Ercole Sfondrati, I duca di Montemarciano

Ercole Sfondrati, I duca di Montemarciano, detto anche Ercole I (Milano, 1559Bellagio, 1637), è stato un militare e nobile italiano.

Ercole Sfondrati, I duca di Montemarciano
Duca di Montemarciano
Stemma
Stemma
In carica1590 - 1637
PredecessoreTitolo inesistente
SuccessoreValeriano Sfondrati, II duca di Montemarciano
TrattamentoSua Grazia, Don
NascitaMilano, 1559
MorteBellagio, 1637
DinastiaSfondrati
Religionecattolicesimo

BiografiaModifica

Nato a Milano nel 1559, Ercole Sfondrati era figlio di Paolo, conte della Riviera, e di sua moglie Sigismonda d'Este, figlia di Sigismondo II d'Este, del ramo cadetto degli Este di San Martino e di Giustina Trivulzio, dei duchi di Boiano.

Lo zio di Ercole era papa Gregorio XIV, mentre suo fratello maggiore, Paolo Emilio Sfondrati, fu cardinale. Durante i suoi primi anni della giovinezza, decise di intraprendere la carriera militare al servizio della monarchia spagnola nei Paesi Bassi, servizio che gli fruttò i titoli di comendador di Guadalcanal e cavaliere dell'Ordine di Santiago.

All'indomani della salita al soglio pontificio dello zio, Ercole venne creato Duca di Montemarciano, nelle Marche, divenendo da subito uno dei comandanti più influenti delle truppe pontificie.

Tra il 1590 ed il 1591 fu governatore di Borgo ed Ancona.

Nel 1591, come Capitano generale della Chiesa, prese parte alla spedizione in Francia in aiuto alla Lega Cattolica, ponendosi alla testa di un contingente contenente numerose truppe mercenarie svizzere contro gli ugonotti di Enrico di Borbone; tornato vittorioso a Roma, Ercole sposò in quello stesso anno la principessa Lucrezia Cybo da cui ebbe discendenza.

Ercole continuò a servire nell'esercito pontificio anche sotto i pontificati di Innocenzo IX e Clemente VIII; trascorse la sua vita alternando i soggiorni a Roma, con quelli nella sua prestigiosa villa di Bellagio sul Lago di Como, dove infine raccolse la sua preziosa galleria di dipinti.

Morì a Bellagio nel 1637.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine di Santiago

Albero genealogicoModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giovanni Battista Sfondrati Francesco Sfondrati  
 
Lavinia Parravicini  
Francesco Sfondrati, I conte della Riviera  
Margherita Omodei Signorolo II Omodei  
 
Lucia Trivulzio  
Paolo Sfondrati, II conte della Riviera  
Antonio Visconti, I conte di Lonate Pozzolo Guido Visconti  
 
Leta Manfredi  
Anna Visconti  
Maddalena Trivulzio Gianfermo Trivulzio, signore di Ferraria  
 
Margherita Valperga  
Ercole Sfondrati, I duca di Montemarciano  
Ercole I d'Este, I conte di Corteolona Sigismondo I d'Este, I signore di San Martino in Rio  
 
Cecilia Rachesi  
Sigismondo II d'Este, I marchese di Borgomanero  
Angela Sforza Carlo Sforza, conte di Magenta  
 
Bianca Simonetta  
Sigismonda d'Este  
Paolo Camillo Trivulzio, I duca di Boiano Giovanni Trivulzio, consignore di Borgomanero  
 
Angiola Martinengo  
Giustina Trivulzio  
Barbara Stanga Marchesino Stanga, marchese di Castelnuovo  
 
 
 

Collegamenti esterniModifica