Apri il menu principale

Eremo di Sant'Onofrio all'Orfento

edificio religioso di Caramanico Terme
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri eremi, vedi Eremo di Sant'Onofrio.
Eremo di Sant'Onofrio all'Orfento
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo Abruzzo
LocalitàCaramanico Terme
ReligioneChiesa cattolica
Arcidiocesi Pescara-Penne

Coordinate: 42°09′07.61″N 14°04′34.24″E / 42.152114°N 14.076179°E42.152114; 14.076179

L'eremo di Sant'Onofrio all'Orfento si trova nel Parco nazionale della Majella a 900 m s.l.m. lungo la valle dell'Orfento, nel comune di Caramanico Terme. [1]

Indice

StoriaModifica

L'eremo si trova nella riserva naturale Valle dell'Orfento, sulla sponda destra del fiume e sotto l'eremo di San Giovanni. Le origini non sono note e viene citato allo stato di rudere già nel 1844 dal vescovo Giosuè Maria Saggese nella sua storia delle parrocchie della diocesi di Chieti.

Secondo la tradizione popolare, l'eremo era sfruttato come riparo da contadini ed animali ancora all'inizio del Novecento e veniva utilizzato come luogo di sepoltura per chi moriva in montagna.

ArchitetturaModifica

La struttura principale attualmente rimasta dell'eremo è parte del muro laterale della chiesa, lungo circa 14 metri con un'altezza di circa 3 metri, che sosteneva il tetto.

Della parete frontale rimangono lo stipite destro dell'ingresso ed elementi dell'arco del portale, sovrastati dalla parete sinistra del campanile a vela. Sulla facciata si notano resti di intonaco, che ancora negli anni '60 riportavano motivi floreali rossi e neri ed una figura umana. Tracce di colore rimangono anche sulle pareti della grotta.

Seguendo la parete rocciosa, si notano resti di buchi di palo per il sostegno del tetto, che fanno ipotizzare che l'eremo si sviluppasse ancora per circa 15 metri.

NoteModifica

  1. ^ Eremo di Sant'Onofrio all'Orfento, Regione Abruzzo. URL consultato il 27 marzo 2016.

BibliografiaModifica

  • Edoardo Micati, Sant'Onofrio all'Orfento, Caramanico Terme (PE), in Eremi d'Abruzzo, guida ai luoghi di culto rupestri, Pescara, Carsa Edizioni, 2000, pp. 24-25, ISBN 88-85854-74-5.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica