasmessa in Italia dall'11 gennaio al 16 febbraio 2005 su Canale 5, con 2 episodi a serata per 6 settimane consecutive.

Titolo Prima TV Italia
1 Prova schiacciante 12 gennaio 2005
2 L'incidente
3 Analisi di un delitto 19 gennaio 2005
4 Una sfida per il capitano
5 Sotto ricatto - Parte I 25 gennaio 2005
6 Sotto ricatto - Parte II
7 Verità nascoste 2 febbraio 2005
8 Bella di notte
9 Legami di sangue 9 febbraio 2005
10 L'insospettabile
11 La vendetta 16 febbraio 2005
12 Sfida finale

Prova schiaccianteModifica

TramaModifica

Un noto imprenditore della Provincia di Cuneo viene trovato morto nella sua piscina, affogato. Le indagini puntano verso il suicidio, ma l'analisi delle tracce porta i carabinieri sulle tracce del figlio ventiduenne, che il padre riteneva solamente un incapace. Al R.I.S giunge una nuova specialista: il tenente Anna Giordano, ingegnere informatico che viene assegnata al reparto di dattiloscopia. I rapporti con Vincenzo De Biase, insieme al quale dovrà lavorare, all'inizio non sono dei migliori, ma dopo aver risolto un'indagine su una ragazza disabile rimasta soffocata in un incendio doloso in un pub, i due cominciano ad andare d'accordo.

  • Ascolti Italia: telespettatori 8.330.000[1]

L'incidenteModifica

TramaModifica

Un bambino in bicicletta viene investito da un motociclista durante una corsa clandestina. De Biase e Testi assistono all'incidente e inseguono il motociclista: quest'ultimo accusa Testi per lesioni. Contemporaneamente un cero esplode in mano ad un parroco, causandogli la perdita dell'arto.

  • Ascolti Italia: telespettatori 7.379.000[1]

Analisi di un delittoModifica

TramaModifica

Durante un controllo stradale, il capitano Corsini viene coinvolto in una sparatoria dove perdono la vita un carabiniere e una vittima innocente. Corsini va in coma e le indagini si concentrano su tre conducenti di un porta valori, sospettati di essere dei rapinatori e gli assassini del carabiniere. Tuttavia, i loro corpi vengono trovati in un casolare, uccisi a colpi di pistola; i soldi risultano invece scomparsi. In ogni scena del crimine i R.I.S trovano tracce di pelle di serpente. Nel frattempo al R.I.S arriva un messaggio intimidatorio dall'uomo delle bombe: "La prossima volta sarà molto peggio...".

  • Ascolti Italia: telespettatori 6.321.000[2]

Una sfida per il capitanoModifica

TramaModifica

Una ragazza è scomparsa e un altro ragazzo viene trovato morto e con un bastone conficcato nel corpo; i due casi, apparentemente separati, si riveleranno collegati tra loro: indagando, si scopre che il ragazzo ucciso ha violentato la ragazza scomparsa, sotto gli occhi di due amici. Testi intanto si occupa della morte di un rapinatore, precipitato dal terzo piano mentre tentava un furto: le testimonianze dei padroni di casa rivelano che il rapinatore ha sparato e poi è caduto di sotto. Intanto l'uomo delle bombe colpisce ancora, posizionando un ordigno dentro una pistola giocattolo e causando la perdita di una mano ad un bambino che giocava al parco. De Biase ricompone la bomba scoppiata in mano al bambino e scopre che sull'involucro che conteneva l'esplosivo è inciso il nome di Venturi. L'uomo delle bombe ha lanciato una sfida al capitano.

  • Ascolti Italia: telespettatori 5.883.000[2]

Sotto ricatto - Parte IModifica

TramaModifica

Un tassista, un dirigente e un agente immobiliare, che non hanno alcuna relazione tra loro, vengono assassinati con una pistola calibro nove e, sulla scena del crimine, l'assassino lascia delle carte da gioco del poker. I R.I.S trovano sull'ultima scena del crimine un biglietto contenente una richiesta di riscatto: se non verrà esaudita, il killer continuerà ad uccidere.

Sotto ricatto - Parte IIModifica

TramaModifica

Martinelli commette un'imprudenza rischiando di essere ucciso dal killer, che scappa mentre gli altri R.I.S raggiungono il collega assicurandosi delle sue condizioni. Intanto il killer fa un'altra vittima e aumenta la cifra richiesta per il riscatto: se questo non verrà versato entro le 18 sul suo conto bancario, compirà l'ennesimo omicidio. Nel frattempo il presunto Uomo delle Bombe viene frettolosamente arrestato, ma Venturi non è convinto di avere in mano l'uomo giusto.

Verità nascosteModifica

TramaModifica

Una ragazza di 22 anni viene trovata in coma da overdose: i R.I.S cercano di rintracciare i suoi amici spacciatori, ma si scopre che sono stati assassinati. Le indagini si concentrano su un "piccolo chimico" che produce droghe per fornirle a uno dei due spacciatori, non venendo però pagato. Intanto un'infermiera viene trovata morta nella sua abitazione: principale indiziato è un carcerato, arrestato da De Biase diversi anni prima per una rapina a mano armata, che ha una relazione con l'infermiera trovata morta.

  • Ascolti Italia: telespettatori 6.825.000[3]

Bella di notteModifica

TramaModifica

Una ragazza viene trovata all'interno del bagagliaio della sua auto, stuprata e strangolata. I R.I.S si mettono sulle tracce del maniaco, che aveva adescato la ragazza via internet. Anna riesce ad incontrare l'uomo per un appuntamento, durante il quale rischia di essere violentata, ma l'intervento di Venturi la salva. Anna rivela quindi a Riccardo di aver subito uno stupro a diciotto anni. L'uomo delle bombe piazza un ordigno in un integratore di sali minerali diretto a Venturi, ma questo esplode in mano ad un'altra persona.

Legami di sangueModifica

TramaModifica

Una ragazza di Tricase, incinta di pochissime settimane, viene trovata con la testa fracassata da sette colpi di un oggetto contundente in un casolare abbandonato. Il primo indiziato è il ragazzo della vittima, ma l'ipotesi viene scartata quando lui stesso viene trovato impiccato ad un albero in un bosco. Intanto in un ospedale vengono rubate delle fiale di morfina e oppiacei. Subito la colpa ricade su un'infermiera, ma l'ipotesi risulta errata: la storia è motivo di tensione fra Davide e Francesca. Nel frattempo, a Tricase si è scoperto che l'assassino è imparentato con la vittima, e che il delitto è collegato ad un omicidio avvenuto diciotto anni prima. Per risalire all'assassino gli agenti decidono di esaminare il DNA a tutta Tricase, poiché i compaesani sono tutti legati da un isolato genetico. Perfino Venturi stenta a credere ai suoi occhi quando scopre l'inimmaginabile verità del caso sull'uomo delle bombe: sul nastro adesivo di un ordigno di Unabomber vengono infatti rinvenute tracce di saliva con il DNA del capitano.

L'insospettabileModifica

TramaModifica

Una bambina di nome Martina viene trovata morta in un bosco vicino a un peluche. L'autopsia stabilisce che è morta per sfondamento del cranio: il pedofilo le ha schiacciato la testa contro il terreno. La storia, particolarmente violenta, è motivo di tensione tra Venturi e Martinelli che, senza volerlo, distrugge una prova di vitale importanza per accusare il fidanzato della sorella della vittima. A fine puntata l'uomo delle bombe invia un libro esplosivo alla procura per uccidere il procuratore Di Maio, ma Venturi riesce a salvarlo. Gli artificieri disinnescano la bomba: finalmente potranno scoprire quale innesco usa il dinamitardo.

  • Ascolti Italia: telespettatori 7.154.000[4]

La vendettaModifica

TramaModifica

Un rapinatore uccide un gioielliere a colpi di pistola durante una rapina finita male. Il rapinatore potrebbe essere lo stesso che ha investito Francesca dieci anni prima. Martinelli rassegna le sue dimissioni perché ritiene che Venturi lo tratti come un oggetto e non come una persona. Viene scoperto l'innesco che l'uomo delle bombe usa per far esplodere gli ordigni: è un bulbo per vecchie macchine fotografiche. E solo quindici persone a Parma le collezionano.

  • Ascolti Italia: telespettatori 7.887.000[5]

Sfida finaleModifica

TramaModifica

Venturi e De Biase sono vivi per miracolo. La casa dell'uomo delle bombe era una trappola, tredici bombe erano collegate e pronte a esplodere. Finalmente l'identità dell'uomo delle bombe sembra nota: si chiama Mario Samueli; tuttavia, nella cantina dell'abitazione dell'uomo, dentro un box doccia, viene rinvenuto il cadavere di quest'ultimo, avvelenato con del diserbante. Durante l'autopsia, la Morandi trova all'interno dello stomaco dell'uomo un biglietto per il capitano con scritto: "24 luglio 2004....chi perderai oggi?". È un chiaro riferimento alla morte dei genitori di Venturi e al tenente Anna Giordano. La sfida finale è iniziata e, dopo aver disinnescato una bomba in un centro commerciale e una in una scuola, i carabinieri si accorgono che la prossima bomba è dentro al R.I.S. Durante il sopralluogo in casa di Mario Samueli, infatti, era stata repertata una radiolina, che nascondeva una bomba. Venturi riesce a salvare il tenente Giordano all'ultimo secondo, ma i laboratori rimangono distrutti. Sul luogo dell'esplosione, tuttavia, viene rinvenuto uno smile: Venturi capisce chi cercare. Fa visionare a De Biase i nastri di sorveglianza del centro commerciale e indica un uomo che lui aveva incrociato mentre si dirigeva all'interno. Quell'uomo aveva un portachiavi con uno smile.

  • Ascolti Italia: telespettatori 8.366.000[5]

NoteModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione